EurobasketWomen2017: domani Italia-Lettonia, chi vince vola ai Mondiali

Diretta su SkySport 2 dalle ore 12,30. Per il titolo europeo in lizza Spagna, Belgio, Grecia e Francia.

EurobasketWomen2017: domani Italia-Lettonia, chi vince vola ai Mondiali

Domani alle 12.30 la Nazionale Femminile gioca a Praga la penultima partita del suo EuroBasket Women 2017: dopo essere state sconfitte dal Belgio nei quarti di finale, battendo la Lettonia nella semifinale per i piazzamenti dal quinto all’ottavo posto le Azzurre hanno la possibilità di qualificarsi per il Mondiale che si giocherà l’anno prossimo in Spagna.

La squadra di Andrea Capobianco ha smaltito la sconfitta rimediata con Wauters e compagne e spostato immediatamente l’attenzione sul prossimo impegno, quello che potrebbe riportare l’Italia in un Campionato Mondiale a 23 anni dall’ultima volta. A bordo campo, come contro il Belgio, a sostenere le Azzurre ci sarà anche Chicca Macchi, che è voluta tornare in Repubblica Ceca a poche ore dall’operazione alla mandibola per essere vicina alla squadra.

Non esistono parole magiche per motivare un gruppo dopo una sconfitta – ha spiegato coach Capobianco – con le ragazze ho fatto un patto dal primo giorno di raduno, quello di condividere e rispettare il nostro sogno di giocare il Mondiale del prossimo anno in Spagna. Questo è un gruppo straordinario, dopo l’infortunio di Chicca Macchi abbiamo dovuto cambiare qualcosa nei nostri giochi e trovare in poche ore nuovi equilibri tattici: le ragazze come sempre hanno dimostrato straordinaria attenzione e disponibilità, siamo di fronte alla partita più importante e la giocheremo come sempre con cuore, impegno e determinazione”.

In questo Europeo la Lettonia ha chiuso al terzo posto il girone dominato dal Belgio ma poi ha sorpreso le campionesse uscenti della Serbia nello spareggio per i quarti di finale, dove le baltiche sono state poi superate nettamente dalla Spagna.

Le altre partite del torneo ci consegnano un girone (quello della Lettonia appunto) molto competitivo ed uno (quello dell’Italia) meno. La Turchia, infatti, è stata estromessa brutalmente dalla Grecia in uno dei tanti incroci al fulmicotone che questo sport è in grado di offrire quando si incontrano squadre dell’area baltica. Le elleniche non hanno avuto problemi a regolare una Turchia che aveva mostrato il “fiato corto” già contro l’Italia, spuntandola per un punto, soprattutto per il “braccino” dimostrato dalle nostre in occasione dell’azione finale, che ci avrebbe potuto regalare la vittoria. Braccino che le ragazze di Capobianco hanno evidenziato anche nella partita contro l’Ungheria. Giorgia Sottana, la migliore insieme alla Zandalasini, aveva mancato a 10″ dalla fine i tiri liberi della sicurezza.

Contro il Belgio il divario era tale che probabilmente le azzurre sono scese in campo già convinte di perdere e concentrate sulla partita di domani. Partita che ci permetterebbe di invertire una tendenza fino a questo momento deprimente per il basket italiano, fuori da Mondiali e Olimpiadi da quasi 20 anni (23 per quanto riguarda le donne).

L’ultimo confronto tra Italia e Lettonia in un Europeo si è giocato nel 2009 a Riga, quando le Azzurre seppero rimontare le padrone di casa per imporsi nel finale dell’overtime. Le due squadre si sono poi ritrovate per il doppio confronto nelle qualificazioni per l’Europeo giocate nel 2014: per l’Italia sconfitta a Riga e poi il successo decisivo a Ragusa nella partita di ritorno (83-68). Gunta Basko, rientrata in Nazionale dopo anni di assenza, è il leader della squadra, per lei in passato anche una stagione a Venezia: la Lettonia è squadra solida, esperta e con cinque giocatrici sopra il metro e novanta. Le migliori nella prima fase sono state Babkina (14.8 punti di media, 43% da tre ma le sue condizioni fisiche non sono perfette) e Steinberga, ala che viaggia stabilmente in doppia cifra (14.8 punti e 12.6 rimbalzi).

Oggi per le Azzurre allenamento pomeridiano di rifinitura, domani alle 12.30 la partita che vale un Mondiale.

I PRECEDENTI CON LA LETTONIA
10 partite giocate (5 vinte/5 perse), 2 nelle fasi finali di un Europeo, (1 vinte/1 perse)
La prima: Challenge Round Europeo, 19 maggio 1994, (Vilnius, Lituania), Lettonia-Italia 44-63
L’ultima: Qualificazioni Europeo, 24 giugno 2014 (Ragusa), Italia-Lettonia 83-68
La vittoria più larga: Challenge Round Europeo, 19 maggio 1994, (Vilnius, Lituania), Lettonia-Italia 44-63 (+19)
La sconfitta più pesante: Qualificazioni Europeo, 12 giugno 2012, (Riga, Lettonia), Lettonia-Italia 71-52 (-19)

LE SEMIFINALI
ore 18.00 Spagna-Belgio; ore 20.30 Grecia-Francia

QUINTO-OTTAVO POSTO
ore 12.30 Italia-Lettonia; ore 15.00 Turchia-Slovacchia

Belgio-Italia 79-66 (27-13; 46-33; 57-55)
Belgio: Linskens 2 (1/2), K. Mestdagh 19 (3/5, 4/8), Delaere 2 (1/1, 0/2), Hendrickx, Carpreaux 2 (1/4), Meesseman 28 (11/18), Wauters 17 (5/10), H. Mestdagh , Geldof ne, Nauwelaers 3 (1/1 da 3), Vanloo 6 (0/1, 2/4), Raman (0/1). Coach: Philip Mestdagh
Italia: Italia: Penna 5 (1/4, 1/1), Gorini 4 (1/5), Sottana 17 (8/15, 0/3), Zandalasini 23 (8/15, 1/2), Dotto (0/2), Masciadri (0/1 da 3), Formica 2 (1/3), De Pretto, Crippa 6 (2/3, 0/1), Ress 9 (2/8, 1/3), Cinili (0/2). Coach: Andrea Capobianco.

 

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.