Prima giornata di gare per la paracanoa ai Giochi Paralimpico di Tokyo. Tutti e quattro gli azzurri sono scesi in acqua nella notte di giovedì 2 settembre per le batterie di qualificazione, ottenendo i pass per le semifinali. Domani si torna in acqua per le prime medaglie nel KL2 e KL3 maschile e nel VL2 femminile.

Federico Mancarella nel KL2 200 chiude al terzo posto la sua batteria in 43.975, a 0.387 dal neozelandese Scott Martlew, bronzo agli ultimi mondiali del 2019, che con il miglior tempo di 43.588 accede direttamente alla finale. L’atleta del Canoa Club Bologna tornerà in acqua stanotte nella seconda semifinale prevista alle ore 3.05 italiane per guadagnarsi una corsia per la finale. Forte dell’esperienza maturata con il 5° posto di Rio de Janeiro il bolognese, classe 1992, arriva all’appuntamento Paralimpico con risultati di prestigio: nel 2019 ha conquistato la medaglia d’argento ai Mondiali e in coppa del mondo, oltre al bronzo agli Europei. Quest’anno a Poznan, in Polonia, nella rassegna continentale si è presentato dopo la pandemia conquistando subito la medaglia di bronzo. Dovrà affrontare l’imbattuto campione di Rio Curtis McGrath, l’australiano ha vinto il titolo mondiale negli ultimi quattro anni e l’austriaco Markus Swoboda ha vinto l’argento ai Giochi del 2016.

Nel KL3 200  Kwadzo Klokpah si classifica al sesto posto nella prima batteria in 44.217, a 3.441 dal miglior tempo dell’ucraino Serhii Yemelianov. Anche l’azzurro  della Canottieri Lecco sarà in gara domani prima semifinale di domani alle 3.12.  L’atleta originario del Ghana, 33 anni, ha avuto il merito di farsi trovare pronto anche se il suo sarà un compito proibitivo in una specialità davvero competitiva. Dal 2017 è diventato una habitué delle principali competizioni internazionali: coppa del mondo, mondiali ed europei. Agli ultimi Europei di Poznan lo scorso giugno si è piazzato ottavo. Tra i favoriti per la vittoria finale proprio l’ucraino Yemelianov che ha vinto l’oro a Rio e da allora non ha più perso, proverà ad insidiarlo il brasiliano Caio Ribeiro De Carvalho, bronzo nel 2016 e l’argento continentale, il russo Lenodi Krylov.

Sesto posto nella prima batteria anche per Veronica Silvia Biglia ( CUS Torino) nel VL2 200 che ferma il tempo sul1:15.671. Migliore prestazione per la britannica Emma Wiggs, che va in Finale A con il tempo di 58.084, mentre l’azzurra disputerà le semifinali sempre stanotte alle 2.51. Per l’atleta piemontese, classe ’88, le insidie principali arrivano dalla britannica Emma Wiggs, campionessa iridata 2018-2019, ma anche dalla campionessa europea in carica, la russa Maria Nikiforova, oltre all’australiana vice campionessa del mondo, Susan Seipel.

Eleonora De Paolis nel KL1 200 femminile sfiora l’ingresso diretto in finale staccando il secondo miglior tempo della sua batteria in 57.659, ad appena cinque decimi dalla cilena Katherinne Wollermann, che vince in 57.121. Sabato l’azzurra del Circolo Canottieri Aniene affronterà invece le semifinali alle ore 2.37 in Italia. Classe 1986 l’atleta laziale è alla seconda esperienza paralitica dopo aver partecipato nel 2016 con la nazionale di canottaggio. Arriva a Tokyo con ottimo bagaglio di risultati e prestazioni: nel 2019 è medaglia d’argento sia in Coppa del Mondo che all’Europeo, nella rassegna continentale di quest’anno si è ripetuta conquistando il secondo gradino del podio. Dovrà vedersela contro l’esperienza e la classe della campionessa di Rio, la britannica Janette Chippington, alla sue settima paralimpiade in diverse discipline. Sorvegliata speciale l’ucraina Matyna Mazhula, medaglia d’oro ai Mondiali del 2018 e 2019, nonché campionessa europea in carica. Oltre alla tedesca Edina Muller, argento a Rio e vice campionessa mondiale nel 2019, che ha già un posto in finale.

GLI AZZURRI IN GARA

Veronica Biglia – VL2 200 metri 

Semifinal – 3/9/21 h. 2.51
Final – 3/9/21 h. 4.02

Federico Mancarella – KL2 200 metri 

Semifinal – 3/9/21 h. 3.05
Final – 3/9/21 h. 4.18

Kwadzo Klokpah – KL3 200 metri 

Semifinal – 3/9/21 h. 3.12
Final – 3/9/21 h. 4.44

Eleonora De Paolis – KL1 200 metri 

Semifinal – 4/9/21 h. 2.37
Final – 4/9/21 h. 3.48

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta