Coppa Mondo Lead, Bombardi a Chamonix sorprende tutti e vola all’oro

A Chamonix il climber modenese conclude nel migliore dei modi una gara dominata fin dalle prime battute, regalando all’Italia il metallo più pregiato per la prima volta in questa edizione 2017.

Coppa Mondo Lead, Bombardi a Chamonix sorprende tutti e vola all’oro

E’ una stagione sicuramente da ricordare questa per Marcello Bombardi, climber modenese del Centro Sportivo Esercito, Campione italiano Lead 2011 e sesto agli ultimi Campionati Europei di Campitello di Fassa (TN), nato a Casinalbo ma trasferitosi a Torino per allenarsi e crescere come atleta. Prima di tutto per il successo di ieri in Francia, in una prova di Coppa del Mondo Lead (la seconda) ricca di avversari importanti e in una delle sede storiche dell’arrampicata sportiva mondiale.
Poi perché con questi risultati (il sesto posto nel Campionato Europeo di Campitello e l’oro di ieri in Coppa del Mondo) sta sconvolgendo le classifiche di merito e rendimento italiane, scalzando dal cuore degli appassionati Stefano Ghisolfi, atteso ancora ad una completa maturazione.
Se il 24enne modenese (compirà gli anni tra meno di un mese, l’8 agosto) si confermerà su questi livelli anche nei prossimi mesi e, soprattutto, si farà trovare pronto nella necessaria evoluzione richiesta dalla specialità in vista delle qualificazioni olimpiche (combinata), l’azzurro, già consigliere federale per il quadriennio 2017_2020, potrebbe essere lui l’uomo nuovo dell’arrampicata italiana. Nonostante la sua età ormai non verde per questo sport. In realtà proprio l’esperienza e la pazienza sono una delle qualità maggiori di questo ragazzo che ieri ha sconvolto il ranking internazionale e messo alle sue spalle due giapponesi (finora dominatori del circuito.. e non è un caso) e il campione europeo Desgranges.
Bombardi conclude nel migliore dei modi una gara che lo ha visto ai vertici fin dalle prime battute; al termine di una finale maschile combattuta fino alla fine, nella quale ha superato i due giapponesi Keiichiro Korenaga e Yuki Hada, rispettivamente al secondo e terzo posto, scalzando dal podio uno dei principali candidati alla vittoria, il forte francese Romain Desgranges. Ottima prova anche per l’altro azzurro in gara, Stefano Ghisolfi, che dopo aver concluso le Semifinali in prima posizione si deve accontentare del settimo posto, mentre Francesco Vettorata sfiora per un soffio l’ingresso in finale, terminando nono.
Tra le donne, la spedizione italiana piazza in semifinale due atlete, Laura Rogora e Jenny Lavarda, che non avanzano al turno successivo chiudendo al 23esimo e 24esimo posto. La gara va alla mostruosa Janja Garnbret, che mette al collo il secondo Oro consecutivo dopo Villars, seguita dalla coreana Jain Kim e dalla belga campionessa europea Anak Verhoeven.
La Coppa del Mondo Lead continuerà il 28 e 29 luglio, sempre in Francia, con gli Azzurri impegnati a Briançon per dar seguito agli ottimi risultati delle ultime prove.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.