Eurobasket 2013: Tr. Città di Belgrado, un passo avanti, due dietro

Eurobasket 2013: Tr. Città di Belgrado, un passo avanti, due dietro
Una fase di gara contro la Serbia

Una fase di gara contro la Serbia

Finisce con una sconfitta e l’ultimo posto, il quadrangolare Tr. Città di Belgrado a cui la Nazionale Femminile ha partecipato nell’ambito della preparazione per Eurobasket 2013. L’ultima partita contro il Canada è stata una vera e propria battaglia, con le Azzurre che (come gli capita un po’ troppo spesso) sono partite senza la giusta aggressività in campo. Ed ecco che al pronti via, le nostre sono subito sotto di 7 punti che, alla fine del primo quarto, grazie ad una maggiore attenzione in difesa e ad una bomba di Giorgia Sottana si riducono a 2 (15-17). Nel secondo quarto si segna poco, gli attacchi non riescono ad avere il sopravvento sulle difese ed il punteggio tra le due formazioni parla di un Canada in vantaggio di 3 punti (20-23). L’imprecisione al canestro delle nostre però si comincia a far sentire anche nel punteggio ed il Canada arriva, durante il terzo quarto, anche a +11, chiudendo la frazione sul 30-38. A questo punto le strigliate di Coach Ricchini cominciamo a sortire i loro effetti e la squadra grazie ai canestri di Dotto, Sottana (questa sera migliore marcatrice delle azzurre con 14 punti) e Ress mettono a segno un parziale devastante di 17-2. Le Azzurre sono avanti 47-40. Ma il Canada ha una reazione di orgoglio e grazie a due triple di Nurse (migliore marcatrice per le canadesi con 14 punti), impatta il risultato sul 50-50 con poco più di un minuto da giocare. Due falli delle giocatrici canadesi portano Sottana e Zanoni alla lunetta per i tiri liberi ma il risultato è 0 su 4 (alla fine della partita le Azzurre faranno segnare un poverissimo 36% per un 4/11 dalla lunetta). Dall’altra parte T.Tatham è più fredda e mette dentro i due tiri liberi a disposizione per il +2 per il Canada. Nell’ultima azione Beba Bagnara, guardia tiratrice della Le Mura Lucca, non riesce a realizzare il suo tiro e per l’Italia svanisce la possibilità di impattare il risultato e portare le canadesi al supplementare.
Molto lavoro c’è da fare ancora per coach Roberto Ricchini, che da questo quadrangolare avrà sicuramente preso più di uno spunto da dover analizzare con le proprie giocatrici. Sempre nell’ambito della preparazione per Eurobasket 2013, la Nazionale Femminile, martedì, ripartirà per Mogilev (Bielorussia) per un altro quadrangolare, che la vedrà impegnata dal 5 al 7 giugno, contro le padrone di casa della Bielorussia, contro l’Ucraina e ancora contro la Serbia. Ancora da confermare un’altra amichevole contro la nazionale del Canada per domenica 9 giugno.

Marco Luzi

Italia-Canada 50-52 (15-17; 20-23; 30-38)

Italia: Consolini 3 (0/2, 1/2), Fassina 5 (1/3, 1/1), Cinili (0/2), Sottana 14 (2/3, 3/8), Gatti 9 (3/4, 1/1), Zanoni 5 (1/5), Masciadri 2 (1/2, 0/4), Bagnara (0/1, 0/2), Formica 2 (1/4), Ress 4 (2/7, 0/1), Dotto 6 (3/6, 0/2), Crippa (0/2 da 3). Coach: Roberto Ricchini.
Canada: Hamblin (0/3), Nurse 14 (3/5, 2/4), Bakkering 2, Pilypaitis 11 (1/5, 3/5), A. Tatham 2 (1/1, 0/1), Ross 2 (1/4, 0/1), T. Tatham 8 (3/4, 0/1), Boogaard 10 (4/6), Raincock, Colley 1 (0/1), Keane 2 (1/2). Coach: Lisa Thomaidis.
Arbitri: Milija Vojinovic, Jokic Ognjen, Ivana Ivanovic.
Percentuali di tiro: T2P: Italia 14/39; Canada 14/32. T3P: Italia 6/23; Canada 5/13. TL: Italia 4/11; Canada 9/18.
Rimbalzi: Italia 27; Canada 41.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.