Europei di Canoa Slalom Junior e U23: finalmente Horn!

Europei di Canoa Slalom Junior e U23: finalmente Horn!
Stefanie Horn in azione a Skopje

Stefanie Horn in azione a Skopje

Ancora soddisfazioni, ancora successi, ancora medaglie agli Europei di canoa slalom di Skopje, in Macedonia, dove l’Italia si regala un altro titolo continentale. A mettere al collo la medaglia d’oro è Stefanie Horn, pagaiatrice in forza al CC Brescia cresciuta in Germania e sposata di recente con l’azzurro Riccardo de Gennaro (fratello di Giovanni, ieri bronzo a squadre nel K1). Una storia simile (e ci auguriamo anche nella carriera sportiva) a quella di Josefa Idem, la quale proprio all’inizio della stagione, era pronta a scommettere sulla Horn la quale, evidentemente, ha bisogno dei suoi tempi per maturare. Infatti nei campionati europei assoluti di qualche settimana fa la Horn aveva parzialmente deluso, mentre si è rifatta con gli interessi in questa rassegna continentale di categoria.
L’azzurra vince la semifinale in 115.05 rifilando 62 centesimi di distacco alla ceca Galuskova ma non basta. Il duello tra le due si ripete anche nella finalissima dove la pagaiatrice azzurra ferma il cronometro sul 113.80 con un percorso netto e senza penalità. La sua prova è la migliore, anche perché la ceca Karolina Galuskova chiude in 113.30 ma al suo tempo si aggiungono due secondi di penalità per il tocco alla porta numero 2 che la fanno scivolare in seconda posizione. Terzo posto e quindi medaglia di bronzo per la slovena Eva Tercelj mentre l’altra azzurra, Chiara Sabattini, si congeda dall’europeo con un onorevole 13° posto.
Si ferma in semifinale invece la prova di Lisa Signori nel K1 junior femminile. L’azzurra originaria di Valstagna non va oltre il 18° posto, penalizzata dal salto di porta alla numero 21 con conseguenti 50 secondi di penalità. Nel pomeriggio ultimo atto della rassegna europea con la gara a squadre dove l’Italia sarà presente nel K1 junior femminile.
Una rassegna continentale decisamente positiva per l’Italia che chiude con tre medaglie d’oro (K1 junior con Jacob Weger, C1 junior con Raffaello Ivaldi e K1 under 23 femminile con Stefanie Horn) e un bronzo nel K1 under 23 maschile a squadre grazie a Giovanni de Gennaro, Luca Colazingari e Christian de Dionigi. Un poker di medaglie, tre delle quali del metallo più prezioso, che confermano il buon lavoro fatto fin qui sia sui campioni attuali, ma anche e soprattutto su quelli che si affacceranno alle categorie senior in futuro.
Risultati e dettagli al link

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.