EuroBasket Women 2015, Italia-Bielorussia 76-85: non basta il cuore

Italia sconfitta all'overtime dalla Bielorussia nella partita di esordio di Eurobasket Women 2015 nonostante una grande partita in difesa e il vantaggio decisivo a 6" dalla fine dei tempi regolamentari.

EuroBasket Women 2015, Italia-Bielorussia 76-85: non basta il cuore

ORADEA – La sconfitta all’overt time contro la Bielorussia nella partita di esordio di EuroBasket Women 2015 può essere letta in due chiavi diverse. La prima ci dice che l’Italia di Ricchini e la Ress ha tenuto testa ad una delle più forti compagini del torneo, perdendo soltanto nel supplementare trovato abbastanza fortunosamente dalla Bielorussia allo scadere della sirena del tempo regolare. Ci piace partire proprio dal 4° quarto, quello nel quale abbiamo visto l’Italia migliore, che ha ribattuto punto su punto ad una straordinaria ed immarcabile Leuchanka fino all’ultimo minuto, quando è addirittura passata a condurre. I due punti della Sottana (tra le migliori) ha permesso di giocare 6″ con il vantaggio decisivo. L’Italia si è incredibilmente spenta in quel momento, lasciando tirare “male” alla formazione avversaria ma difendendo “peggio” il canestro. Sul rimbalzo si avventava solitaria la Likhtarovich che metteva dentro il pareggio sul fil di sirena. Potevamo chiudere con un successo che avrebbe messo tanta sicurezza in questo gruppo di ragazze che hanno difeso per buona parte dell’incontro con una grande determinazione e che avrebbero meritato la posta piena. Ma essere raggiunti all’ultimo ha tagliato le gambe al gruppo, incapace di fermare, all’over time, la Leuchanka, già gravata di 4 falli e in predicato di uscire. Nessuna però l’ha cercata nell’uno contro uno, nessuna gli ha messo pressione, compresa una grande Ress, che nel duello contro la fortissima bionda di 1,95 m. non ha demeritato.
L’altra chiave di lettura, più pessimistica, è che l’Italia si propone, anche in questo EuroBasket Women 2015 come la solita incompiuta, in grado di giocare al limite per buona parte del tempo ma incapace di fare le scelte esatte quando serve. Nel caso specifico la partita era vinta e le Bielorusse allo sbando. Lasciare libera la Likhtarovich di appoggiare a canestro la palla del pareggio potrebbe rappresentare l’emblema di questa Nazionale, che sprecò anche due anni fa diverse occasioni per il definitivo salto di qualità.
Ma per capire quale delle due letture è più vicina alla realtà bisogna attendere le altre partite, a cominciare da quella di oggi, 
alle ore 17.00, contro la Grecia (diretta su SkySport2) in quella che potrebbe rappresentare una partita decisiva per la qualificazione al secondo turno (passano le prime tre). Nell’altra gara del girone B, la Turchia ha superato la Polonia 57-54.
La miglior marcatrice delle Azzurre è stata Giorgia Sottana con 19 punti, in doppia cifra anche Raffaella Masciadri  a quota 15. Decisivi per la Bielorussia i 25 di Leuchanka.
LA CRONACA – Il primo canestro dell’Europeo delle Azzurre lo ha messo a segno Giorgia Sottana ma immediato è arrivato il 9-0 della Bielorussia: l’Italia non ha accusato il colpo e anzi ha saputo piazzare un contro-parziale di 8-0 che è valso il +1 grazie ai liberi di Francesca Dotto. La squadra di Buyalski ha provato un nuovo allungo con i piazzati di Likhtarovich e le penetrazioni di Harding (18-25) ma Masciadri e Sottana hanno firmato il nuovo vantaggio Azzurro sul 32-31. All’intervallo lungo si è andati sul 32-33 dopo l’ultimo canestro della solita Harding, 10 punti nel primo tempo.
Nel terzo quarto la Bielorussia ha provato nuovamente a scappare con i 4 punti consecutivi in post basso di Leuchanka ma le Azzurre sono state capaci di rimettere la testa avanti sul 46-44 grazie a una splendida Raffaella Masciadri, 4/5 dall’arco dopo 30 minuti: nel finale di parziale Snytsina dall’arco e poi Papova hanno riportato la Bielorussia sul +5.
La tripla di Gatti e il sottomano di Formica sono valsi il pareggio a quota 55 in apertura di ultimo quarto e poi il canestro di Gorini ha segnato il sorpasso sul 62-60: la tripla di Snytsina ci ha nuovamente puniti (62-66) al 36’. Le Azzurre, mai impavide, sono tornate avanti col piazzato di Sottana (68-66) e poi dopo il canestro di Harding hanno trovato con una magia di Ress il +2 (71-69) a 34 secondi dalla fine. Quindi l’epilogo raccontato e i supplementari nei quali le azzurre sono partite bene, ma castigate subito da un’implacabile Leuchanka, precisissima dalla lunetta a capace anche di bucare le nostre dal perimetro.
AU

Italia-Bielorussia (14-14; 32-33; 48-53; 73-73)
Italia: Consolini 5 (2/5), Fassina (0/2, 0/1), Dotto 8 (3/7), Sottana 19 (8/14,0/3), Gatti 3 (0/1, 1/1), Zanoni 5 (2/4, 0/1), Gorini 8 (4/4), Masciadri 15 (0/2, 4/7), Laterza ne, Crippa (0/1), Ress 11 (5/11, 0/1), Formica 2 (1/3). All: Ricchini
Bielorussia: Papova 9 (3/3, 0/3), Kudrashova ne, Snytsina 14 (4/10, 2/8), Rytsikaeva ne, Likhtarovich 12 (3/5, 1/6), Ziuzkova (0/1 da tre), Verameyenka 4 (2/5, 0/3), Leuchanka 25 (8/14), Harding 16 (7/15), Troina 5 (1/3, 1/2), Trafimava ne, Ivashchanka ne.
Tiri da 2: Ita 25/54, Bie 28/55; Tiri da 3: Ita 5/14, Bie 4/23; Tiri liberi: Ita 11/18, Bie 17/21. Rimbalzi: Ita 34, Bie 55; Assist: Ita 12, Bie 20 

IL GIRONE B
11 giugno
Italia-Bielorussia 76-85
Polonia-Turchia 54-57 (Kobryn 24, Sanders 16)  

Classifica: Bielorussia, Turchia 1-0; Grecia 0-0; Italia, Polonia 0-1. 

12 giugno
ITALIA-Grecia (ore 17.00, diretta SkySport2), Polonia-Bielorussia (ore 19.30)  

13 giugno
Polonia-Grecia (ore 17.00), Turchia-Bielorussia (ore 19.30)  

14 giugno
ITALIA -Polonia (ore 17.00, diretta SkySport2), Grecia-Turchia (ore 19.30)  

15 giugno
ITALIA -Turchia (ore 19.30, diretta SkySport1), Grecia-Bielorussia (ore 17.00) 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.