Europei giovanili a Edimburgo: l’Italia va con Stefano Carnati & Co.

Oltre al titolo del brianzolo (il secondo continentale per lui che vanta anche un titolo mondiale) per l’Italia anche quattro bronzi con Asja Gollo, Giorgia Tesio, Pietro Biagini e Ludovico Fossali.

Europei giovanili a Edimburgo: l’Italia va con Stefano Carnati & Co.

In occasione della presentazione dei Mondiali di categoria che si era svolta qualche giorno fa a Roma, alla presenza del presidente del CONI Malagò, il tecnico azzurro Franco Gianelli aveva dichiarato, senza paura di essere smentito dai fatti, di puntare almeno a 5 podi in occasione della rassegna iridata.
La prova di una così audace e rischiosa affermazione è arrivata a stretto giro, in occasione dei Campionati Europei Lead e Speed che sono appena terminati ad  Edimburgo, in Scozia, dove gli Azzurri hanno conquistato un oro, con il brianzolo  Stefano Carnati, e quattro bronzi, con le piemontesi Asja Gollo e Giorgia Tesio, il genovese Pietro Biagini e il modenese Ludovico Fossali.
A spiccare è il titolo conquistato da Stefano Carnati nella Lead, nella categoria Youth A (Under 18): per il climber classe 1998 di Erba si tratta del secondo titolo europeo in carriera, dopo quello vinto nel 2013 (anno in cui fece suo anche il Campionato del Mondo). In finale è arrivato nettamente più in alto di tutti, precedendo il francese Hugo Parmentier e il britannico William Bosi. Alla stessa finale s’era qualificato anche il vicentino Giorgio Bendazzoli (vincitore un mese fa della prova di Coppa Europa Lead a Dornbirn, in Austria), che ha chiuso all’ottavo posto.
Per Stefano si tratta di un ritorno alle competizioni in grande stile, dopo una pausa di “riflessione” durante la quale il lombardo si era concentrato anche (o forse soprattutto) nell’attività outdoor. Ma la classe di questo ragazzo resta immutata a dimostrazione che i titoli conquistati nel 2013 (europeo e mondiale) non furono frutto del caso e meno che mai soggetti a quella “volatilità” che spesso contraddistingue le prestazioni dei ragazzi di questa età. Stefano è un campione vero, di quelli che quando sente l’odore della competizione si trasformano e centrano, spesso, l’obiettivo.
Bronzo nella Lead in campo maschile per il genovese classe 2000 Pietro Biagini, categoria Youth B (Under 16), che al termine di una appassionante finale si è dovuto arrendere allo spagnolo Mikel Linacisoro e al francese Leo Ferrera. Finale che ha visto impegnato anche il bolzanino Filip Schenk, sesto.
Bel bronzo anche per la vicecampionessa del mondo Asja Gollo nella Youth A (U18): la sedicenne torinese ha terminato la sua finale alle spalle della campionessa del mondo Janja Garnbret (Slovenia) e della svizzera Alina Ring. Positivo ottavo posto, nella stessa finale, per Ilaria Scolaris.
Particolarmente serrata è stata la sfida finale della categoria Youth B (U16) femminile, con la cuneese Giorgia Tesio che ha messo al collo la medaglia di bronzo, battuta solo dalla slovena Mia Krampl e dalla russa Viktoriia Meshkova. Ottima prestazione anche per romana Laura Rogora, che s’è però dovuta accontentare del quarto posto.
L’altro bronzo è arrivato nella Speed, con il modenese Ludovico Fossali autore di una grande prestazione che merita di essere sottolineata perché si inserisce in una disciplina difficilissima, terreno preferito per gli specialisti russi che difficilmente lasciano spazio agli atleti occidentali. Gli atleti russi, infatti, hanno occupato cinque delle prime sei posizioni. Fossali nella finale per il 3° posto è stato più veloce di Maksim Diachkov (6”34 a 6”85), mentre la vittoria è andata ad Aleksandr Shikov. Vicini al podio, nella Youth A, l’altro modenese Gian Luca Zodda e il valdostano Paolo Martignene, rispettivamente quinto e sesto. Quinta piazza infine anche per Gabriele Randi nella categoria Youth B. 

I risultati completi degli Azzurri:

LEAD
MASCHILE:
Youth A (U18): 1° Stefano Carnati, 8° Giorgio Bendazzoli.
Youth B (U16): 3° Pietro Biagini, 6° Filip Schenk, 14° David Piccolruaz.

FEMMINILE:
Juniors (U20): 9^ Claudia Ghisolfi, 19^ Martina Zanetti.
Youth A (U18): 3^ Asja Gollo, 8^ Ilaria Scolaris, 17^ Eva Scroccaro, 19^ Lisa De Martini.
Youth B (U16): 3^ Giorgia Tesio, 4^ Laura Rogora, 24^ Maria Ballerini.

SPEED:
MASCHILE:
Juniors (U20): 3° Ludovico Fossali.
Youth A (U18): 5° Gian Luca Zodda, 6° Paolo Martignene.
Youth B (16): 5° Gabriele Randi, 7° Leonardo Sandrin, 8° Cristian Dorigatti.

FEMMINILE:
Juniors (U20): 10^ Martina Zanetti, 12^ Ginevra Casellato, 13^ Teresa Gallucci.
Youth A (U18): 8^ Silvia Porta, 11^ Giorgia Randi, 12^ Giulia Fossali.
Youth B (U16): 9^ Elisabetta Dallabrida.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.