Coppa del Mondo Trap-Skeet a Malta, vince Hancock, Rossetti di bronzo

In una gara pesantemente condizionata dal vento. Lontani dalla vetta gli altri due italiani in gara.

Coppa del Mondo Trap-Skeet a Malta, vince Hancock, Rossetti di bronzo

Siggiewi (MLT) – Gabriele Rossetti conquista il bronzo nella Terza Prova di Coppa del Mondo in svolgimento a Malta. Il poliziotto di Ponte Buggianese, Campione Olimpico a Rio 2016 e Campione del Mondo in carica grazie all’oro centrato nella rassegna iridata dello scorso anno a Mosca, è salito sul podio dimostrando per l’ennesima volta il suo immenso talento.

In una gara pesantemente condizionata dal forte vento che ha sferzato le pedane in questi giorni, l’azzurro è riuscito a conquistare il sesto dorsale della finale con il punteggio di 121/125 +1 in qualifica ed ha poi risalito la classifica fino alla terza posizione con il punteggio di 45/50. Meglio di lui solo il bicampione olimpico statunitense Vincent Hancock, oro con 56/60, e l’egiziano Azmy Mehelba, d’argento con 54/60.

“E’ stata una gara davvero difficile – ha commentato Rossetti – Il vento era davvero forte ed alcuni piattelli mi sono scappati da sotto il naso prendendo delle traiettorie assolutamente imprevedibili. Fortunatamente l’esperienza mi ha permesso di recuperarne qualcuno e di arrivare comunque a podio

Lontani dalla vetta gli altri due italiani in gara.

Dopo il 46 di ieri Riccardo Filippelli (Esercito) di Pistoia oggi non è riuscito a restare incollato al gruppo di testa e, seppur con un prestazione in crescendo iniziata con un 22/25 e proseguita con i successivi 23 e 24, si è dovuto accontentare della 37ª posizione con 115/125.

Lontanissimo dalla vetta Tammaro Cassandro (Carabinieri) di Capua (CE), già consapevole che il 38/50 di ieri non gli avrebbe dato la possibilità di sperare nella qualificazione. Con il 68/75 concretizzato oggi ha terminato la sua esperienza maltese con lo score di 106 e la 72ª piazza.

“Due piazzamenti in finale ed una medaglia di bronzo sono un buon risultato – ha chiosato il Direttore Tecnico italiano Andrea Benelli – Non è stato facile per nessuno gareggiare in condizioni così proibitive, anche se in qualche caso mi aspettavo una reazione un po’ più efficace. Nei prossimi mesi ci aspettano gare molto importanti e sfrutteremo tutto il tempo a nostra disposizione per preparaci al meglio per il nostro obiettivo principale, ovvero il Mondiale in Korea con le prime Carte Olimpiche per Tokio 2020”.

Archiviato il capitolo Skeet, domani l’impianto del “Ta’ Kandja Shooting Complex” di Siggiewi si trasformerà nel regno della Fossa Olimpica, con i tiratori impegnati negli allenamenti ufficiali.

A dirigere i lavori sarà il Direttore Tecnico Pera, che per l’occasione ha deciso di convocare Emanuele Buccolieri (Fiamme Oro) di San Pancrazio (BR), Massimo Fabbrizi (Carabinieri) di Monteprandone (AP) e Govanni Pellielo (Fiamme Azzurre) di Vercelli, in gara nella classifica maschile, e Alessia Iezzi (Carabinieri) di Manoppello (PE), Jessica Rossi (Fiamme Oro) di Crevalcore (BO) e Silvana Stanco (Fiamme Fialle) di Wintethur (SUI) in gara in quella femminile.

La competizione vera e propria inizierà lunedì 11 con i primi 75 piattelli di qualifica per le donne.

RISULTATI

Skeet Maschile:. 1° Vincent HANCOCK (USA) 123/125 – 56/60; 2° Azmy MEHELBA (EGY) 121/125 (+5) – 54/60; 3° Gabriele ROSSETTI (ITA) 121/125 (+1) – 45/50; 4° Anton ASTRAKHOV (RUS) 124/125 – 33/40; 5° Yaroslav STARTSEV (RUS) 122/125 – 26/30; 6° Eric DELAUNAY (FRA) 121/125 (+6) – 16/20; 37° Riccardo FILIPPELLI (ITA) 115/125; 72° Tammaro CASSANDRO (ITA) 106/125.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.