Osijek (CRO) – Con due argenti nella gara a squadre si conclude la rassegna continentale della Fossa Olimpica.

Il primo, quello nel comparto maschile. Dopo aver staccato il primo biglietto per il medal match per l’oro con l’ottimo punteggio di 505/525, Mauro De Filippis (Fiamme Oro) di Taranto, Valerio Grazini (Carabinieri) di Viterbo e Daniele Resca (Carabinieri) di Pieve di Cento (BO) hanno ceduto le armi alla squadra slovacca formata da Erik Varga, Marian Kovacocy e Adrian Drobny in un duello molto serrato, vinto dagli avversari con 6 a 2. Terzi i padroni di casa della Croazia con Anton e Josip Glasnovic e Giovanni Cernogoraz.

Il secondo è andato al collo di Jessica Rossi (Fiamme Oro) di Crevalcore (BO), Silvana Stanco (Fiamme Gialle) di Winterthur (SUI) e Fiammetta Rossi (Fiamme Oro) di Foligno. Le azzurre hanno chiuso la lunghissima qualificazione con il punteggio di 477/525, secondo migliore alle spalle della compagine russa prima con 487. Nello scontro diretto Daria Semianova, Iulia Savaleva ed Ekaterina Subbotina hanno saputo mantenere alta la concentrazione, mentre le azzurre si sono fatte scappare troppi piattelli dovendosi accontentare della piazza d’onore con un netto 6 a 0.

“Queste gare a squadre rendono la competizione infinita e la stanchezza si fa sentire molto, soprattutto alla fine. Valerio (Grazini, ndr) ha perso sangue dal naso ed ha gareggiato con le vertigini senza che nessuno ritenesse opportuno sospendere e chiamare un medico. Questa non vuole essere una giustificazione, ma dimostra che hanno dato tutti il massimo senza mai tirarsi indietro” ha commentato il Direttore Tecnico Nazionale Albano Pera “Il bilancio finale è molto positivo. Siamo venuti qui con l’obiettivo della Carta Olimpica e siamo riusciti a meritarcela sul campo insieme a tante altre medaglie. Ora ci riposiamo solo per pochi giorni e poi si tornerà qui per la Coppa del Mondo, anche in questo caso pronti per fare del nostro meglio”.

Oggi si celebrerà il capitolo conclusivo del Campionato Europeo 2021 con la gara di Double Trap.

Guidati dal Commissario Tecnico Mirco Cenci a cimentarsi nella corsa ai titoli di Campione Europeo saranno Antonino Barillà (Marina Militare) di Villa San Giuseppe (RC), Alessandro Chianese (Marina Militare) di Casandrino (NA) e Andrea Vescoci (Fiamme Oro) di Città di Castello (PG) per i Senrio, gli Junior Andrea Cito di Martina Franca (TA) e Michele D’Aniello (Fiamme Oro) di Nettuno (RM) e le Lady Sofia Maglio di Nardò (LE) e Claudia De Luca di San Cesario di Lecce. Per tutti 150 piattelli totali, senza finali. In caso di pari merito si effettueranno spareggi per l’assegnazione delle medaglie.

RISULTATI

Trap Team Donne: 1ª RUS (Daria SEMIANOVA-Iulia SAVALEVA-Ekaterina SUBBOTINA) 487/525 – 6; 2ª ITA (Jessica ROSSI-Silvana STANCO-Fiammetta ROSSI) 477/525 – 0; 3ª FRA (Carole CORMENIER-Melanie COUZY-Loemy RECASENS) 485/525 – 6; 4ª FIN (Noora ANTIKAINEN-Satu MAKELA-NUMMELA-Moopsi VEROMAA) 463/525 – 2.

Trap Team Uomini: 1ª SVK (Erik VARGA-Marian KOVACOCY-Adrian DRONBY) 501/525 (+2) – 6; 2ª ITA (Mauro DE FILIPPIS-Valerio GRAZINI-Daniele RESCA) 505/525 – 2; 3ª CRO (Anton GLASNOVIC-Giovanni CERNOGORAZ-Josip GLASNOVIC) 493/525 – 7; 4ª CZE (Jiri LIPTAK-Jan BORKOVEC-Vladimir STEPAN) 501/525 (+1) – 3.

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta