Datome incontra Pianigiani: “La Nazionale una priorità”

Datome incontra Pianigiani: “La Nazionale una priorità”

Gigi Datome, Simone PianigianiLa prima bella (ed unica) notizia del viaggio di Simone Pianigiani negli Usa arriva da Detroit, ed è anche quella più scontata. Gigi Datome ha risposto presente alla Nazionale, confermando un rapporto di amore che lo lega con la maglia azzurra, ben oltre i “suoi” doveri istituzionali: “Al termine della stagione NBA lavorerò individualmente a Detroit, rimanendo in contatto con Francesco Cuzzolin per arrivare nelle condizioni migliori al raduno della Nazionale. Ho sempre dimostrato con i fatti il mio amore per la Maglia Azzurra, per me sarà la quattordicesima estate in Nazionale. Farne parte è stupendo ma è anche una responsabilità, quando si veste quella maglia è doveroso rappresentare al meglio il proprio Paese. Siamo un bel gruppo ed è sempre piacevole lavorare con uno staff così competente e con giocatori che hanno il desiderio di migliorare anno dopo anno. In questa stagione NBA credo di aver messo da parte un bagaglio di esperienze importanti: ho assaggiato diverse volte il campo, ho sempre fatto parte della squadra e quindi ho potuto capire dinamiche i ritmi di lavoro. Ogni giorno ho cercato di dare il massimo per essere il più pronto possibile e migliorare sia fisicamente sia tecnicamente. Senza dubbio avrei voluto giocare con maggiore continuità, ma in ogni caso credo che questa estate in Nazionale sarò un giocatore più preparato”.
Non poteva rispondere, a queste parole al miele da parte del giocatore dei Pistons, Simone Pianigiani se non con altre parole al miele, nella speranza che Gigi si presenti effettivamente alla convocazione questa estate: “Incontrare Gigi è stato utile per confrontarci con lui sui programmi estivi e per ribadire ancora una volta la sua presenza in Nazionale. Sapevamo quanto lui fosse attaccato alla maglia Azzurra, era però fondamentale riuscire ad incastrare impegni e programmi della Nazionale con quelli della franchigia di Detroit. Gigi in questi mesi ha lavorato individualmente sotto l’aspetto tecnico e fisico, impressionando positivamente la dirigenza e gli allenatori. Grazie alla sua eccellente etica del lavoro i Pistons ripongono in lui grande fiducia per quello che potrà fare nella NBA.
E’ stato un incontro positivo e fruttuoso, un ulteriore momento di gratificazione per Gigi e per tutti i ragazzi visto che anche lo staff tecnico di Detroit ha elogiato la nostra Nazionale quanto fatto in Slovenia durante l’EuroBasket. Grazie alle prestazioni delle ultime due estati, i ragazzi sono più riconoscibili anche a livello mediatico e questa è una gratificazione che arriva per merito loro e della qualità di ciò che la Fip ha costruito intorno a loro. Tutto questo deve essere una spinta per fare sempre  con la Nazionale, che deve essere sempre più riconosciuta e riconoscibile”.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.