Eterna Ferrari! Oro agli Europei di Artistica nel corpo libero

Eterna Ferrari! Oro agli Europei di Artistica nel corpo libero
Vanessa Ferrari, campionati Europei Ginnastica Artistica femminile

Vanessa Ferrari in azione ai Campionati Europei

Vanessa Ferrari ama stupire, anche a questi Campionati Europei di Artistica a Sofia. A poco più di un anno dal suo paventato ritiro, infatti, torna sul tetto d’Europa e salva la spedizione azzurra a Sofia.
Il caporal Maggiore dell’Esercito italiano finalmente sfata un altro tabù, lo stesso che gli aveva impedito di portare a casa una medaglia alle Olimpiadi di Londra: il parimerito. Nella prova a corpo libero la Ferrari chiude a 14.800 punti, quanti la rumena Larissa Iordache. Malgrado l’ex aequo la lombarda svetta in cima alla classifica del suo attrezzo preferito, grazie al 6.300 della nota di partenza. L’esercizio più rischioso ed entusiasmante visto quest’oggi all’Armeec Arena: Tsukahara avvitato al termine della prima diagonale, doppio teso sulla seconda, Tsukahara in terza e doppio carpio nel finale, dopo che per tutta la settimana aveva giocato a nascondino con le sue avversarie, andando ad aumentare gradualmente, tra qualifiche e finali a squadre, il contenuto tecnico del suo programma. Il poco pubblico presente nell’impianto bulgaro non ha potuto far altro che riservare una vera e propria ovazione per la ormai quasi 24enne campionessa, simbolo assoluto di professionalità e di longevità agonistica. Un oro continentale nell’Artistica femminile mancava dalla rassegna di Amsterdam del 2007, quando proprio la Ferrari, allora giovanissima iridata, conquistò il titolo nel Concorso Generale e al Corpo Libero. Per lei si tratta del 10° podio europeo personale, tra senior e junior.
Soprattutto è la conferma che per poter competere ad altissimi livelli la Ferrari ha bisogno continui di stimoli e barriere da superare. Come quelli che si era posto a ridosso dei Giochi del Mediterraneo e che si poche anche adesso dopo questo oro. Nelle prime dichiarazioni post gara, infatti, la Ferrari ha dichiarato, riguardo a Rio 2016: “Vedremo!” che può voler dire tutto e niente.
“Sono felicissimo per Vanessa – ha dichiarato il Presidente Agabio – … dopo il quarto posto a Londra, che abbiamo sempre considerato un’ingiustizia, la Ferrari ha reagito con l’argento ai Mondiali di Anversa, bissato dall’exploit di Sofia. Mi viene da dire: non c’è due senza tre, magari pensando ai Mondiali di Ottobre in Cina. Di sicuro un risultato del genere, contro giovanissimi talenti dalla grande esplosività, non è frutto del caso, bensì di un impegno e di una dedizione che mi auguro possa essere d’esempio per le sue compagne. Mi congratulo anche con il nostro Direttore Tecnico Enrico Casella, che sta facendo un ottimo lavoro”.
Nella finale alla trave, la Ferrari non è andata oltre la 5^ piazza con 14.133, nonostante un’esecuzione pulita e all’altezza delle avversarie.
Ma la giornata di domenica è stata l’occasione per vedere all’opera anche le giovanissime juniores. L’azzurra Chiara Imeraj ha ottenuto un ottimo 4° posto al corpo libero, confermandosi un’interessante discepola di Vanessa Ferrari, con la quale si allena alla Brixia di Brescia. Sulla rincorsa dei 25 metri Sofia Busato scala due posizioni rispetto alle qualifiche e chiude al quinto posto, mentre Deriree Carofiglio è settima.
Ieri si era svolta la finale del concorso a squadre, con il successo della Romania e un quinto posto dell’Italia un po’ amaro.
La Iordache e compagne salgono sul gradino più alto d’Europa con il punteggio complessivo di 172.754, respingendo l’assalto di un’arrembante Gran Bretagna, argento con 170.663. Il dream team d’Oltremanica è stato la vera rivelazione della rassegna bulgara, sia a livello senior che juniores. Il gruppo capitanato da Becky Downie riesce infatti a tenersi dietro la Russia di Alija Mustafina, terza con 169.329. Le azzurre, complice una serie di prove non felici, passano dal quarto al quinto posto, lasciando tutta la spedizione con l’amaro in bocca, visto che si pensava di poter riuscire addirittura a scalare una posizione e salire sul podio.
Risultati completi su http://www.federginnastica.it

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.