EuroBasket 2013: azzurre ancora sconfitte nel Torneo di Mogilev

EuroBasket 2013: azzurre ancora sconfitte nel Torneo di Mogilev

La sconfitta della Nazionale Basket femminile contro la Serbia (62 a 73) nell’ultimo incontro prima di Eurobasket 2013 non è di per se indicativa di una fase di preparazione fatta soprattutto di ombre e poca luce. Se tiriamo un bilancio delle tre amichevoli con la Francia, la partecipazione al Torneo città di Belgrado e a questo ultimo di Mogilev, il bilancio parla di 8 sconfitte e 3 vittorie, comprese le due con la Bulgaria. Le azzurre sono state affondate con oltre 20 punti di scarto di media dalle francesi, con la parziale scusante di non essere al completo di trovarsi difronte le vicecampionesse Olimpiche. Hanno festeggiato il ritorno di in squadra di Giorgia Sottana & Co con la Bulgaria con due successi che hanno riacceso un po’ la luce. Sembrava finalmente giorno dopo la vittoria con il Montenegro, squadra ostica e di qualità. Ma le sconfitte con Serbia (2), Canada, Ucraina e Bielorussia non sono certamente confortanti. Poco importa se alcune di queste sono frutto di eventi particolari o di partenze stentate, l’Italia di Ricchini chiude questa preparazione con uno score veramente preoccupante.
Anche contro la Serbia l’Italia è partita molto lentamente, al punto di arrivare anche a -22 punti. Poi nell’ultimo quarto un recupero addirittura fino a -2, ha illuso le azzurre di poter chiudere la partita. Ma anche questa volta, alla fine, hanno vinto le avversarie. Martina Fassina è stata la migliore marcatrice della gara con 18 punti, in doppia cifra anche Giorgia Sottana a quota 10. Domani il ritorno in Italia e lunedì a Roma la ripresa del raduno all’Acqua Acetosa: giovedì si parte per la Francia, il 15 l’esordio all’EuroBasket Women contro la Svezia a Vannes.
“Partite come queste ci servono molto – ha commentato a fine partita Giovanni Lucchesi, assistente di Roberto Ricchini – perché ci fanno capire quanta energia serva in campo internazionale per tenere testa alle altre squadre. Anche oggi, dopo un avvio preoccupante, c’è stata una reazione rabbiosa ma non basta: all’Europeo dobbiamo evitare in tutti i modi questi cali di tensione già dal primo minuto della partita con la Svezia, che però non è detto sarà decisiva”.
Italia-Serbia 62-73 (13-25; 22-40; 38-55)
Italia: Consolini 3 (0/3, 1/2), Fassina 18 (6/8, 0/2), Sottana 10 (2/4, 1/2), Gatti 2 (0/1, 0/2), Masciadri 3 (0/6, 1/1), Wabara, Bagnara 3 (0/2 da 3), Formica 8 (3/6), Ress 4 (1/4), Dotto 4 (2/6, 0/1), Gorini 5 (2/4), Crippa 2 (1/2). Coach: Roberto Ricchini.
Serbia: Radocaj 11 (2/4, 0/3), Cado 7 (2/2, 1/2), Krnjic 6 (1/2), Jovanovic 7 (2/2, 0/1), Milovanovic 5 (1/4, 1/1), Butuljia 4 (2/5, 0/1), Ajanovic 6 (1/1), Crvendakic, Dabovic M. 3 (0/2, 1/1), Rad 13 (3/4, 1/3), Ajdukovic 5 (2/5), Dabovic A. 6 (3/3). Coach: Marina Maljkovic.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.