Europei Ciclismo Strada, oro di Sofia Bertizzolo, argento per Filosi

Europei Ciclismo Strada, oro di Sofia Bertizzolo, argento per Filosi
Europei ciclismo strada, Sofia Bertizzolo

Sofia Bertizzolo subito dopo l’arrivo nella prova in linea agli Europei di Nyon

Giornata trionfale anche quella odierna per l’Italia ai Campionati Europei ciclismo Strada Jrs e U23 che si sono conclusi oggi a Nyon in Svizzera. Con un copione ormai “solito” le formazioni guidate rispettivamente da Edoardo Salvoldi (donne), Rino De Candido (Juniores) e Marino Amadori (Under 23) si sono impossessati, anche oggi, di un oro e un argento. Lo stesso bottino di ieri!!
Il secondo oro lo conquista nella mattina con l’impresa di Sofia Bertizzolo, che si impone in volata davanti alla svizzera Nicole Koller e alla russa Daria Egorova.Nata il 21 agosto 1997 a Borso del Grappa (Treviso), Sofia Bertizzolo è la campionessa italiana in carica della corsa in linea, seconda nel campionato italiano della cronometro, si è classificata sesta nell’europeo della cronometro che ha visto Alice Gasparini vincere la medaglia d’argento.
Una vittoria meritata che appartiene a tutta la Nazionale donne Junior – dice il CT Salvoldi –. Da considerare inoltre la caduta che ha coinvolto Cretti e Beggin, a poco più di due giri dall’arrivo che ha costretto la squadra a riorganizzarsi ed anche nel migliore dei modi, visto il risultato finale. Sono soddisfatto proprio perché la coesione della squadra e l’affiatamento che le unisce, già visto nei raduni, ancora una volta sono basilari, come è nella nostra tradizione, per il successo finale. Sofia Bertizzolo, al primo anno nella categoria come la maggior parte della squadra, scopre, gara dopo gara, le sue potenzialità e questo aumenta la fiducia verso se stessa. L’oro di oggi è un successo di tutta la Nazionale.”
A 17 km dall’arrivo la russa Egorova e l’olandese Van Den, attaccano. Su di loro rientrano in tre tra cui le azzurre Bertizzolo e Ragusa. Le cinque battistrada aumentano il loro vantaggio sul gruppo e a quattro chilometri dall’arrivo, Sofia tenta il primo attacco, ripresa poi a due km dal traguardo. L’azzurrina, con il supporto della compagna, finalizza poi un arrivo perfetto regolando in volata la russa Egorova e la svizzera Koller. Quinta al traguardo l’azzurrina Katia Ragusa a finire l’ottimo lavoro.
Nel pomeriggio, poi, è arrivato l’argento di Iuri Filosi nella gara conclusiva degli Under 23, in un epilogo in volata alla spalle del talentuoso Stefan Kueg, già oro nella cronometro. Terzo il francese Turgis. E’ stata una gara tattica: “Tutta la Nazionale ha corso bene, presente nelle azioni decisive e sempre propositiva. Pronta anche a cambiare tattica di gara visto che per Mareczko, designato anche lui alla volata finale, non si sentiva in gran forma. Questo argento è un successo per tutta la Squadra. Ringrazio i team di appartenenza degli atleti per la preziosa collaborazione” dice il CT di categoria, Marino Amadori.
Grande soddisfazione per l’azzurro: “Una corsa fatta di attacchi e contro attacchi – dice Iuri – A pochi chilometri dall’arrivo il francese e lo svizzero attaccano. Riesco, grazie ai miei compagni, a riprenderli e mi gioco così il tutto sul finale. E’ andata bene e la soddisfazione è tanta!”.
Sale così a sei il medagliere azzurro: due ori e quattro argenti che danno sicuramente il metro del valore del nostro ciclismo in campo internazionale nelle categorie. Da ricordare che lo scorso anno, nella stessa rassegna, l’Italia conquistò solo un oro e tre medaglie in tutto.
TUTTI I RISULTATI SU www.federciclismo.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.