Criterium Nazionale Giovanile Tiro a Volo, la carica dei trecento

Come di consueto, il Criterium Nazionale Giovanile Tiro a Volo si è concluso con una grande festa di sport e di passione. Al Tav Valle Aniene di Roma sono arrivati in 296 in rappresentanza di 18 Regioni Italiane, ovvero tutto lo stivale. Un tripudio di colori, dal giallo dei portacolori della Lombardia, passando per il verde di quelli dell’Umbria o all’arancione dei padroni di casa del Lazio, arrivando fino al rosso dei siciliani, che ha animato una giornata resa grigia da un tempo non troppo clemente.
La passione, quella vera, non ha certo paura di due gocce – ha commentato un soddisfatto Paolo Fiori, Vice Presidente della Fitav e delegato all’attività del Settore Giovanile –. Questa energia è quanto di più bello si sia nello sport. La Federazione conosce bene il valore inestimabile di un buon vivaio e, grazie al lavoro del coordinamento nazionale e di quello delle singole realtà regionali, abbiamo ottenuto risultati eccezionali”.
Per quanto riguarda la gara vera e propria, per la Fossa Olimpica il podio dei tiratori di qualifica Junior ha premiato come migliore Diego Valeri di Artena (RM). Per arrivare all’oro il tiratore delle Fiamme oro ha dovuto affrontare nel medal match il compagno di squadra Antonio Michael Torsello di Surbo (LE). Chiusi i 15 piattelli regolamentari con 12/15, i due hanno proseguito con lo shoot-off, vinto dal laziale con +4 a +3. Terzo sul podio Gianluigi Sorrentino di Angri (SA), vittorioso per 12 a 9 nel medal match per il bronzo contro Andrea Boeri di Casarza Ligure (GE).
Tra le Junior, l’oro è stato conquistato dall’Umbra Federica Aquilini di Terni, salita sul gradino più alto del podio dopo aver regolato con 9 a 8 la piemontese Michaela Borgia di Bagnolo Piemonte (CN), medaglia d’argento. Medaglia di bronzo per la pugliese Maria Lucia Palmitessa di Monopoli (BA), che con 11 a 10  ha avuto ragione dell’abruzzese Alessia Iezzi di Manoppello.
Per quanto riguarda le altre qualifiche, in gara con il vecchia formula della qualificazione più finale a 25 piattelli, tra gli Allievi l’oro è stato appannaggio del siciliano Vincenzo Triscari di Naso (ME), primo con 72/75 davanti al veneto Victor Baretta, secondo con 70, e al corregionale Massimo Morabito, terzo con 69. Tra le Allieve la migliore in pedana è stata la toscana Isabella Cristiani di Pisa, che chiusa la finale con 64/75, pari merito con la piemontese Cecilia Gallareto, si è presa l’oro nello spareggio con un veloce +1 a +0. Bronzo per l’emiliana Giulia Grassia con 61.
Chiudere i poi della specialità ci hanno pensato Nino Cuomo di Cancello ed Arnone (CE), oro tra le Giovani Speranze con 69/75, Piergiuseppe Gaggioli di Martina Franca (TA), primo tra gli Esordienti Maschili con 67/75, ed Elisa Tagliani di Castel Goffredo (MN), migliore tra le Esordienti Femminili con 60/75.
Passando allo Skeet, il gradino più alto del podio degli Juniores è stato appannaggio di Gabriele Rossetti (Fiamme Oro) di Ponte Buggianese (PT). Per arrivare all’oro il toscano, fresco Campione Europeo, ha dovuto affrontare il compagno di squadra Domenico Simeone (Fiamme Oro) di Baia e Latina (CE), Campione del Mondo Juniores in carica. I due hanno offerto uno spettacolo decisamente appassionante al pubblico presente. Infatti, chiuso il medal match con un identico 15/16, hanno proseguito lo scontro nello spareggio, vinto da Rossetti con +11 a +10. Con loro sul podio anche Edoardo Aloi di Castel di Guido (RM).
Per il comparto delle Junior femminili la vetta del podio è stata occupata da Chiara Di Marziantonio (Fiamme Oro) di Cerveteri (RM), già medaglia di bronzo ai Mondiali Juniores 2013, salita sul gradino più alto dopo aver regolato Gloria Mantuano di Priverno (LT) con 11/16 +2 nello scontro diretto per l’oro. Al terzo posto Francesca del Prete di Cisterna di Latina con 12  a 9 su Mabel Dalu di Sinscola (NU).
A due passi dalla perfezione si è fermato Elia Sdruccioli tra gli Allievi . Il tiratore di Ostra (AN), tesserato con la Forestale, ha meritato l’oro della sua classifica con un ottimo 73/75 davanti a Cristian Ciccotti, argento con 71, e a Erik Pittini, bronzo con 69.
D’oro anche la prestazione di Vitangelo Simonetti di Statte (TA), primo tra gli Esordienti con 57/75, e di Giada Longhi di Roccaranieri (RI), unica concorrente per il comparto delle Esordienti.
Per il Double Trap, Lorenzo Belei (Fiamme Oro) di Bonsciano Trestina (PG) ha affrontato Andrea Vezzoli di Rovato (BS) nel medal match per l’oro della qualifica Juniores e si è meritato la medaglia più preziosa con un netto 25 a 20. Medagli di bronzo, invece, per Andrea Vescovi (Fiamme Oro) di Città di Castello (PG) con 28 a 26 su Ignazio Tronca (Fiamme Oro) di Roma.
Tra gli Allievi, Rocco Bellavia di Caltanissetta è risultato il migliore con il totale di 75/90, alle cui spalle si sono piazzati Umberto Onofrio Pagnotta di Caltanissetta e Pietro Martinelli di Artogne (BS), rispettivamente argento e bronzo con 71 e 70.
Infine, Jacopo Duprè De Foresta è salito sul gradino più alto del podio degli Esordienti con 71/75.
Per quanto riguarda la Coppa Italia “Memorial Italo Mastangelo”, il Trap Concaverde si è aggiudicato il trofeo per la Fossa Olimpica Maschile, il Tav Conselice per la Fossa Olimpica Femminile, ed il Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro per lo Skeet Maschile e per il Double Trap.
Con questa gara si è chiuso il percorso di qualificazione per la finale del Campionato Italiano del Settore Giovanile che si svolgerà a Lonato del Garda il prossimo 6 settembre – ha spiegato il Coordinatore del Settore Giovanile Fitav Alberto Di Santolo –. Il crescente numero dei partecipanti ( nel 2013 furono 283, ndr) testimonia l’apprezzamento del lavoro fatto dall’intero staff del Settore, dandoci più energia per fare ancora meglio in futuro”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.