Europei Junior in Polonia: vittoria in batteria 
per quattro di coppia maschile e due senza femminile

Buon avvio dell’Italia agli Europei Juniores di Kruszwica (Polonia). Brillano quattro di coppia maschile e due senza femminile (miglior tempo), vincitori delle rispettive batterie, ma avanzano in finale anche due senza maschile e quattro di coppia femminile dopo i recuperi raggiungendo così quattro senza femminile, quattro con ed otto maschile. Domattina Elena Coletti sarà impegnata in semifinale. 

Vittoria e miglior tempo per le sorelle palermitane Giorgia e Serena Lo Bue, capaci di chiudere i conti dopo i primi 1000 metri (già 7 secondi su Russia e Ucraina: all’arrivo l’8’10’’56 legittima l’intelligente e spettacolare prestazione, subito avanti anche la Russia (8’21’’23) vincente nell’altra batteria.
Bel successo in batteria anche per il quattro di coppia di Marco Chiodelli, Luca Rambaldi, Davide Mumolo e Marco Ferracci. Secondo dopo i primi 500 metri, innesta il turbo e sul passo infila la Lettonia staccandola all’arrivo di ben quattro secondi (6’22’’38 il tempo finale per gli azzurri). Più veloce la prima batteria con l’Ungheria brava a vincere ed a qualificarsi in 6’18’’89 al fotofinish (un decimo) sulla Romania. Nel singolo femminile Elena Coletti ottiene il pass per la semifinale senza alcun problema: secondo tempo in 8’49’’14, a 5’’47 dalla rumena Oprea e davanti alla russa Kostygova. Nel quattro di coppia femminile, con Carmela Pappalardo al posto di Silvia De Matteis per scelta tecnica insieme a Chiara Ondoli, Ludovica Lucidi e Cecilia Bellati, l’Italia si qualifica vincendo bene il proprio recupero (davanti alla Croazia) dopo il terzo posto in batteria (dietro Romania e Bielorussia). 

Va in finale anche il due senza tutto romano di Carlo Portaccio e Luca Di Francesco, terzo in batteria e secondo nel recupero alle spalle della Serbia con il tempo di 7’25’’69. Terzo, a pari merito, il quattro con (Guglielmo Carcano, Leone Maria Barbaro, Matteo Tettamanti, Marco Marcelli, tim. Dario Favilli): la barca azzurra comanda per 1000 metri, poi subisce il sorpasso dell’Ucraina e negli ultimi metri anche la Romania soffia il secondo posto (terzo a 7’07’’00 con la Polonia). Quinte le azzurre del quattro senza (Beatrice Arcangiolini, Sara Magnaghi, Sandra Celoni, Greta Masserano) nella prova per l’assegnazione delle corsie dopo esser state sempre in lotta per la terza posizione (quarte ai 1000 e ai 1500 a 39 centesimi dalla Polonia). (com stampa)

Singolo Femminile (prime tre in semifinale). Batteria 1. 1) Gulbe (Lettonia) 8’47’’05, 2) Zabova (Repubblica Ceca) 8’52’’94, 3) Bacskai (Ungheria) 9’01’02, 4) Cokelj (Croazia) 9’08’’95, 5) Joumees (Estonia) 9’10’’54. Batteria 2. 1) Oprea (Romania) 8’43’’67, 2) Coletti (Italia) 8’49’’14, 3) Kostygova (Russia) 8’50’’55, 4) Mrdja (Serbia) 9’55’’95. Batteria 3. 1) Boncheva (Bulgaria) 8’46’’20, 2) Gorodilova (Ucraina) 8’50’’71, 3)Welna (Polonia) 9’08’’80, 4) Navickaite (Lituania) 9’46’’56. Recupero (prime 3 in semifinale). 1) Slovenia 8’59’’75, 2) Estonia 9’08’’41, 3) Lituania 9’12’’87, 4) Serbia 9’20’’04.
Due senza Maschile (primo in finale). Batteria 1. 1) Polonia 7’27’’30, 2) Lituania 7’34’’28, 3) Italia (Carlo Portaccio, Luca Di Francesco) 7’36’’04, 4) Estonia 7’40’’14, 5) Ucraina 7’48’’54, 6) Slovenia 7’48’’85. Batteria 2. 1) Romania 7’12’’09, 2) Serbia 7’32’’72, 3) Bulgaria 7’36’’02, 4) Moldavia 7’39’’14, 5) Ungheria 7’43’’99), 6) Lettonia 7’46’’04. Recupero 1 (primi due in finale). 1) Bulgaria 7’18’’12, 2) Estonia 7’19’’33, 3) Lituania 7’21’’08, 4) Ungheria 7’25’’56, 5) Slovenia 7’30’’78. Recupero 2 (primi due in finale). 1) Serbia 7’20’’34, 2) Italia (Carlo Portaccio, Luca Di Francesco) 7’25’’69, 3) Lettonia 7’31’’18, 4) Moldavia 7’42’’05, 5) Ucraina 7’50’’33.
Due senza Femminile (primo in finale). Batteria 1. 1) Italia (Giorgia e Serena Lo Bue) 8’10’’56, 2) Russia 8’19’’81, 3) Ucraina 8’32’’47, 4) Polonia 8’40’’05. Batteria 2. 1) Romania 8’21’’23, 2) Norvegia 8’42’’63, 3) Ungheria 8’54’’13, 4) Bielorussia 9’06’’00. Recupero  (primi 4 in finale). 1) Ucraina 8’14’’77, 2) Polonia 8’17’’81, 3) Russia 8’20’’65, 4) Ungheria 8’40’’88, 5) Bielorussia 8’54’’99.
Quattro di coppia Maschile (primo in finale). Batteria 1. 1) Ungheria 6’18’’89, 2) Romania 6’19’’01, 3) Russia 6’34’’73, 4) Polonia 6’40’’72, 5) Ucraina 6’40’’80, 6) Portogallo 7’03’’53. Batteria 2. 1) Italia (Chiodelli, Rambaldi, Mumolo, Ferracci) 6’22’’38, 2) Lettonia 6’26’’38, 3) Repubblica Ceca 6’33’’38, 4) Serbia 6’39’’08, 5) Slovenia 6’40’’96, 6) Lituania 7’08’’94. Recupero 1 (primi 2 in finale). 1) Romania 6’20’’19, 2) Polonia 6’26’’35, 3) Repubblica Ceca 6’27’’51, 4) Slovenia 6’44’’53, 5) Portogallo 6’47’’78. Recupero 2 (primi 2 in finale):  1) Lettonia 6’35’’02, 2) Russia 6’37’’00, 3) Serbia 6’37’’06, 4) Lituania 6’48’’61, 5)Ucraina 6’48’’70.
Quattro di coppia Femminile (prime due in finale). Batteria 1. 1) Romania 6’58’’95, 2) Bielorussia 7’05’’31, 3) Italia (Pappalardo, Ondoli, Lucidi, Bellati) 7’19’’92, 4) Repubblica Ceca 7’30’’16, 5) Ucraina 7’43’’08. Batteria 2. 1) Lituania 7’12’’23, 2) Polonia 7’17’’17, 3) Serbia 7’42’’21. Recupero 1 (primi 2 in finale). 1) Italia 7’12’’20, 2) Croazia 7’14’’76, 3) Repubblica Ceca 7’15’’41, 4) Ucraina 7’31’’08, 5) Serbia 7’37’’63.
Quattro con (gara per le corsie di finale). 1) Ucraina 6’58’’76, 2) Romania 7’06’’56, 3) Polonia e Italia (Carcano, Barbaro, Tettamanti, Marcelli, tim. Favilli) 7’07’’00, 5) Croazia 7’12’’58, 6) Serbia 7’15’’80.
Quattro senza Femminile (gara per le corsie di finale). 1) Bielorussia 7’35’’31, 2) Repubblica Ceca 7’38’’03, 3) Polonia 7’43’’99, 4) Ucraina 7’44’’81, 5) Italia (Arcangiolini, Magnaghi, Celoni, Masserano) 7’45’’43, 6) Moldavia 8’36’’30.

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.