EuroBasket 2013: per l’Italia adesso viene “il bello”

EuroBasket 2013: per l’Italia adesso viene “il bello”

tifo italiaDopo la vittoria contro la Svezia (82-79), dove Coach Pianigiani ha tenuto a riposo Marco Belinelli e Travis Diener, il Gruppo Italia ha superato a punteggio pieno (l’unica in questo torneo ad essere imbattuta) il Girone D ed accede al turno successivo dell’Eurobasket  2013. Insieme alla nostra Nazionale, nel Girone D sono passate la sorprendente Finlandia e la Grecia. Queste nazionali sono state inserite nel Girone F (si giocherà a Lubiana), dove incontreranno i padroni di casa della Slovenia, la Croazia e la campione in carica Spagna (mica male!!!). Girone durissimo. Passano le prime quattro di questo girone che insieme alle altre quattro squadre del Girone E formeranno la griglia dei quarti di finale. Ogni nazionale giocherà una partita con le squadre con cui non ha giocato in precedenza. Pertanto gli Azzurri se la dovranno vedere proprio contro la Slovenia, la Croazia e la Spagna (2 punti per ogni vittoria, 1 punto per ogni sconfitta). La partite già giocate fino a questo momento valgono come punti classifica. Quindi in virtù del fatto che gli Azzurri hanno già vinto sia contro la Finlandia che contro la Grecia partono in questo girone con 4 punti e con il primato in classifica. Il clima che si respira tra gli Azzurri è quello di grande euforia e di una consapevolezza nei propri mezzi che sta diventando piena. Andrea Cinciarini ci spiega qual’é lo stato d’animo che arieggia all’interno dello spogliatoio: “Sappiamo quanto valiamo e sappiamo anche che se giochiamo con intensità possiamo dar fastidio a tutti. Il segreto delle cinque vittorie sta sicuramente nel gruppo. Siamo tutti amici e tra di noi stiamo bene in campo e soprattutto fuori. Tutti sanno che, indipendentemente dai minuti che si giocano, l’importante è dare il 100% sempre. Noi siamo pronti a farlo col sorriso sulle labbra e contro Slovenia, Croazia e Spagna ci giocheremo le nostre carte”. Sulla stessa linea il centro Azzurro Marco Cusin: “Il nostro lavoro non si ferma a Capodistria, perché ora viene il bello e vogliamo continuare a stupire e divertirci. Da giovedì saranno tutte battaglie, a cominciare da quella contro la Slovenia, che avrà dalla sua tutto il pubblico di casa. Finora è stato bello duellare e vincere contro grandi campioni e non abbiamo intenzione di fermarci. Lo staff tecnico prepara le partite in maniera dettagliata e perfetta e con l’aiuto dei compagni riesco a tirar fuori il meglio in ogni situazione”. Ecco lo staff tecnico. Coach Pianigiani ma non solo, con un lavoro minuzioso, è riuscito a far emergere le qualità di questo Gruppo Italia cercando di nascondere i difetti. Chi avrebbe mai immaginato, anche poco prima dell’inizio di questo torneo, che la squadra sarebbe riuscita in questa impresa. Che sarebbe riuscita a battere la Turchia (vicecampione in carica) dominandola o giocare alla pari per tutta la partita contro la Grecia (una delle squadre più accreditate alla vigilia di questo Europeo) e alla fine gestire il vantaggio acquisito. Chi poteva pensare che tutto questo sarebbe successo senza 3 pezzi fondamentali del quintetto base. Non sappiamo dove possa arrivare questa squadra ma sappiamo dove è arrivata. Al prossimo impegno contro la Slovenia.

Marco Luzi

La classifica del Girone F

Italia 4 (2/0)
Spagna 3 (1/1)
Slovenia 3 (1/1)
Finlandia 3 (1/1)
Croazia 3 (1/1)
Grecia 2 (0/2)

Il calendario completo del Girone F

Giovedì 12 settembre
Finlandia-Croazia (14.30)
Grecia-Spagna (17.45)
Slovenia-Italia (21.00, diretta Raisport1)

Sabato 14 settembre
Croazia-Italia (14.30, diretta Raisport1)
Spagna-Finlandia (17.45)
Grecia-Slovenia (21.00)

Lunedì 16 settembre
Croazia-Grecia (14.30)
Italia-Spagna (17.45, diretta Raisport1)
Finlandia-Slovenia (21.00)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.