Di Spigno, primo sorriso nel Qatar Open di Tiro a Volo

Di Spigno, primo sorriso nel Qatar Open di Tiro a Volo
Di Spigno, Qatar Open, Double Trap

Di Spigno sul podio in Qatar

Il Qatar Open di Tiro a volo parte sotto la migliore stella per gli azzurri. Sulle pedane del Lusail Shooting Complex di Doha ieri è andata in scena la gara di Double Trap che ha visto il dominio di Daniele Di Spigno, che si è così confermato tra i migliori tiratori al mondo. Approdato alla semifinale con il punteggio di 134/150, l’azzurro si è meritato l’accesso alla finale per l’oro con un quasi perfetto 29/30, mettendo in riga campioni del calibro del medico russo Vasily Mosin, bronzo ai Giochi di Londra 2012 e argento ai Mondiali di Lima 2013, e del suo connazionale Vitaly Fokeev, Campione del Mondo a Zagabria 2006. Nel medal match ha affrontato Fehaid Aldeehani, medaglia di bronzo nel Trap a Londra 2012 e nel Double Trap a Sydeny 2000, e lo ha battuto per 26 a 25. Sul terzo gradino del podio l’inglese Matthew French, vittorioso su Fokeev per 27 a 24.
Sono soddisfatto del risultato – ha spiegato il vincitore –. Questa competizione è un test per verificare il lavoro fatto fino ad ora. Considerando che mancano quasi due mesi al primo appuntamento con la Coppa del Mondo di Tucson, ho tutto il tempo per consolidare lo stato di forma tecnica e fisica e per dedicarmi alle rifiniture”.
Per quanto riguarda gli altri azzurri in gara, Mauro De Filippis (Fiamme Oro) di Taranto ha mancato l’accesso alla semifinale per un solo piattello, fermandosi a quota 133, Andrea Vescovi (Fiamme Oro) di Città di Castello (PG) è arrivato a quota 130, Davide Gasparini (Esercito) di Gabicce Mare (PU) ha totalizzato 129 così come Antonino Barillà (Marina Militare) di Villa San Giuseppe (RC), Emanuele Bernasconi (Forestale) di Palombara (RM) ha chiuso con 128,  Alessandro Chianese (Marina Militare) di Casandrino (NA) con 127 e Ferdinando Rossi (Marina Militare) di Montefalco (PG) a 116.
Oggi giornata dedicata agli allenamenti, mentre le competizioni riprenderanno domani.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.