Ludovico Fossali e Laura Rogora portano l’Italia sotto i riflettori della tappa di Coppa del Mondo di Lead e Speed che si è svolta a Villas in Svizzera. I due climber italiani hanno ottenuto ottimi risultati dimostrando un eccellente stato di forma. Alcuni buoni piazzamenti sono arrivati anche dal resto della giovane compagine azzurra.

Dopo il 4° posto in occasione del Campionato Europeo, Ludovico Fossali replica nella prima tappa di Coppa del Mondo Speed sfiorando il podio. Il climber originario di Vignola, già campione del mondo U20 lo scorso anno, ha dato un segno tangibile delle sue qualità fino ad arrivare a contendersi la finale per il 3° e 4° posto con il russo Vladislav Deulin a cui ha dovuto cedere la medaglia di bronzo. Ottime le prestazioni anche per Leonardo Gontero al 7° posto davanti al russo Georgy Artamonov e Gianluca Zodda (11°) che ha sfiorato l’accesso ai quarti di finale. In campo femminile invece nessuna delle azzurre è riuscita a superare la fase di qualificazione.

Le climber italiane però si sono fatte valere nella Lead. Eccezionale, infatti, il risultato per la 16enne Laura Rogora che, dopo aver piazzato il punteggio più alto nelle semifinale al fianco della veterana Jain Kim, ha gareggiato nella finale della sua prima tappa di Coppa del Mondo Lead. Per la giovane climber romana il week end svizzero si è chiuso con un 6° posto lasciandosi alle spalle l’austriaca Hannah Schubert (7°) e la francese Mathilde Becerra (8°). Tra gli uomini il migliore è stato Stefano Ghisolfi terminato all’11° posto della classifica generale ad un solo punto di distacco dal giapponese Keiichiro Korenaga e dallo svedese Hannes Puman.

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.