Europei Ciclismo strada U23 e Jrs: Zorzi e Cauz, trionfo Italia

Europei Ciclismo strada U23 e Jrs: Zorzi e Cauz, trionfo Italia
Zorzi e Cauz sul podio dell'Europeo U23 strada

Zorzi e Cauz sul podio dell’Europeo U23 strada

La terza giornata di gare dei Campionati Europei Ciclismo Strada in corso di svolgimento in Repubblica ha regalato una splendida doppietta per il ciclismo azzurro. Le azzurre dell’U23 trionfano nella prova in linea donne; Susanna Zorzi conquista il titolo continentale di categoria e alle sue spalle brilla l’argento di Francesca Cauz. Rossella Ratto, argento nella prova a cronometro, è quarta e sottolinea il dominio dell’Italia. Susanna Zorzi, vicentina di Cogollo del Cengio, ha guidato la corsa in solitaria negli ultimi 50 km, diventando la protagonista assoluta.
“ La nostra prima punta era Rossella Ratto a seguire Francesca Cauz e Dalia Muccioli. A meno cinque giri c’è stata la prima selezione con Muccioli in testa ed un gruppo di diciotto atlete tra cui cinque azzurre. Nel falsopiano è partita Susanna Zorzi mentre le altre nazioni, numericamente inferiori, curavano Rossella Ratto. Susanna ha preso vantaggio fino a raggiungere i 2’20” ed ha resistito poi fino alla fine. Intanto nel gruppo dietro potevamo attaccare individualmente. L’olanda ha iniziato a tirare per chiudere il buco, ha attaccato quindi, Francesca Cauz conquistando poi l’argento. Anche Rossella Ratto ha tentato di centrare l’obiettivo ma è stata bloccata dall’ucraina Solovey . Peccato, sarebbe stata una tripletta unica!” – dice il CT Salvoldi.
Ricordiamo che Susanna Zorzi (Faren Kuota) è nata a Thiene (Vicenza) il 13/03/1992. Nel suo palmarés una Medaglia di bronzo ai Mondiali Juniores 2009. Francesca Gauz (Top Girls-Fassa Bortolo)è  nata a Conegliano (Veneto) il 24/09/1992, settima quest’anno al Giro d’Italia Donne
Nell’altra gara in programma nella terza giornata, la gara in linea uomini juniores, doppietta francese con l’oro a Frank Bonnamour arrivato in solitaria (in 3h18’28”) al traguardo, e l’argento al connazionale Elie Gesbert a 22”. A ruota un gruppetto di corridori regolato, in volata, dal belga Mathias Van Gompel, bronzo all’arrivo. Nel gruppo anche l’azzurro Lorenzo Fortunato, al primo anno nella categoria, che ha conquistato un buon quinto posto imponendosi tra i top five.
Una corsa durissima, evidenziata dal numero di corridori arrivati al traguardo: dei 194 al via hanno finito la gara in 44 atleti: “Il percorso ha fatto una selezione naturale, soprattutto il tratto di pavé a metà circuito – dice il ct De Candido – Lorenzo Fortunato ha corso molto bene, sempre nelle azioni e nelle fughe, ha lottato con i francesi che hanno poi dominato la gara, dimostrando di avere carattere e determinazione. Buone anche le prestazioni di Lorenzo Rota e Simone Velasco, mai passivi in corsa”.
Lorenzo Fortunato ha chiuso in quinta posizione a 46” dal vincitore. Per gli azzurri, Simone Velasco un 17esimo posto e Lorenzo Rota un 35esimo. Gli altri azzurri al via non hanno concluso la corsa.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.