Cronache Universiade Trentino: un mercoledì senza acuti

Cronache Universiade Trentino: un mercoledì senza acuti
E' il momento del freestyle alle Universiadi in Trentino (foto Mosna)

E’ il momento del freestyle alle Universiadi in Trentino (foto Mosna)

CURLING MASCHILE: NORVEGIA QUARTA SEMIFINALISTA
- E’ la Norvegia la quarta semifinalista del torneo di curling maschile della Winter Universiade Trentino 2013. La squadra scandinava, che aveva chiuso il round robin al quarto posto a pari merito con gli Stati Uniti, ha vinto lo spareggio (tie-braker session) contro la formazione americana, superata con il punteggio di 4 a 3.

RUSSIA DOMINA NEL BIATHLON
- Russia imprendibile mercoledì 18 nella staffetta mista di biathlon durante la XXVI Universiade Invernale Trentino 2013, prova che ha regalato il dodicesimo oro della rassegna alla nazionale russa. A Lago di Tesero la squadra composta da Larisa Kuznetsova, Tatiana Semenova, Sergei Kliachin e Aleksandr Pechenkin ha letteralmente annientato gli avversari chiudendo sul primo gradino del podio la gara (2 frazioni femminili da 6km l’una, seguita da due frazioni maschili da 7,5km) davanti a Ucraina (Iryna Varvynets, Iana Bondar, Vitaliy Kilchytskyy e Dmytro Pidruchny) e Repubblica Ceca (Jitka Landova, Kristyna Cerna, Michal Zak e Tomas Krupcik).

SLOPESTYLE – STATI UNITI E FINLANDIA D’ORO  – L’americana Alexis Keeney e il finlandese Kalle Leinonen hanno vinto sul Monte Bondone la gara di Slopestyle, specialità che ha fatto il suo esordio assoluto nel programma delle Universiadi proprio alla Winter Universiade Trentino 2013. La prova era stata inserita nel calendario della rassegna turca del 2011, ma era stata cancellata per le avverse condizioni atmosferiche.
Sul podio, entrambi terzi, sono saliti anche sciatori di Paesi che si affacciano sul mare: la californiana Katia Souze, che è anche surfista, ed il 27enne olandese Janne Van Enckevort. Le due medaglie d’argento, invece, sono andate alla svizzera Fabienne Werder e al polacco Szczepan Karpiel.
Classifica Slopestyle maschile: http://winteruniversiade2013.sportresult.com//HIDE/en/-60/Root/ViewPdf/FRM070100_C73S_1.0.pdf
Classifica Slopestyle femminile: http://winteruniversiade2013.sportresult.com//HIDE/en/-60/Root/ViewPdf/FRW070100_C73S_1.0.pdf

GIGANTE FEMMINILE – GASIENICA PORTA l’8° ORO ALLA POLONIA
Maryna Anna Gasienica-Daniel ha regalato un’altra medaglia d’oro, l’ottava, alla Polonia nella XXVI Winter Universiade Trentino 2013. La 19enne polacca si è infatti aggiudicata lo slalom gigante femminile nello Skistadium Alloch di Pozza di Fassa con il tempo di 1’50”99, staccando di 24 centesimi l’austriaca Michelle Morik e di 55 centesimi la svedese Elaine Veronica Smedh.
La sciatrice di Zakopane, che frequenta l’Accademia of Physical Education di Katowice, ha costruito il successo grazie ad una strepitosa prima manche, nella quale ha conquistato la leadership precedendo di 49 centesimi l’austriaca Morik.
Nella seconda frazione la Gasienica-Daniel ha sciato con grande determinazione, pur perdendo qualche centesimo nella parte centrale: l’ottavo tempo di manche le ha permesso comunque di conquistare la medaglia d’oro e di esultare veementemente nel parterre di Pozza di Fassa.
E nel suo successo della Gasienica-Daniel c’è anche un po’ d’Italia, visto che il suo allenatore è il torinese Mauro Timon.
Grandioso – ha esclamato la vincitrice -. Sono la persona più felice del mondo. Una vittoria importantissima, che voglio dedicare a tutte le persone che mi sono vicine, prima fra tutte mia sorella, la prima che mi ha abbracciato sul traguardo. Non è stata una gara facile anche perché questo tracciato è davvero impegnativo, ma sono riuscita a restare concentrata e a trovare il ritmo giusto. Questa Universiade si sta rivelando un’esperienza meravigliosa, con un’atmosfera gioiosa e spontanea e con una grande organizzazione
In chiave azzurra la migliore è risultata la ligure Valentina Cillara Rossi, che si è presa la soddisfazione di stabilire il miglior tempo nella seconda manche, riuscendo così a risalire dall’undicesimo all’ottavo posto. Decima quindi l’altoatesina Lisa Pfeifer mentre la milanese Giulia Borghetti, oro in superG a Trentino 2013, ha chiuso in 12ima piazza; poco dietro, 15ima la ligure Elena Re, ventiduesima l’altra altoatesina Carmen Geyr.
Valentina Cillara Rossi: “Meglio la seconda manche della prima, ma quest’anno non sto sciando come vorrei. In allenamento vado forte e quando sono al cancelletto non riesco a tirar fuori la cattiveria necessaria ed incappo sempre in errori banali. Devo lavorare su questo aspetto. Alla fine l’ottavo posto è un buon risultato, ma potevo fare di più. Mi rimane la gioia di aver partecipato a queste Universiadi. E’ tutto ben organizzato con il parterre movimentato, ciò che nelle varie competizioni Fis non accade”.
Classifica: http://winteruniversiade2013.sportresult.com/fisu/en/-60/Root/ViewPdf/ASW030102_C73C_1.0.pdf

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.