Coronavirus – Sei Nazioni 2020, spostati tutti gli incontri in Italia del 14 marzo

Il Sei Nazioni non si ferma e non annulla alcun incontro. Come accaduto in altre occasioni le partite rimandate si giocheranno quando si potrà. Il Torneo più antico del mondo non ha fretta..

Coronavirus – Sei Nazioni 2020, spostati tutti gli incontri in Italia del 14 marzo

Il Sei Nazioni ha preso nota del decreto del Governo Italiano del 4 marzo relativo agli eventi sportivi nel Paese. E’ stata assunta la decisione di posticipare tutti i tre incontri tra Italia e Inghilterra (Maschile, Femminile, U20) previsti nel weekend del 13-15 marzo, con l’intenzione di riprogrammarli in data successiva.

Sulla base delle informazioni attualmente disponibili, tutti gli altri incontri di Sei Nazioni continuano a rimanere calendarizzati come previsto. Come precedentemente dichiarato, Sei Nazioni intende garantire la disputa di tutti i quindici incontri dei tre Tornei quando il tempo lo permetterà. Non verranno fatti annunci circa la ricalendarizzazione mentre si continua a monitorare la situazione.

Il Sei Nazioni continuerà a seguire gli sviluppi insieme alle proprie Federazioni membre, i rispettivi governi e le autorità sanitarie e sosterrà ogni misura preventiva assunta nell’interesse della salute pubblica in relazione al Coronavirus, nel rispetto delle istruzioni fornite dalle autorità governative e alle organizzazioni sanitarie.

La Federazione Italiana Rugby comunicherà appena possibile informazioni relative alla biglietteria di Italia v Inghilterra maschile, gara originariamente prevista sabato 14 marzo allo Stadio Olimpico di Roma.

Alla luce di questa comunicazione l’avventura della Nazionale nel Sei Nazioni 2020 per ora si ferma qui, visto che anche l’incontro con l’Irlanda, a Dublino, previsto per il 7 marzo, è stato spostato a data da destinarsi per volere del Ministero della Salute Irlandese.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.