Eurobasket 2013: l’Italia spazza la Turchia 90-75

Eurobasket 2013: l’Italia spazza la Turchia 90-75
La grinta di Peppe Poeta contro la Turchia (Archivio Fip-Ciamillo/Castoria)

La grinta di Peppe Poeta contro la Turchia (Archivio Fip-Ciamillo/Castoria)

CAPODISTRIA – Una grande prestazione del Gruppo Italia (per questo Eurobasket 2013, chiamerò così la nostra Nazionale) schianta la corazzata Turchia, giocando una partita strepitosa. Vinciamo, migliorando anche la prestazione precedente contro la Russia, soprattutto sul piano nervoso. Una vittoria tutt’altro che scontata alla vigilia di questo torneo. La Turchia è una squadra di grande qualità e grinta ma probabilmente troppo poco squadra rispetto alla nostra Nazionale. Eppure l’inizio dei nostri è stato piuttosto complicato. La Turchia gioca molto nell’area pitturata e i nostri soffrono, tantoché Marco Cusin, uno degli eroi contro la Russia, è costretto a spendere 2 falli nei primi 2 minuti di gara. Ma niente panico (per coach Pianigiani intendo), fuori Cusin e dentro Nicolò Melli. Le difese sono attente e si segna poco per i primi 5 minuti dell’incontro. Poi due bombe di Guler e Arslan portano a +4 la Turchia. Melli comincia a prendere confidenza con il canestro avversario e piazza 10 punti e 4 rimbalzi nel primo quarto che si chiude con una bomba di Marco Belinelli che fa segnare il +3 per il Gruppo Italia (22-19). All’inizio del secondo quarto gli Azzurri provano ad allungare con Vitali e Gentile (grande prestazione anche per lui quest’oggi) ma la Turchia si riporta sotto e a 5 minuti dalla pausa lunga siamo sopra di 7 punti (33-26). Entra Giuseppe Poeta e insieme a Belinelli mettono scompiglio nella difesa turca. Il Gruppo Italia va al riposo sul +10 (40-30). Si ricomincia e si rivede in campo Cusin. Ma questa non è proprio la sua serata. Preldzic supera la marcatura di Belinelli e prova l’entrata. Cusin è costretto a spendere il suo terzo fallo personale. Belinelli si avvicina a Cusin sia per scusarsi con il suo compagno di squadra per essersi fatto scappare Preldzic sia per rincuorarlo. Ma questo Gruppo Italia questa sera ha un asso nella manica e questo ha il nome di Pietro Aradori. Mette a segno 17 punti personali nel terzo quarto (sarà top scorer della serata con 23 punti). La fine del quarto si chiude con una bomba di Alessandro Gentile che porta gli Azzurri avanti 74-57. All’inizio dell’ultimo quarto l’ultima vampata di energia dei turchi che piazzano due tiri da tre con Balbay e Turkoglu. Ma è solamente un fuoco di paglia, perché il Gruppo Italia è in pieno controllo dell’incontro che scivola via senza grossi patemi d’animo fino al quarantesimo. Gli Azzurri chiudono l’incontro 90-75 e si portano a casa una buona se non buonissima fetta di qualificazione per il secondo turno.
Una partita eccellente – commenta il CT Simone Pianigiani – vinta con grande merito dai ragazzi che oggi hanno dominato la gara contro un avversario molto fisico e con grande esperienza. Non era facile ripetersi dopo la grande fatica di ieri contro i russi e questa può ben definirsi una vittoria mentale. Abbiamo 8 giocatori che per la prima volta partecipano ad un Europeo e manchiamo di esperienza, come nel caso dei 28 liberi tirati dalla Turchia contro i nostri 11 nonostante si sia prodotto tanto. Non siamo ancora neanche vicini alla qualificazione ma con due vittorie di fila siamo li. La partita contro la Finlandia sarà dura e da non sottovalutare. Lo spirito è senza dubbio quello giusto così come le facce che ho visto in campo”.
Intanto la RAI ha reso noti i dati di ascolto della prima partita contro la Russia. L’ascolto medio è stato di 309mila spettatori (share 1,38%). Picco di ascolto, nel secondo tempo, è stato di 360,826 spettatori (share del 1,65%).
Le altre gare della giornata hanno visto la Finlandia battere agevolmente la Svezia 81-60 e la Grecia imporsi contro la Russia per 80-71. La prossima partita ci vedrà affrontare la Finlandia, squadra  rivelazione di questo inizio di torneo, che si trova anch’essa a punteggio pieno avendo battuto a sorpresa nel primo turno proprio la Turchia. Ma tutto questo accadrà sabato. Nel mentre possiamo goderci una giornata di riposo con il sorriso stampato sulle labbra.

Marco Luzi

Il tabellino

Italia-Turchia 90-75 (22-19, 22-14, 30-23,16-18)
Italia: Aradori* 23 (5/5, 4/5), Gentile 20 (5/8, 3/5), Rosselli ne, Vitali 5 (1/2, 1/1), Poeta 2 (1/1), Melli 14 (7/12), Belinelli* 17 (3/8, 2/3), Diener 2 (1/2, 0/1), Cusin* 2 (1/2), Datome* (0/3, 0/3), Magro ne, Cinciarini*  5 (1/4, 1/1). All: Pianigiani. Ass: Dalmonte, Fioretti
Turchia: Balbay 3 (0/1, 1/1), Preldzic 9 (4/7, 0/1), Guler*3 (0/1, 1/1), Batuk ne, Ilyasova 11 (4/6, 1/4), Erden 4 (1/3), Cetin* 11(3/5 da tre), Savas ne, Gonlum* 7 (2/5), Arslan 3 (1/4 da tre), Asik* 12 (4/4), Turkoglu* 12 (1/5, 2/2). All: Tanjevic. Ass: Erdogan, Ugurata

Tiri da due Ita 25/47, Tur 16/32; tiri da tre Ita 11/19, Tur 9/18; tiri liberi Ita 7/11, Tur 16/28. Rimbalzi Ita 29 (10 Melli), Tur 34 (8 Preldzic). Assist Ita 11 (4 Diener), Tur 16 (4 Preldzic, Arslan, Turkoglu).

Usciti 5 falli: Cusin (Ita),

Note
Spettatori: 3500

La classifica del gruppo D

Finlandia 4 (2/0)
Italia 4 (2/0)
Grecia 2 (2/0)
Turchia 2 (0/2)
Svezia 2 (0/2)
Russia 2 (0/2)

Il calendario

Mercoledì 4 settembre
Turchia-Finlandia 55-61
Svezia-Grecia 51-79
Russia-Italia 69-76

Giovedì 5 settembre
Finlandia-Svezia 81-60
Italia-Turchia 90-75
Grecia-Russia 80-71

Venerdì 6 settembre
Riposo

Sabato 7 settembre
Russia-Svezia (14.30)
Italia-Finlandia (17.45, diretta Raisport1)
Turchia-Grecia (21.00)

Domenica 8 settembre
Finlandia-Russia (14.30)
Grecia-Italia (17.45, diretta Raisport1)
Svezia-Turchia (21.00)

Lunedì 9 settembre
Grecia-Finlandia (14.30)
Italia-Svezia (17.45, diretta Raisport1)
Turchia-Russia (21.00)

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.