Osijek (CRO) – L’Inno di Mameli ha chiuso la giornata delle gare individuali di Skeet al Pampas Shooting Range. A farlo risuonare è stato Tammaro Cassandro che si è messo la collo l’oro dell’ultima Prova di Coppa del Mondo prima dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

Il carabiniere di Caserta, quest’anno medaglia di bronzo nella Coppa del Mondo di Lonato del Garda (BS), ha chiuso le qualificazioni con lo score di 124/125 + 11 che gli è valso il dorsale numero 3 ed in finale ha dettato il passo fina dai primi lanci. Alla fine si è trovato a duellare con l’argentino Federico Gil per la vetta del podio, conquistata con 55/60 +2 a 55/60 +1.

“Questo oro rappresenta davvero molto per me – ha commentato il casertano subito dopo la finale – Manca poco meno di un mese all’appuntamento olimpico e mi conferma che sono sulla strada giusta. Ho avuto buone sensazioni per tutta la durata della gara, sia nelle qualificazioni, sia nella finale. Qualche errore c’è stato, ma ho tutto il tempo di correggere la preparazione e arrivare in Giappone ancora più carico e pronto. Condivido questa medaglia con tutta la mia squadra, con La Federazione e l’Arma dei Carabinieri, sempre al mio fianco insieme ai miei sponsor, e ultimi, ma non per importanza, con la mia famiglia e la mia ragazza Samara”.

Terzo sul podio il cipriota Nicolas Vasiliou con 43/50.

Meno fortunato Gabriele Rossetti, Campione Olimpico a Rio 2016 e fresco Campione Europeo proprio qui ad Osijek poco più di due settimane fa. Il poliziotto di Ponte Buggianese (PT) è riuscito a strappare un biglietto per la finale dopo un lunghissimo spareggio con 123/125 + 22, ma nella corsa alle medaglie si è dovuto arrestare in quinta posizione con 25/30.

Al maschile la classifica provvisoria è guidata dal francese Nicolas Lejeune, ventiduenne di Saint Cheron quest’anno settimo alla Coppa del Mondo di Lonato del Garda (BS) ed al Campionato Europeo di quindi giorni fa, unico a non aver sbagliato nulla ed essere andato a riposo con un perfetto 75/75. Con un solo piattello di ritardo lo tallonano i nostri Gabriele Rossetti (Fiamme Oro) di Ponte Buggianese (PT), Campione Olimpico a Rio 2016 e Campione Europeo quest’anno proprio qui ad Osijek, e Tammaro Cassandro (Carabinieri) di Caserta (CE), argento Mondiale nel 2019 a Lonato del Garda (BS), entrambi arrivati al punteggio di 74/75. I

Lontano dalle vetta della classifica Domenico Simeone (Fiamme Oro) di Baia e Latina (CE), che che con lo score di 121/125 si è dovuto accontentare della quattordicesima piazza.

Al femminile Diana Bacosi (Esercito) di Cetona (SI), Campionessa Olimpica a Rio 2016 e Campionessa del Mondo nel 2019 a Lonato del Garda (BS), ha centrato l’obiettivo dell’ingresso in finale meritandosi il quarto dorsale con il punteggio di 118/125 (+1), ma ha mancato il podio fermandosi al quinto posto con 24 su 30.

Lontane della finale Chiara Cainero (Carabinieri) di Cavalicco di Tavagnacco (UD), ventunesima con 114/125, e Chiara Di Marziantonio (Esercito) di Cerveteri (RM), trentaquattresima con 110/125.

Raggiante il Ct Andrea Benelli “Faccio i miei migliori complimenti a Tammaro (Cassandro, ndr) che è stato grandioso, ma voglio riservarne anche per Gabriele (Rossetti, ndr), anche stavolta autore di un gran punteggio, e Diana (Bacosi, ndr), che conquistando la finale hanno dimostrato di aver raggiunto un ottimo stato di forma”.

Concluso il capitolo delle gare individuali, domani si gareggerà per le squadre. Ai punteggi ottenuti fino ad oggi si sommeranno due serie (50 piattelli) per ogni tiratore ed i migliori quattro teams si sfideranno nei duelli per le medaglie, in programma a partire dalle 16.30.

RISULTATI

Skeet Maschile: 1° Tammaro CASSANDRO (ITA) 124/125 (+11) – 55/60 (+2); 2° Federico GIL (ARG) 124/125 (+34) – 55 (+1); 3° Nicolas VASILIOU (CYP) 123/125 (+21) – 43/50; 4° Sven KORTE (GER) 124/125 (+3) – 34/40; 5° Gabriele ROSSETTI (ITA) 123/125 (+22) – 25/30; 6° Nicolas LEJEUNE (FRA)124/125 (+33) – 15/20;  14° Domenico SIMEONE (ITA) 121/125.

Skeet Femminile: 1^ Zilia BAYTYRSHINA (RUS) 117/125 (+3+6) – 56/60; 2^ Francisca CROVETTO CHADID (CHI) 117/125 (+4) – 53/60; 3^ Victoria LARSSON (SWE) 119/125 (+) – 42/50; 4^ Emmanuela KATZOURAKI (GRE) 118/125 (+4) 31/40; 5^ Diana BACOSI (ITA) 118/125 (+1) – 24/30; 6^ Alexandra JARMOLINSKA (POL) 118/125 (+3) – 11/20; 21ª Chiara CAINERO (ITA) 114/125; 34ª Chiara DI MARZIANTONIO (ITA) 110/125.

 

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta