Europei di canoa slalom, prima giornata in chiaro scuro

Europei di canoa slalom, prima giornata in chiaro scuro

Prima giornata di gare a Vienna per le qualifiche agli Europei di canoa slalom. L’Italia centra le semifinali con tutti e tre i kayak maschili e il C2 dell’Aeronautica Militare ma va ko con tutti e tre gli specialisti della canadese e con le due azzurre del kayak che non riescono a superare lo scoglio delle qualifiche.
Le note liete arrivano dai K1 uomini con Daniele Molmenti (Forestale), Andrea Romeo (Marina Militare, in foto) e Giovanni de Gennaro (Forestale) che conquistano il pass per la semifinale. Nella qualifica vinta dal ceco Prskavec in 84.89 Daniele Molmenti è sesto con un distacco di 1.87 dalla vetta. In semifinale va anche Andrea Romeo il cui 88.97 della seconda manche, a 4.08 dal primo posto, gli permette di inserirsi al 23esimo posto. 29esimo invece, sui 30 che centravano l’accesso alla semi, il bresciano della Forestale Giovanni de Gennaro che paga un distacco dalla vetta di 5.61.
Bene anche il C2 dell’Aeronautica Militare composto da Pietro Camporesi e Niccolò Ferrari; il bolognese ed il veronese chiudono al dodicesimo posto in 102.32, con un distacco di 4.87 dai britannici Florence/Hounslow che vincono la qualifica. Camporesi/Ferrari staccano il pass per la semifinale.
Le note negative arrivano invece dagli specialisti della canadese con Roberto Colazingari (Forestale), Stefano Cipressi (Marina Militare) e Marco Babuin (GKC Cordenons) che falliscono l’accesso alla semifinale. Nella qualifica vinta dallo slovacco Slafkovsky in 89.32, Roberto Colazingari, fresco di titolo mondiale under 23, è 21° (si qualificavano i primi 20). Il suo tempo di 95.13 a 5.81 dalla leadership è di dieci centesimi superiore al ventesimo posto, l’ultimo per qualificarsi, ottenuto invece dal ceco Rohan. Peccato per i quattro secondi di penalità accumulati da Colazingari nella prima manche senza i quali avrebbe fatto segnare il nono tempo assoluto; 26° posto invece per Stefano Cipressi con un ritardo dalla vetta di 7.83; 28°, e anche lui out dalla semifinale, è Marco Babuin con un distacco di 9.86 dal primo posto.
Non bene anche l’Italia della canoa slalom al femminile con Stefanie Horn (CC Brescia) e Chiara Sabattini (LNI Quinto) che non riescono a staccare il pass per la semifinale. Nella qualifica vinta dall’austriaca Corinna Kuhnle in 92.20 la migliore delle azzurre è Stefanie Horn che non va però oltre il 101.85, tempo che la relega in 23^ posizione, out dalle venti che passano in semifinale. 9.65 il distacco della Horn dal primo posto, con 63 centesimi in meno sarebbe comunque riuscita a passare. Male Chiara Sabattini che non va oltre il 109.58, 32esima posizione e per lei europeo che finisce qui.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.