Il grande momento è arrivato: tra due giorni, il 22 agosto, quasi 650 tra bambini e ragazzi, al Palazzo dei congressi di Salsomaggiore Terme, inizieranno a sfidarsi nel tentativo di vincere i Campionati italiani giovanili di scacchi, che si concluderanno sei giorni dopo, il 28 agosto. I giovanissimi giocatori sono i migliori emersi da un’ampia selezione che ha coinvolto nelle scorse settimane migliaia di ragazzi in tutte le Regioni d’Italia e in numerose città, e che erano a loro volta solo una piccola parte dei circa 100 mila ragazzi che, secondo le stime più attendibili, in Italia prendono lezioni di scacchi a scuola o anche privatamente.

Si svolgeranno ben 13 tornei: due per gli under 8, i bambini con meno di otto anni (un torneo “open”, a partecipazione libera, e uno “femminile”, riservato alle ragazze, suddivisione che vale anche per gli altri tornei); quindi due per gli under 10; due per gli under 12; due per gli under 14, due per gli under 16, due per gli under 18, e un unico torneo per gli under 19. I turni di gioco saranno nove. Verranno garantite rigorosamente le misure di sicurezza sanitaria previste dalle normative, anche attraverso visiere e barriere parafiato. Si potranno conoscere i nomi dei giocatori e seguire i risultati di ogni torneo sul sito www.cigscacchi2021.it, dove saranno disponibili anche molte foto, e che sarà il punto di riferimento per chi vuole saperne di più sulla manifestazione.

Le campionesse e i campioni italiani di ogni categoria avranno diritto ad una borsa di studio che consentirà loro di frequentare nel 2022 i corsi annuali di 60 ore della Scuola Scacchistica Federale e potranno essere convocati ai Campionati Mondiali e/o Europei di categoria.

Il maggior numero di giovani giocatori proviene dalla Lombardia (124), seguono l’Emilia Romagna, la Sicilia e il Piemonte. Prevalgono i maschi, che sono circa tre quarti del totale, ma la presenza di quasi 150 ragazze è molto significativa, e testimonia il grande interesse suscitato dalla serie “La regina degli scacchi”, che ha fatto nascere in molte bambine il desiderio di emulare il personaggio di Beth Harmon.

Si tratta del primo grande evento “in presenza” di carattere nazionale che viene organizzato dalla Federazione scacchistica italiana (Fsi) dopo lo stop forzato causato dalla pandemia. Ed è significativo che per prima cosa ci si rivolga ai giovani e ai giovanissimi, che sono la speranza del movimento italiano: come detto prima, sono circa 100 mila i ragazzi e i bambini che giocano a buon livello, con grande divertimento e benefici a livello scolastico e personale. Le più recenti ricerche scientifiche attestano infatti che gli scacchi possono accrescere il quoziente intellettivo dei giovanissimi (e non solo), accrescono la creatività e la fantasia, migliorano memoria, attenzione e capacità di lettura, e sono utili anche a sviluppare qualità più complesse a articolate, come quella di pianificare, fare previsioni e calcolare i rischi, molto utili soprattutto negli anni della crescita e dell’adolescenza.

A seguire pubblichiamo i messaggi di saluto del presidente della Fsi Luigi Maggi, del Presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini e del sindaco di Salsomaggiore Terme Filippo Fratelli

Il presidente della Fsi Luigi Maggi: «Cari ragazze e ragazzi, cari genitori. Abbiamo vissuto un periodo inatteso e difficile che ha colpito dolorosamente la società e di conseguenza lo sport a tutti i livelli. Lo scorso anno le finali dei Campionati italiani giovanili non sono state disputate ma il miglioramento generale della situazione pandemica in Italia finalmente ci consente di tornare a giocare in presenza. Abbiamo voluto fortemente questo Campionato perché è un segnale concreto della ripartenza. Una ripartenza dal luogo dove ci siamo incontrati l’ultima volta: Salsomaggiore Terme. Questa ridente comunità ha inteso accoglierci ancora una volta, con la sua gradevole ospitalità e i tanti servizi che mette a disposizione. Ragazze e ragazze, vi auguro che sappiate divertirvi nella sana e leale competizione, in uno spirito di apertura e accoglienza dell’altro perché siamo una sola famiglia che si riunisce parlando una lingua comune: gli scacchi. A voi genitori auspico un piacevole soggiorno e delle ferie serene accanto ai vostri figli, con la certezza che sono impegnati in uno sport ricco di valori positivi che li aiuterà a formarsi e crescere armoniosamente».

Il Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini: «Con grande piacere salutiamo gli organizzatori e tutti i partecipanti ai Campionati italiani giovanili di scacchi. E’ un onore per noi ospitarvi in Emilia-Romagna, un piacere ancora più grande, perché finalmente questa manifestazione può tenersi in presenza dopo la sospensione dell’anno scorso. Un altro piccolo, ma significativo segno di ripartenza e fiducia dopo i mesi drammatici che abbiamo vissuto. L’Emilia-Romagna è regione di sport, di tutti gli sport: di grandi eventi come il Gran Premio di Imola o la finale di Coppa Italia, solo per citarne due che si sono svolti quest’anno, e di eventi per noi ugualmente importanti come quello che state vivendo in questi giorni, dove centinaia di giovani scacchisti si sfidano per il prestigioso titolo di campione d’Italia nelle categorie giovanili. Non esistono per noi sport minori, tutti gli sport a tutti i livelli hanno pari dignità e meritano la stessa attenzione; vi ringraziamo quindi per aver scelto la nostra Regione per questa vostra manifestazione sportiva e siamo certi che i partecipanti ai campionati e tutti i loro accompagnatori potranno sperimentare l’ospitalità e l’accoglienza che caratterizzano non solo Salsomaggiore ma anche tutto il resto del nostro territorio.
In bocca al lupo a tutti e a tutte e benvenuti in Emilia-Romagna!»

Il sindaco di Salsomaggiore Terme, Filippo Fritelli: «Siamo lieti di ospitare a Salsomaggiore Terme i Campionati Italiani Giovanili Under 18 di Scacchi che si svolgeranno nello splendido scenario delle sale dell’ex Grand Hotel des Thermes, ora Palazzo dei Congressi. Sarà la cornice ideale per sottolineare la grande tradizione cittadina per il re degli “sport della mente”, che vanta uno storico circolo scacchistico da decenni in attività. Gli scacchi sono una disciplina che supera il concetto di svago perché coinvolge l’intelligenza, la logica e si esprime attraverso un linguaggio internazionale in grado di superare qualsiasi barriera di cultura e appartenenza, cosa ancor più importante quando a praticarla sono dei giovani che in queste giornate troveranno il gusto della sfida, dell’impegno e finalmente, cosa di non poco conto in questo momento, il piacere di stare insieme. A tutti i partecipanti al Campionato porgo un caloroso saluto e l’augurio di poter trarre soddisfazione sia dalla competizione che dal soggiorno a Salsomaggiore Terme, della quale mi auguro facciano in tempo ad apprezzare, oltre all’ospitalità, anche la ricchezza e la varietà delle sue stratificazioni storiche e artistiche»

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta