Double Trap: le Carte Olimpiche volano negli States ed in Cina

Double Trap: le Carte Olimpiche volano negli States ed in Cina

Acapulco (MEX) – Al Club “Caza, Tiro y Pesca de Acapulco, A.C.” i veri protagonisti della gara di Double Trap sono stati gli spareggi. Nella competizione vinta dallo statunitense Jeffrey Holguin ce ne sono stati quattro, per un totale di 149 piattelli lanciati per dirimere i pari merito che li hanno determinati. Un numero importante, specie se si considera che le qualificazioni ne prevedono 150 e che ad abbatterne la maggior parte è stato proprio il tiratore americano, vincitore dell’oro e di una preziosa Carta Olimpica.
Arrivato alla semifinale grazie al 144/150 realizzato nelle cinque serie di qualificazione, miglior punteggio in assoluto, nei 30 piattelli decisivi per l’accesso ai medal matches il californiano dell’US Army ha commesso un solo errore e con 29/30 si è trovato a spareggiare con il connazionale Derek Haldeman per un posto nel Gold Match. I due hanno iniziato una lunga maratona che li ha portati a sparare ben 52 piattelli, ovvero quasi due serie da 30, prima di riuscire a decidere il migliore. Alla fine, è stato un errore di Haldem a regalare ad Holguin la Carta Olimpica e l’accesso allo scontro diretto con il cinese Binyan HU, già qualificatosi con un perfetto 30/30. Le fatiche per Holguin non sono finite qui. Dopo aver chiuso la serie con un identico 28/30, il campione americano e la medaglia di Bronzo di Pechino 2008 hanno affrontato un altro spareggio. Fortunatamente, in questo caso sono bastati solo, si fa per dire, 8 piattelli per assegnare l’oro ad Holguin.
Terzo sul podio Haldeman, che ha avuto ragione del kuwaitiano Fehaid Aldeehani, medaglia di bronzo ai giochi di Londra 2012 e Sydney 2000, con lo score di 28 +12 a 28 +11.
Purtroppo nessuno degli azzurri del Direttore Tecnico Mirco Cenci ha centrato l’ingresso alla semifinale. Migliore dei nostri è stato Daniele Di Spigno. Il poliziotto di Terracina (LT) è partito alla grande con un 29/30 ed ha proseguito la competizione con una parabola discendente, inanellando due 28, un 27 ed un 26 nell’ultima serie. Con il totale di 138/150 si è così fermato in undicesima posizione, con un solo piattello in meno rispetto a quelli necessari per rientrare tra i migliori sei. A 135/150 punti è arrivato Alessandro Chianese, marinaio di Casandrino (NA), inciampato in un brutto 24/30 nella terza serie che non gli ha dato chance di rimonta e lo ha relegato in diciottesima piazza. Più indietro, a quota 130/150, si è arenato Emanuele Bernasconi (Forestale) di Palomabra Sabina, non salito oltre il trentunesimo posto.
Oggi le gare si fermeranno per gli allenamenti liberi di Skeet. Domani, sabato 7 marzo, gli specialisti del Direttore Tecnico Andrea Benelli saranno impegnati nei Pre Event Training, mentre le competizioni riprenderanno domenica 8 marzo con la gara completa delle donne ed i primi 50 piattelli per gli uomini e termineranno lunedì 9 marzo con la conclusione della gara maschile.

RISULTATI
Double Trap Finale: 1° Jeffrey HOLGUIN (USA) 144/150 – 29/30 (+52) – 28 (+8); 2° Binyuan HU (CHN) 139 (+2) – 30 – 28 (+7); 3° Derek HALDEMAN (USA) 140 – 29 (+51) – 28 (+12); 4° Fehaid ALDEEHANI (KUW) 141 – 28 – 28 (+11); 5° Matthew FRENCH (GBR) 139 (+2) – 26; 6° Walton ELLER (USA) 139 (+2) – 25; 11° Daniele DI SPIGNO (ITA) 138; 18° Alessandro CHIANESE (ITA) 135; 31° Emanuele BERNASCONI (ITA) 130.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.