Coppa Italia Boulder, a Ivrea successi di Bombardi e Ebner

Una foto d’archivio dei Campionati Europei Giovanili con Stefano Ghisolfi (3^) e Marcello Bombardi (2^) sul podio

Lo stadio della Canoa di Ivrea ha ospitato domenica 16 giugno, la seconda tappa Coppa Italia di Boulder. Sullo sfondo degli Eporedia Active Days, circa settanta atleti tra donne e uomini, si sono sfidati in quello che può essere considerata la vera partenza della challenge della Federazione per il boulder, essendo la gara di Milano al Way Out giunta in una fase della preparazione molto anticipata (metà aprile).
Con Ivrea, invece, la stagione entra nel vivo anche se, per quanto riguarda i blocchi, toccherà attendere agosto per la terza prova, a Gressoney; conclusione poi, dopo la quarta prova di Milano e gli italiani di Modena, a Bassano.
Tra gli uomini si è imposto l’azzurro Marcello Bombardi (B-Side Torino), già secondo un mese fa al Way Out e leader incontrastato della generale, proprio grazie al successo di domenica, con 180 punti. Alle spalle del 19enne torinese si è piazzato l’altoatesino Micheal Piccolruaz (AVS Sektion Meran) e Stefano Ghisolfi (Fiamme Oro), grande protagonista al Melloblocco ma non ancora in grado di ritrovare la strada del successo quando si tratta di competizioni ufficiali. Proprio l’azzurro, che ha ricevuto l’invito internazionale per i World Games ad agosto in Colombia e che lo scorso anno è stato il nostro miglior atleta in Coppa del Mondo Lead, rappresenta per il momento la nota stonata di una stagione agonistica iniziata in sordina per l’arrampicata italiana. Sempre protagonista in campo giovanile, come ha anche confermato la prima prova di Coppa Europa ad Edimburgo, ma incapace di regalare soddisfazioni nella Coppa del Mondo Boulder, giunta ormai ad un passo dalla conclusione (manca solo la prova di Monaco). L’unico azzurro in grado di approdare ad una semifinale e “rischiare” anche di gareggiare in finale è stato Stefan Scarperi ad Innsbruck (settimo). Lo stesso Scarperi nella prova di Coppa Italia ad Ivrea non è andato però oltre il quarto posto.
Tra le donne si è imposta con buona autorevolezza Andrea Ebner (AVS Sektion Brixen), capace di alternare prestazioni di livello ad altre sconfortanti, troppo spesso quest’ultime in Coppa del Mondo. Andrea, forte della vittoria ad Ivrea dopo quella di Milano, è saldamente in testa alla generale con 200 punti. Staccata, in Piemonte e nella classifica complessiva di Coppa, segue Martina Zanetti (Arco Climbing). Nella gara di Ivrea, è forse questa può essere indicata come la vera buona notizia della giornata, si è rivista sul podio Alexandra Ladurner (AVS Sektion Meran), già campionessa del mondo juniores e finalmente tornata ad un livello agonistico competitivo dopo oltre un anno di assenza. Prima però di cullare illusioni riguardo il suo effettivo stato di forma, è meglio attendere i prossimi appuntamenti, il primo dei quali, in Italia, con la prova di Coppa Italia a Sondrio, il 7 luglio.

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.