Freising (Germania) ospiterà venerdì 20 agosto il sorteggio dei gironi di qualificazione all’EuroBasket Women 2023, che come noto si giocherà in Slovenia e Israele.

Le parole di coach Lino Lardo: “Aspettiamo con curiosità e interesse il sorteggio del nostro girone dei Qualifiers, dobbiamo levarci dalla mente l’ultima partita dell’EuroBasket Women 2021, ma al tempo stesso vogliamo riprendere il lavoro intrapreso un anno fa e che ci ha dato soddisfazioni e buoni risultati. A novembre sarà bello ritrovarsi, magari anche con qualche faccia nuova: insieme al mio staff da venerdì ci metteremo al lavoro per studiare le avversarie del girone, ci faremo trovare pronti”.

Ai Qualifiers partecipano 38 squadre, divise in 8 gironi da 4 squadre e 2 da 3, e in campo scenderanno anche le Nazionali dei Paesi ospitanti, pure se già qualificate.

All’EuroBasket Women si qualificano quindi 14 squadre, le prime di ogni gruppo e le quattro migliori seconde. Nel caso in cui Israele e Slovenia fossero tra le squadre che hanno passato il turno, si qualificherebbero anche la quinta e la sesta migliore seconda.

Le tre finestre di qualificazione sono già state fissate: 7-15 novembre 2021, 20-29 novembre 2022, 5-13 febbraio 2023.

FIBA ha stabilito otto fasce di merito, con i seguenti accoppiamenti: 1, 4, 5, 8 e 2, 3, 6, 7. Questo vuol dire che l’Italia, inserita in fascia 2, pescherà le proprie avversarie dalle fasce 3, 6 e 7.

Qui potrete seguire la diretta del sorteggio

Fascia 1 – Spagna, Francia, Belgio, Serbia, Turchia

Fascia 2 – Bielorussia, Russia, Italia, Grecia, Svezia

Fascia 3 – Montenegro, Gran Bretagna, Repubblica Ceca, Slovacchia, Lettonia

Fascia 4 – Slovenia, Ucraina, Bosnia, Ungheria, Croazia

Fascia 5 – Lituania, Polonia, Germania, Bulgaria, Romania

Fascia 6 – Paesi Bassi, Israele, Portogallo, Lussemburgo, Danimarca

Fascia 7 – Svizzera, Irlanda, Austria, Estonia

Fascia 8 – Finlandia, Islanda, Macedonia del Nord, Albania

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta