Europei Ciclismo: vola l’Olanda, per l’Italia bronzi con Cipressi e Milesi

Due bronzi per l’Italia con gli juniores Cipressi e Milesi. Entrano tra i primi cinque Elena Pirrone (donne U23), Vittoria Bussi (Donne élite), Jonathan Milan (U23) e Edoardo Affini tra gli uomini élite. 

Europei Ciclismo: vola l’Olanda, per l’Italia bronzi con Cipressi e Milesi

La giornata di apertura dei Campionati Europei ciclismo strada di Plouay, dedicata alle prove a cronometro per tutte le categorie, si conclude per la #NazionaleCiclismo con due medaglie di bronzo degli junior Cipressi e Milesi e con piazzamenti importanti tra le donne élite con Bussi (5^), le U23 con Pirrone (4^ a soli 3” dal podio), gli U23 con Milan (5^).

Vola l’Olanda, grazie allo straripante settore femminile, in grado di portare a casa due medaglie d’oro (juniores e elite) e un argento. Addirittura imbarazzante (ma era nelle previsioni) il duello tra la Van den Breggen, finalmente a bersaglio in una crono europea, e la van Dijk: alla fine rispettivamente prima e seconda. In questa gara Vittoria Bussi, recordwoman dell’ora, entra tra le prime cinque, ma resta ancora lontana dal podio nonostante i notevoli progressi che ha mostrato negli ultimi mesi in questa disciplina. “Vittoria sta investendo molto in questo esercizio – ha detto Salvoldi – e credo che possa ancora migliorare. Oggi ha corso bene, gestendo bene lo sforzo. Il piazzamento, nel gruppo delle migliori specialiste, dimostra i progressi ottenuti.”

Tra gli uomini élite, ultima gara di giornata, si laurea campione europeo Stefan Kung in 30’18”. Argento al francese Rémi Cavagna a 18” da Kung. Il terzo gradino del podio è del belga Victor Campenaerts, con 22” di gap dall’oro. Edoardo Affini, mantovano classe 1996 nonché bronzo nella passata stagione, rimane fuori dal podio piazzandosi quinto con un gap di 1’16” da Kung. “Le poche corse nelle gambe (appena 4) non gli hanno permesso di avere quella condizione e brillantezza che gli permise lo scorso anno di conquistare il bronzo” dice il CT Cassani.

JUNIORES – Carlotta Cipressi ha 17 anni, forlivese, corre per il team AWC Re Artù General System. Quest’anno si è laureata campionessa italiana nell’inseguimento. Oggi ha chiuso a 1’28” dall’olandese. “Molto bene con le junior, che al di là del risultato, abbiamo avuto la conferma che come gruppo, abbiamo lavorato bene. Questa medaglia, meritatissima gratifica tutti, naturalmente molto di più Carlotta che se la merita” dice il CT Salvoldi. Undicesima l’altra azzurra in gara, Matilde Bertolini a 2’30”.

Lorenzo Milesi (Ciclistica Trevigliese), diciottenne di San Pellegrino Terme, è protagonista di un’ottima prova alle spalle di due autentici fuoriclasse della categoria: il ceco Vacek, dominatore in questo inizio di stagione, e Marco Brenner, staccato di solo 4″ dal vincitore. L’azzurro chiude in terza posizione con un distacco dal ceko di 18″e di 14” dall’argento del tedesco. Ricordiamo che Milesi, passista veloce arrivato al ciclismo solo da pochi anni dopo un passato da giocatore di calcio, lo scorso anno, all’esordio nella categoria, ha conquistato la medaglia d’argento nei tricolori crono juniores, alle spalle di Andrea Piccolo e davanti ad Antonio Tiberi. Oggi la prima medaglia europea nella crono.

UNDER 23 – Un vero peccato per Elena Pirrone, terza nella passata edizione, giù dal podio per soli 3” dalla polacca Marta Jaskulska, bronzo in 37’11” in una gara contro il tempo dominata dalla Germania: oro alla ventenne Hannah Ludwig (in 35’53”) e argento alla sua connazionale Franziska Koch (in 36’17”). Ritroveremo l’azzurra mercoledì 26 agosto, impegnata nella prova in linea di categoria. Il CT Salvoldi: “C’è delusione per Elena Pirrone. Anche per quei tre secondi ma perché è un’atleta che vale molto di più di quello che riesce a rendere in questo momento. Deve trovare più equilibrio e professionalità perché può ottenere di più di ciò che ha ottenendo fino ad ora”

Tra gli Uomini U23 il titolo continentale è per il norvegese Andreas Leknessund, il ventunenne del team professionali Uno-X Pro Cycling, che ha fermato le lancette dell’orologio a 30’58” innescando un gap di 24” allo svizzero Stefan Bissegger, poi argento, e di 29” al belga Van Wilder, bronzo sul traguardo. Giù dal podio il britannico Pidcock (a 40” dal vincitore) e l’azzurro Jonathan Milan (a 56” dall’oro), che entra comunque nella top five continentale di specialità. L’altro azzurro al via, Andrea Piccolo si piazza diciottesimo. L’impegno agli europei per Piccolo continuerà giovedì 27 agosto nella prova in linea.

Domani iniziano le prove in linea con in gara subito quella più attesa, degli uomini elite. Per gli azzurri, il capitano sarà Giacomo Nizzolo, fresco del titolo italiano e tra i più in forma del momento.

Per info: http://www.uec.ch

PROGRAMMA 

MERCOLEDì 26 agosto
09.00 –11.00    U23 Donne  81.90 km (6 giri)
12.00 –15.45    Elite Uomini 177,45 km(13 giri)

GIOVEDì 27 Agosto – Prove in linea
09.00 –12.00 U23 Uomini 136,50 km (10 giri)
13.00 –15.45 Elite Donne 109,20 km (8 giri)

VENERDì 28 Agosto – Prove in linea
9.00 –10.45 Junior Donne 68,25 km (5 giri)
11.20 –14.00 Junior Uomini 109,20 km (8 giri)
14.30 –17.00 Mixed Relay 54,60 km(2 giri per gli uomini + 2 giri per le donne)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.