Eurobasket2017: al via gli scontri diretti, l’Italia può di andare avanti

Il terzo posto nel girone B ci ha permesso di entrare nella parte bassa del tabellone, quella sicuramente meno difficile. Se battiamo la Finlandia, ai quarti ci dovrebbe toccare la Serbia, già incontrata al Torneo dell'Acropolis.

Eurobasket2017: al via gli scontri diretti, l’Italia può di andare avanti

E’ terminata ieri la fase a gironi di Eurobasket2017 e è così definitivo il quadro degli accoppiamenti e il tabellone dei 16°. Come avevamo anticipato, l’incontro tra Italia e Finlandia è sicuramente il più incerto, vuoi per i recenti precedenti (2-0 in amichevole a favore dell’Italia questa estate a Cagliari) vuoi perché la Finlandia rappresenta una delle più importanti sorprese di questa prima fase. Ma non l’unica. L’altra, sicuramente più eclatante, è la Slovenia, che termina il Girone A a punteggio pieno, davanti alla Finlandia e alla Francia. L’unica altra formazione che non ha ancora subito sconfitte è la Spagna, che mostra in questo modo di non aver intenzione di farsi da parte neanche in questa edizione dell’Europeo. Incredibile a credersi, ma gli iberici ormai sono in grado di primeggiare nel basket (cosa impensabile solo 20 anni fa) anche indipendentemente dai singoli.

Girone di ferro doveva essere, e così è stato, il D con Serbia, Lettonia e Russia che terminano tutte con 4 vittorie e una sconfitta. Si salva la Turchia, sospinta dal pubblico di casa, agguantando l’ultimo posto utile, mentre esce di scena mestamente il Belgio, che nelle gare preeuropeo aveva strapazzato gli azzurri, gettando tutto il club Italia nel panico. Invece, per ironia della sorte, noi andiamo avanti, con buone chances di arrivare agli ottavi, loro escono anzitempo.

Gli accoppiamenti dei 16° in alcuni casi sembrano già scritti, in particolare quelli della parte alta del tabellone: Spagna, Francia, Slovenia e Lettonia non dovrebbero avere problemi, almeno per quanto visto in questi primi giorni di Eurobasket2017.

Nella parte bassa, invece, ci sembra che l’incertezza sia maggiore. Oltre alla già citata Italia-Finlandia, infatti, crediamo che non sia possibile fare un pronostico sicuro per Russia Croatia, il primo vero bigmatch di questi Europei. Uno scontro storicamente sempre molto sentito e carico di significati.

Se proviamo a gettare lo sguardo oltre, poi, e dovessimo riuscire a superare i baltici (ma non sarà una passeggiata), molto probabilmente ci dovrebbe capitare, ai quarti, la Serbia, che non dovrebbe avere difficoltà a liberarsi dell’Ungheria. La formazione balcanica, per quanto forte e storicamente ostica per noi, l’abbiamo incontrata proprio prima di volare in Israele, nel torneo dell’Acropolis (qui). Perdemmo, ma non sfigurammo, anzi. Si ebbe l’impressione che fosse alla nostra portata e che ci mancasse solo un po’ di selfconfidence. Fiducia in noi stessi che potremmo sicuramente avere se dovessimo approdare ai quarti, consapevoli di aver fatto oltre le più rosee aspettative.

Per quanto riguarda gli altri possibili incontri dei quarti, nella parte alta Francia Spagna potrebbe rappresentare una finale anticipata.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.