Coppa del Mondo Skeet Maschile: Italia al massimo

Coppa del Mondo Skeet Maschile: Italia al massimo

Coppa del Mondo SkeetAcapulco (MEX) – Iniziata bene, con una carta olimpica conquistata da Massimo Fabbrizi nella Fossa Olimpica Maxhile, la Prima Prova di Coppa del Mondo 2015 si chiude ancora meglio. La gara di Skeet Maschile ha portato nel forziere azzurro ben due pass per i Giochi di Rio 2016. A meritarseli sono stati Valerio Luchini e Riccardo Filippelli.

Il carabiniere romano, qualificatosi alla semifinale con 122/125, è approdato al Gold Match con lo score di 15 + 4 dopo uno spareggio molto emozionante con il compagno di squadra toscano ed ha affrontato il Campione Olimpico statunitense Vincent Hancock per l’oro. Uno scontro diretto dall’alto valore agonistico che l‘azzurro ha affrontato con la tranquillità di avere già in tasca il pass per Rio. Alla fine il “marziano” Hancock, già qualificato per l’appuntamento olimpico, ha chiuso la gara con un percorso netto in tutte le sue fasi (125/125 in qualificazione, 16/16 in semifinale e 16/16 nel medal match) e si è messo al collo un più che meritato oro. A Luchini è rimasto l’argento e la seconda Carta Olimpica della carriera. La prima la conquistò garantendo all’Italia il secondo posto di specialità in occasione dei Giochi di Pechino 2008.

Medaglia è Carta anche per Riccardo Filippelli. Il tiratore toscano in forza al Gruppo Sportivo dell’Esercito è arrivato all’obiettivo regolando il padrone di casa messicano Luis Raul Gallardo Oliveros con un perfetto 16/16.

Il dominio italiano non si è limitato all’en-plein olimpico. La squadra azzurra ha monopolizzato le qualificazioni piazzando tutti e tre i suoi tiratori in semifinale. In semifinale, infatti, è entrato anche Luigi Lodde, quinto classificato ai Giochi di Londra 2012. Purtroppo, per il tiratore sardo in forza al Gruppo Sportivo dell’Esercito e Campione Europeo in carica è stata fatale l’ultima pedana del round finale, in cui si è giocato le possibilità di medaglia.

Entusiasta Benelli “Prima di qualunque cosa voglio ringraziare i miei ragazzi – ha commentato il Direttore Tecnico rientrato in Italia prima della gare per problemi di salute – Hanno fatto un risultato eccezionale, dimostrando di essere un gran gruppo. Mi hanno regalato una grandissima gioia in un momento per me non semplice”. “Sono stati davvero bravi tutti e tre, senza eccezioni di sorta. Non era facile mettere tre tiratori in semifinale in una gara come questa. Ora ci dovremo concentrare sull’altra metà del cielo. Anche in ambito femminile sono certo di avere un bel gruppo in grado di centrare l’obiettivo di quest’anno”.

Molto soddisfatto anche il Presidente federale Luciano Rossi “Il bilancio di questo primo passo della rincorsa per Rio 2016 è assolutamente positivo. Il mio grazie più sincero, al quale sono certo si unisce tutto il mondo sportivo italiano, va a Massimo Fabbraizi, Valerio Luchini e Riccardo Filippelli, ma anche ai Direttori Tecnici Albano Pera e Andrea Benelli. Al momento abbiamo metà delle Carte a nostra disposizione ed il percorso di qualificazione è ancora lungo”.

Oltre alle tre carte appena conquistate, l’Italia ne ha all’attivo altre due, conquistate da Giovanni Pellielo nella Fossa Maschile e da Antonino Barillà nel Double Trap Maschile.

Il prossimo appuntamento con il circuito di Coppa del Mondo si aprirà fra poco meno di dieci giorni ad Al Ain (AUE).

RISULTATI

Finale Uomini: 1° Vincent HANCOCK (USA) 125 /125– 16/16 – 16/16; Valerio LUCHINI (ITA) 122 – 15 (+4) – 14; 3° Riccardo FILIPPELLI (ITA) 122 – 15 (+3) – 16; 4° Luis Raul GALLARDO OLIVEROS (MEX) 123 – 14 – 15; 5° Luigi LODDE (ITA) 123 – 12; 6° Federico GIL (ARG) 122 -12.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.