Enrico Fabris si ritira, si ferma il più forte pattinatore che l’Italia abbia mai avuto

Il fairplay della Federazione Italiana Sport del Ghiaccio non può nascondere amarezza: Enrico Fabris, il più forte pattinatore sul ghiaccio che l’Italia abbia mai avuto ha deciso di dire basta.
Dopo la deludente prima prova di Coppa del Mondo in Russia, il pattinatore piemontese, già vincitore di due medaglie d’oro alle Olimpiadi di Torino, ha deciso che è giunto il momento di appendere i pattini al chiodo. Più per “disperazione” che per necessità, visto che la notizia dell’abbandono arriva a sorpresa e lascia interdetto un ambiente che lo continuava a considerare “il migliore”. E forse così è, visto che a trentanni non si può certo essere considerati ex atleti e che nel panorama nazionale nessuno è riuscito ad avvicinarsi ai suoi tempi. Enrico Fabris lascia l’attività agonistica da detentore dei record italiani di 1000, 1500, 3000, 5000 e 10000 metri. È stato detentore anche del record mondiale dei 5000 m. Eppure da qualche tempo non andava più, collezionando delusioni internazionali. Forse per questa incapacità di ritrovare l’antica velocità, o forse solo per stanchezza, ha deciso di dire basta.
La sua parabola discendente  era cominciata da tempo. Forse proprio dalle Olimpiadi di Vancouver, alle quali si era presentato da campione uscente e sospinto dalla speranza di un intero movimento. Invece proprio in Canada ci fu la delusione più grande, con un’Olimpiade anonima e il conseguente avvio di polemiche e recriminazioni.
L’atleta della Fiamme Oro è stato sicuramente il talento più cristallino del nostro vivaio, ma la sua gloria è durata poco. Praticamente “esploso” (nel senso che nessuno se lo aspettava) alle Olimpiadi di Torino, dopo quell’esperienza non è più stato in grado di confermarsi. Ha conquistato diversi piazzamenti mondiali, ma mai un titolo iridato. L’unica altra volta in cui è salito sul gradino più alto del podio è stato in occasione degli Europei del 2008, due anni dopo l’exploit olimpico. Poi le sue tracce si sono perse sul ghiaccio del Mondo.

AU

COMUNICATO STAMPA – Al termine della prima gara di Coppa del Mondo, svoltasi a Chelyabinsk (Russia), l’Atleta Olimpionico Enrico Fabris ‐ in accordo con il proprio gruppo sportivo delle Fiamme Oro di Moena ‐ ha comunicato alla Federazione Italiana Sport del Ghiaccio la decisione di interrompere la carriera agonistica. L’Atleta ha voluto esprimere un personale ringraziamento che riportiamo: “a seguito della mia decisione desidero esprimere un personale ringraziamento al Coni, alla Federazione Italiana Sport del Ghiaccio e al gruppo sportivo delle Fiamme Oro di Moena per il sostegno e la disponibilità che in tutti questi anni hanno profuso nei mie confronti“. Enrico ha voluto anche salutare con un affettuoso “in bocca al lupo“ gli attuali compagni di squadra, i tecnici e ha ringraziato tutti coloro che in tanti anni di carriera lo hanno affiancato consentendogli di raggiungere prestigiosi traguardi, a cominciare dalle due straordinarie medaglie d’oro alle Olimpiadi di Torino 2006. La Federazione Italiana Sport del Ghiaccio prende atto con rammarico della decisione presa dall’Atleta e, nel ringraziarlo per tanti meravigliosi anni di attività e risultati, gli augura un futuro ricco di soddisfazioni.

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.