Europei ciclismo su pista Jrs e U23: Cecchini e Confalonieri superstar

Europei ciclismo su pista Jrs e U23: Cecchini e Confalonieri superstar
Europei ciclismo su pista, Cecchini e Confalonieri

Elena Cecchini e Maria Giulia Confalonieri rispettivamente oro e argento nella corsa a punti Under 23

Splendida doppietta azzurra ai Campionati Europei ciclismo su Pista Jrs e U23 in svolgimento ad Anadia (Portogallo). Protagoniste le azzurre U23 Elena Cecchini e Maria Giulia Confalonieri, che nella corsa a punti hanno regalato all’Italia il titolo europeo e l’argento. Tattica, determinazione ed audacia hanno caratterizzato la corsa delle azzurre guidate dal CT Salvoldi che, con grande fermezza, hanno dominato la gara, centrando l’obiettivo e raccogliendo il successo con ben due giri di vantaggio sulle rivali. La loro fuga ha permesso alle azzurre di sprintare conquistando punteggi importanti e vincendo quattro volate a testa.
Una tattica perfetta disegnata a tavolino e riportata in pista. A venti giri dalla fine era matematico il loro podio; le ho lasciate libere di giocarsela fra loro – dice il CT Salvoldi –. La corsa a punti è la nostra corsa del cuore. La sentiamo, la viviamo e riusciamo sempre ad interpretarla al meglio. Così era ieri e così è oggi: l’Italia, dal 1998 ha vinto 18 volte con 10 atlete diverse e per 11 volte ha conquistato l’argento ed il bronzo”.
In effetti, dai mondiali agli europei, di tutte le categorie, contando anche l’oro olimpico di Antonella Bellutti nel 2000 e l’oro di Vera Carrara tra le junior ai mondiali del 1998 (dove Salvoldi era collaboratore tecnico della pista dell’allora ct Dario Broccardo); sono ben 18 ori, 11 argenti e 11 bronzi vinti dall’Italia nella corsa a punti sino ad oggi.
L’oro e l’argento di Elena Cecchini e Maria Giulia Confalonieri si sommano al bronzo conquistato dalle azzurre insieme alle compagne Beatrice Bartelloni e Francesca Pattaro, nell’inseguimento a squadre. Per Maria Giulia Confalonieri un argento di grande spessore che conferma il suo giovane talento: nell’edizione del 2013 l’azzurra vinse il bronzo nella specialità, come inizio di altri successi.
Un plauso alle atlete che in questo momento felice per il ciclismo italiano hanno contribuito ad onorarlo” ha detto il presidente Di Rocco che dopo i successi agli Europei Strada in Svizzera e questi della pista in Portogallo, si appresta a volare a Parigi per festeggiare un italiano in maglia gialla a distanza di 16 anni.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.