Europei MTB, Gaia Tormena, la campionessa che non ti aspetti

La 17enne valdostana si impone con una facilità e grinta difficili da trovare in atleti così giovani. Per lei si apre un radioso futuro nel fuoristrada, a cominciare dai prossimi mondiali in Canada.

Europei MTB, Gaia Tormena, la campionessa che non ti aspetti

La prima medaglia d’oro per l’Italia ai Campionati Europei MTB in svolgimento a Brno ha il volto sorridente e pulito di Gaia Tormena, 17 enne valdostana che ha dominato la gara Eliminator. L’azzurra che corre per il GS Lupi Valle d’Aosta si conferma così una delle migliori interpreti della specialità: quest’anno ha già vinto il titolo italiano in Val Casies e le prove di Coppa del Mondo a Villard de Lans e Volterra. Si tratta di un successo per certi versi annunciato, visti i risultati delle precedenti prove di Coppa del Mondo, ma inatteso se si pensa che questa ragazza è arrivata all’attenzione generale solo negli ultimi mesi. A questo punto nulla è precluso per il suo futuro nel fuoristrada, a cominciare dai Mondiali che si terranno a settembre in Canada e ai quali arriverà con i favori del pronostico. Una volta che deciderà di abbandonare l’Eliminator per altre discipline del fuoristrada, siamo certi che sentiremo ancora parlare di lei…

Entusiasta Mirko Celestino: “Ha vinto tutte le batterie, mostrando una determinazione impressionante, con uno sguardo di ghiaccio e una concentrazione che a 17 anni rappresentano uno spettacolo. Sono certo che avrà un grande futuro e non solo in questa specialità, perché ha dimostrato di avere un grande carattere.”

La prova Eliminator, infinita dal punto di vista organizzativo (inizio verso le ore 15 e fino alle 20.30) si è articolata in quattro manche più le qualificazioni. Gaia, come ha ricordato il tecnico azzurro, ha vinto tutte le prove, non lasciando nulla alle avversarie e dimostrando di possedere la grinta necessaria per farsi valere anche in futuro.

Nella finale ha superato la francese, campionessa del mondo di specialità, Coline Clauzure e la spagnola Magdalena Duran Garcia.

“Non ho nulla da aggiungere alla prova di Gaia – ha aggiunto Celestino – : ha dimostrato un carattere e una grinta degne di un grande campione. Devo dire che queste due gare Eliminator ci hanno mostrato quanto già sapevamo, ovvero di avere atleti in grado di qualsiasi risultato. Anche Mirko Tabacchi, quinto tra gli uomini, è stato autore di un grande Europeo. In semifinale si è trovato a lottare lui solo contro tre francesi. Ha prevalso il legittimo gioco di squadra. Mirko ha chiuso al terzo posto la sua semifinale, ma si è rifatto ampiamente nella “finalina” vincendola.”.

La prova maschile è stata dominata dalla Francia, che ha portato sul podio tre uomini: Hugo Briatta, neo campione europeo, Titouan Perrin Gariner e Lorenzo Serres. Tabacchi, come ha ricordato Celestino, è giunto quinto, primo della finale per il 5_8 posto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.