Europei canoa slalom Jrs e U23: tre medaglie per l’Italia

l'Europeo si chiude per l’Italia con le tre medaglie conquistate da Zeno Ivaldi e dalle squadre C1 under 23 e K1 under 23.

Europei canoa slalom Jrs e U23: tre medaglie per l’Italia

Ultima giornata di gare a Cracovia, in Polonia, per i Campionati Europei junior & under 23 di canoa slalom con gli azzurri dopo il tris di medaglie conquistato ieri, portano a casa oggi tre importanti piazzamenti in finale nel K1 under 23 femminile.

Nella prova a squadre del K1 le azzurre sfiorano il podio chiudendo al quarto posto assoluto. Decisivi i due tocchi di palina e i conseguenti quattro secondi di penalità che impediscono alle azzurre di salire sul podio. La prova di Clara Giai Pron, Chiara Sabattini e Lisa Signori è comunque positiva; il 116.02 è più alto di 8.37 rispetto alla medaglia d’oro messa al collo in 107.65 dalla Repubblica Ceca davanti alla Gran Bretagna e all’Austria. 

Clara Giai Pron, Forestale piemontese, mette in acqua un’ottima finale ma manca il podio per il tocco di palina alla porta numero 3. Due secondi di penalità che non le impediscono comunque di entrare nella “top five” continentale, al quinto posto con un ritardo di 3.46 dall’oro che va invece alla spagnola Nuria Villarubla che vince in 92.68. Medaglia d’argento all’austriaca Wolffhardt, bronzo all’ucraina Us. Tra le dieci finaliste c’è anche Chiara Sabattini, autrice di un’ottima semifinale e di una prova conclusiva che la vede fermare il cronometro sul 99.75, tempo che le vale l’ottavo posto e comunque l’entrata di diritto nelle migliori dieci a livello continentale. 

Si ferma in semifinale invece l’avventura europea di Lisa Signori nel K1 junior femminile. L’azzurra del CCKValstagna chiude al diciottesimo posto con il tempo di 115.39, pagando pesantemente i tre tocchi di palina accumulati nel corso della prova. L’oro di categoria va alla polacca Zwolinska davanti all’austriaca Weratschnig e alla slovacca Hassova. 

Europeo che si chiude quindi per l’Italia con le tre medaglie conquistate ieri da Zeno Ivaldi e dalle squadre C1 under 23 e K1 under 23 nella prima giornata di finale.

Zeno Ivaldi, pagaiatore del CC Verona si è laureato vicecampione d’Europa nella prova del kayak maschile under 23. Perfetto in qualifica, chiusa con il miglior tempo, il canoista scaligero passa con l’ottavo posto la semifinale e in finale mette in acqua un percorso pulito, esente da penalità e valido per consentirgli di mettere al collo l’argento. Il suo 79.67 vale la seconda posizione alle spalle del ceco Jiri Prskavec, campione del mondo in carica con il titolo conquistato in Brasile ad aprile e abile a mettere al collo l’oro continentale. Subito dietro, comunque, c’è Ivaldi che con un distacco di 2.58 può dirsi soddisfatto; il bronzo va invece allo spagnolo Llorente nei confronti del quale Ivaldi è più veloce di mezzo secondo.

Nella prova a squadre del C1 maschile under 23 tocca ai campioni del mondo in carica Roberto Colazingari, Paolo Ceccon e Raffaello Ivaldi. Il titolo da difendere è pesante, la gara con la quale volano comunque sul podio, ad appena due centesimi dall’oro, è esemplare. 97.27 il tempo dei moschettieri azzurri, ad appena 0.02 dalla Russia che si laurea campione d’Europa in una sfida il cui podio è completato dalla Francia, terza a 50 centesimi in una prova caratterizzata da un tocco di porta. Fondamentale per gli azzurri la pulizia del percorso con la quale volano sul gradino numero due del podio, ad un soffio dal tripudio europeo. 

A completare il tris azzurro ci pensano invece i kayakers maschili che nella prova del K1 under 23 vincono la medaglia di bronzo in 93.13, alle spalle di Francia (distacco di 3.03) e Germania. Zeno Ivaldi, Marcello Beda e Giovanni de Gennaro volano sull’acqua estromettendo dal podio proprio i padroni di casa della Polonia la cui medaglia è di legno, con 13 centesimi di ritardo dagli azzurri.

Ora lo slalom si concentra per il grande appuntamento di metà settembre sul canale olimpico di Lee Valley. Campionati del mondo assoluti con qualifica olimpica. Dal 2 settembre il raduno pregara, dal 16 il via all’appuntamento iridato.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.