La Cina porta bene a Stefano Ghisolfi che nella tappa di Coppa del Mondo Lead a Wujiang (Cina) ha conquistato il successo ad un anno esatto dall’ultima (e unica) sua vittoria nella challenge IFSC, allora a Xiamen. E’ davvero un risultato eccezionale quello conquistato dal climber torinese che dopo l’argento di Edinburgo e il bronzo di Briançon riesce a salire così quest’anno su tutti i gradini del podio. Da ricordare che si tratta del secondo successo italiano in Coppa del Mondo Lead, dopo quello conquistato, in apertura di stagione, da Marcello Bombardi a Chamoix.

Ghisolfi ha portato a termine la gara perfetta, chiudendo in testa anche la semifinale. In finale si è lasciato alle spalle il giapponese Tomoa Narasaki e il sudcoreano Hanwool Kim. Con questo oro Stefano consolida il secondo posto nella classifica generale Lead e insegue il francese Romain Desgranges. Nella Lead femminile invece trionfa la slovena Janja Garnbret mentre Claudia Ghisolfi si arresta al 17° posto.

Per quanto riguarda la Speed, vinta dal russo Aleksandr Shikov, i festeggiamenti in casa degli azzurri dovranno attendere. Ludovico Fossali ha sfiorato l’accesso alla finale di un soffio con la 9° posizione. Gli altri azzurri hanno chiuso fuori dalla top ten: Leonardo Gontero 13°, Alessandro Santoni 19° e Gian Luca Zodda 29°. Anche in campo femminile, dove si è imposta la russa Iuliia Kaplina, Elisabetta Dalla Brida è finita lontano dalla testa della classifica con la 18° piazza.

L’altro eccellente risultato del week end arriva dal milanese Simone Salvagnin nella Coppa del Mondo Paraclimb di Sheffield dove si piazza davanti allo spagnolo Francisco Javier Aguilar Amoedo e al britannico John Churcher.

Tutti i risultati, le classifiche e le news sulle gare degli atleti della Nazionale italiana di Arrampicata Sportiva sono disponibili sul sito www.federclimb.it.

Simone Salvagnin
Simone Salvagnin