Coppa del Mondo Trap ad Almaty, azzurri fuori dal podio

2008_pechino_tiro_34Si è conclusa la 2ª Prova di Coppa del Mondo e l’ultima vittoria la conquista Alberto Fernandez, Campione del Mondo ed Europeo nel 2010, nel Trap, disciplina che regala poche soddisfazioni all’Italia dopo il filotto, i giorni precedenti, nelle altre due specialità.
Nei giorni precedenti Jessica Rossi non è riuscita ad andare oltre il 5° posto, mentre ieri la squadra maschile piazza ben due tiratori nel round decisivo, ma non arriva al podio. Quello ad andarci più vicino è stato Mauro De Filippis. Il poliziotto di Taranto ha sfiorato la perfezione in tutte le tre serie di qualificazione e con 122/125 è rientrato nel sestetto dei migliori. Con un perfetto 15/15 l’azzurro si è trovato a dover spareggiare per il medal match più ambito con lo spagnolo e con lo slovacco, ma un sue errore al terzo piattello ha lasciato campo libero ai due, relegandolo al medal match per il bronzo contro Fehaid Aldeehani.
Nello scontro diretto tutto va bene fino al sesto piattello. A questo punto un black out dell’azzurro, che manca tre piattelli in fila, facilita il lavoro all’avversario kuwaitiano medaglia di bronzo ai Giochi di Londra 2012, spianandogli la strada verso il sesto posto. Il punteggio finale premia quest’ultimo con 14 a 11.
L’altro azzurro in semifinale è stato Massimo Fabbrizi (Carabinieri) di Monteprandone (AP), anche lui con lo score di 122. Per l’argento di Londra 2012 i problemi sono iniziati con uno zero nel quinto turno di tiro, seguito a ruota da un altro errore nel sesto (in gergo “bicicletta) e da uno nel nono. Con il parziale di 12/15 non accede ai medal matches e finisce in 5ª piazza.
Il giorno precedete la Campionessa Olimpica Jessica Rossi aveva fatto un po’ fatica a trovare il ritmo giusto. Dopo il 22 della prima serie ed il 23 della seconda, sapeva che per avere qualche possibilità di entrare nella semifinale sarebbe servito un en-plein. Sfoderando la classe che la contraddistingue, con un perfetto 25/25 centrava l’obiettivo. Purtroppo, tre zeri nei primi cinque piattelli della corsa ai medal matches hanno compromesso le sue ambizioni di vittoria, ma con lo score di 10/15 si è trovata a spareggiare per la conquista dell’ultimo pass per il medal match per il bronzo. Uno shoot-off lunghissimo, in cui la poliziotta emiliana si è scontrata ad armi pari con la Cormenier fino al diciassettesimo turno di tiro. A questo punto un suo errore ha deciso il duello a favore della francese, fermandola in quinta posizione.
Buona la prova delle altre due giovani azzurre in gara. Martina Bartolomei, ventitreenne toscana di Arezzo, ha sfiorato la semifinale per un piattello e con lo score di 69/75 ha chiuso in 10ª posizione. Poco più indietro la diciassettenne abruzzese Alessia Iezzi di Manoppello (PE), 22ª con 64.

RISULTATI
Trap Maschile: 1° Alberto Fernandez (ESP) 122 – 15 (+3) – 13 (+4); 2° Erik Varga (SVK) 120 (+2) – 15 (+3) – 13 (+3); 3° Fehaid Aldeehani (KUW) 122 (+2) – 14 – 14; 4 ° Mauro De Filippis (ITA) 122 – 15 (+2) – 11;  5° Massimo Fabbrizi (ITA) 122 – 12; 6° Alexey Alipov (RUS) 122 – 12; 16° Giovanni Pellielo 117.
Trap Femminile: 1ª Zuzana Stefecekova (SVK) 72/75 – 13/15 (+7) – 14/15; 2ª Tatiana Barusk (RUS) 73 – 13 (+7) – 11; 3ª Fatmia Glavez (ESP) 71 – 13 (+6) – 12; 4ª Carole Cormenier (FRA) 73 – 10 (+18) – 9; 5ª Jessica Rossi (ITA) 70 – 10 (+17); 6ª Satu Makela-Nummela (FIN) 72 – 10 (+3); 10ª Martina Bartolomei (UAT) 69; 22ª Alessia Iezzi (ITA) 64.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.