E’ aquilano il XV che “Canterà l’Inno con la Nazionale” contro la Francia

E’ aquilano il XV che “Canterà l’Inno con la Nazionale” contro la Francia
Canta l'Inno con la Nazionale

Il campo sportivo Centi Colella, simbolo della rinascita sportiva della città dell’Aquila

Forse non è un caso che il primo team vincitore del concorso Facebook del Gruppo Cariparma Crédit Agricole sia un team proveniente dall’Aquila, la cittadina del centro Italia che ha legato buona parte della sua rinascita civile e culturale al rugby, sport nel quale si è sempre identificata.
Quando lo sventurato terremoto del 2009 squassò la città, gli angeli del rugby (così vennero chiamati i giocatori dell’Aquila Rugby, che allora militava in Eccellenza) furono emblematici protagonisti ed animatori dei soccorsi mentre uno dei loro compagni, Lorenzo Sebastiani, fu una delle vittime.
Con il rugby, attraverso il rugby ed attorno al rugby, nel nome anche di Lorenzo, si è costruita una rinascita della città, ed oggi andare a trovare la compagine dell’Aquila nel suo nuovo campo di Centi Colella rappresenta un messaggio di speranza e al contempo un ostico ostacolo (sportivo) per tutti.
Così quando è stato reso noto il nome del vincitore del premio Canta l’Inno con la Nazionale non ci siamo stupiti nello scoprire che Federica De Santis proviene proprio dal capoluogo abruzzese.
«La mia passione per il rugby è legata alle radici abruzzesi – ha dichiarato FedericaSono aquilana e l’Aquila è una città dove il rugby gode di grande popolarità, per via della sua importante tradizione sportiva. Da sempre seguo con attenzione le partite del 6 Nazioni e il concorso mi ha incuriosita per la sua originalità: ho quindi deciso di coinvolgere un gruppo di compagni di corso di laurea triennale dell’Università degli Studi de l’Aquila. A sorpresa, abbiamo vinto: una grande emozione per me, perché quella contro la Francia sarà la prima partita della Nazionale che vivrò allo stadio, insieme con i tifosi. La nostra è una squadra giovane – il più piccolo ha 22 anni, il più maturo 36 – e caratterizzata da una forte componente rosa: di questo sport noi donne apprezziamo soprattutto valori come la lealtà e la spontaneità».
Il “15” capitanato da Federica ha superato la concorrenza di altre 527 squadre virtuali di rugby iscritte al concorso, con il coinvolgimento complessivo su invito di oltre 8.700 appassionati dello sport della palla ovale. Ha vinto il diritto a provare l’emozione di cantare l’inno di Mameli al fianco degli Azzurri prima del fischio d’inizio del match contro la Francia, in uno Stadio Olimpico di Roma che si preannuncia tutto esaurito.
Nei prossimi giorni il Gruppo Cariparma Crédit Agricole, main sponsor della FIR – Federazione Italiana Rugby, annuncerà il team che canterà l’inno con gli Azzurri in occasione della partita casalinga dell’Italia contro il Galles, in programma a Roma il 21 marzo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.