Eurobasket 2013: Italia perde con la Croazia, ma si qualifica grazie alla Slovenia

Eurobasket 2013: Italia perde con la Croazia, ma si qualifica grazie alla Slovenia
Eurobasket 2013: gli azzurri sembrano attendere l'esito dell'incontro Slovenia Grecia

Eurobasket 2013: gli azzurri sembrano attendere l’esito dell’incontro Slovenia Grecia

Siamo nei quarti. Pur perdendo con la Croazia nella seconda giornata del secondo turno dell’Eurobasket 2013, il Gruppo Italia ha centrato un risultato storico. Siamo tra le prime otto squadre d’Europa. Ma andiamo con ordine. Gruppo Italia e Croazia aprono la seconda giornata del Girone F. Abbiamo bisogno di questa vittoria per poter accedere matematicamente ai quarti di finale. Il pubblico è quello delle grandi occasioni e come è successo ieri con la Slovenia, anche con la Croazia è come se giocassimo fuori casa, grazie al mare di maglie bianco-rosse quadrettate che popolano lo Stozice Arena di Lubiana. Inizia l’incontro e subito il Gruppo Italia impone il suo ritmo di gioco. La Croazia va in difficoltà fin da subito e la nostra difesa sembra impenetrabile. Fin dalle  prime battute si capisce che la lezione presa dalla Slovenia è stata positivamente assimilata. Alla fine del primo quarto gli Azzurri sono sul +9 (17-8) e le parole chiave sono “Difesa-Datome-Cusin vs Tomic”. Nel secondo quarto, la nostra Nazionale mantiene lo stesso gioco e il vantaggio si fa più largo grazie ad un mini break italiano che porta la firma di Belinelli-Diener-Cusin (7 punti). Conduciamo nella metà del quarto 24-11 (maggior vantaggio italiano). A tre minuti dall’intervallo lungo Nicolò Melli viene servito al centro dell’area da Marco Belinelli. Si alza per schiacciare e trova la stoppata di Bogdanovic, dall’alto contenuto di irregolarità che però non viene sanzionata.  Siamo sul +8. Nell’azione successiva arriva la tripla di Ukic e la Croazia si porta sul -5. Da qui in poi, la partita comincia a cambiare inerzia e per il Gruppo Italia si fa veramente dura. Il secondo quarto si chiude con un vantaggio di appena 5 lunghezze (36-31), che è un bottino troppo scarno rispetto a quello che abbiamo messo in campo. Sapevamo che sarebbero tornati ed infatti i Croati non si sono fatti attendere. Terzo quarto da incubo per gli uomini di coach Pianigiani. Il nostro attacco si inceppa, in tutto il quarto metteremo insieme solo 9 punti. La difesa, se fosse  possibile, riesce a fare ancora peggio. I Croati con Simon, Bogdanovic e Ukic spaccano la partita e piazzano 26 punti. Il terzo quarto si chiude con la Croazia avanti di 12 punti (57-42). E’ l’ora di svegliarsi e di far capire che siamo vivi. Ma la Croazia torna in campo con lo stesso piglio con cui a finito il terzo quarto. Prima Tomic e poi Draper ci puniscono e ci fanno sprofondare a -15. A questo punto, Capitan Datome coadiuvato da Marco Cusin e Pietro Aradori, sale in cattedra e a 2:44 dalla fine il Gruppo Italia è a -4 dalla Croazia (66-70). Ma la lucidità non c’è più ed il finale di gara è tutto nelle mani della Croazia. Finisce 68-76 e la Croazia è la prima squadra ad essere matematicamente qualificata per gli ottavi di finale. Queste le parole di coach Pianigiani: “I ragazzi hanno avuto un approccio perfetto alla gara, decidendo fin da subito il ritmo della partita e forse i punti di distacco tra noi e loro potevano essere di più. Nel secondo quarto ci siamo fatti trovare pronti al loro rientro e l’episodio su Melli ci ha penalizzato: tra l’annullamento della sua schiacciata e la tripla conseguente di Ukic ballano ben 5 punti. I miei hanno giocato un primo tempo oltre i loro limiti ma da quell’episodio la Croazia è ripartita e nel terzo quarto abbiamo subito un gran break complici anche i nostri tanti errori. Abbiamo sbagliato 3 o 4 tiri aperti ma non disponiamo di troppe alternative. Negli ultimi 10 minuti ho visto di nuovo un buon atteggiamento. Negli ultimi due, quando eravamo tornati nel match, è stata questione di dettagli: una palla persa, un canestro sbagliato, un fallo in attacco. La percentuale diversa tra noi e loro nei tiri da tre ha fatto la differenza. La Croazia ha giocato un buon basket e ha vinto la squadra migliore”. Il pensiero va subito all’ultimo match point disponibile. Quello con la Spagna. Una Spagna che pur battendo la Finlandia (cosa che comunque accadrà un paio di ore più tardi) non è pienamente sicura del passaggio ai quarti. Per questa sicurezza dobbiamo aspettare Slovenia-Grecia delle 21:00. Dobbiamo aspettare l’improbabile vittoria della Slovenia contro la favorita Grecia. Ed ecco fatto. Il play sloveno Goran Dragic con 28 punti 5 rimbalzi e 4 assist, piazza la zampata che spedisce la Slovenia hai quarti di finale e la Grecia dell’Imperatore Vassilis Spanoulis (21 punti – 8 rimbalzi e 3 assist per lui questa sera) a casa. Ed insieme alla Slovenia, spedisce ai quarti anche la Spagna ed il Gruppo Italia. Come recita quel detto popolare? Con una fava ha preso due piccioni? Ma dato che siamo in  tempo di crisi economica e vacche magre, con una fava sono riusciti a prenderne tre di piccioni. Slovenia, Spagna e Gruppo Italia.
Marco Luzi

Il tabellino
Croazia-Italia 76-68 (8-17, 23-19, 26-9, 19-23)
Croazia: Tomic 8 (4/4), Andric ne, Draper 12 (1/3, 2/4), Bogdanovic 18 (2/9, 4/6), Saric, Rudez 2, Ukic 13 (4/7, 1/6), Simon 14 (3/6, 2/5), Markota 2 (1/2, 0/3), Delas M. ne, Zoric 7 (2/9), Delas A. ne. All: Repesa. Ass: Sunara, Milanovic
Italia: Aradori 12 (5/8, 0/4), Gentile (0/3, 0/2), Rosselli (0/1), Vitali ne, Poeta ne, Melli 2 (1/6, 0/2), Belinelli 9 (3/6, 0/1), Diener 5 (1/2, 1/2), Cusin 7 (2/5), Datome 24 (5/8, 3/5), Magro ne, Cinciarini 9 (2/2, 1/2). All: Pianigiani. Ass: Dalmonte, Fioretti.
Tiri da due Ita 19/41, Cro 17/40; tiri da tre Ita 5/18, Cro 9/24; tiri liberi Ita 15/21, Cro 15/20. Rimbalzi Ita 34 (7 Datome), Cro 41 (8 Tomic e Zoric). Assist Ita 9 (3 Belinelli e Diener), Cro 10 (3 Ukic).
Usciti 5 falli:
Note: Fallo tecnico a Repesa (27esimo, 51-43).
Spettatori: 7000

La classifica del Girone F

Slovenia 7 (3/1), Croazia 7 (3/1),
Spagna 6 (2/2),
Italia 6 (2/2),
Grecia 5 (1/3),
Finlandia 5 (1/3).

Il calendario completo del Girone F

Giovedì 12 settembre
Finlandia-Croazia 63-88
Grecia-Spagna 79-75
Slovenia-Italia 84-77

Sabato 14 settembre
Croazia-Italia 76-68
Spagna-Finlandia 82-56
Grecia-Slovenia 65-73

Lunedì 16 settembre
Croazia-Grecia (14.30)
Italia-Spagna (17.45, diretta Raisport1)
Finlandia-Slovenia (21.00)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.