Europei pista: per l’Italia 2 ori nel segno di Viviani

Europei pista: per l’Italia 2 ori nel segno di Viviani
Campionati Europei pista 2013 - Corsa a punti - Elia Viviani (foto Bettini)

Campionati Europei pista 2013 – Corsa a punti – Elia Viviani (foto Bettini)

L’Italia chiude quinta nel medagliere degli Europei Pista Elite che si sono svolti ad Apeldoorm in Olanda. Nella classifica generale dominio della Germania, davanti a Gran Bretagna, Russia e Olanda. L’ultima giornata di gare si chiude nel segno di Elia Viviani, capace di conquistare il suo secondo oro in questa rassegna, nel Medison, in compagnia di Liam Bertazzo, dopo aver vinto nella giornata di esordio nella corsa a punti.
Si tratta della conferma di un talento che rappresenta anche la quintessenza del ciclista moderno, forte su pista e su strada, viste anche le innumerevoli vittorie nella stagione appena conclusa.
Elia Viviani e Liam Bertazzo si trovano per la prima volta in coppia insieme, ma trovano subito l’affiatamento e conquistano il titolo dopo un duello ferrato con la gli spagnoli Juaneda Muntaner e Barcelo Torres, secondi al traguardo per un solo punto. Bronzo per i Belgi Dekatele e VanHoecke. La gara ha avuto uno svolgimento a dir poco entusiasmante. Quando i giochi sembravano definiti, con la Spagna che comandava con ben 20 punti contro i sette degli azzurri, gli spagnoli effettuano una irregolarità verso gli azzurri riconosciuta dalla giuria che li declassa togliendo loro i 5 punti conquistati: “In quel momento abbiamo capito che ce la potevamo fare – ha detto Viviani, autore dello sprint finale, che ha regalato il sorpasso sulla coppia iberica -. Così è stato, mettendo a segno altre volate decisive fino all’ultima che ci ha portato l’oro. Sono veramente molto soddisfatto.”.
E’ la mia prima maglia europea e l’ho conquistata con Elia Viviani. Sono felicissimo. Per me una grande esperienza correre con Viviani in questa gara che è stata molto combattuta ma abbiamo saputo dare il meglio” – ha detto, da parte sua Bertazzo, 21enne veneto che quest’anno si è messo in luce su pista nella 6 giorni delle rose e in una prova di Coppa del Mondo ad Aguascalientes. Ma l’Italia della pista trova anche il tempo di rammaricarsi per l’altra coppia in gara formata da Paolo Simion e Michele Scartezzini che sfiorano il bronzo.
Nelle altre gare, l’azzurra Simona Frapporti, impegnata nell’omnium donne, riesce ad entrare nella top ten registrando un nono posto nella generale (p. 55). Il titolo continentale alla britannica Laura Trott (15 p.), argento all’olandese Kristen Wild (p. 15) e bronzo alla belga Jolien D’hoore (18 p.).
Francesco Castegnaro chiude al 15^ posto nella generale dell’omnium maschile dominata dal russo Viktor Manakov (14p.) sull’olandese Veldt (29p.). Bronzo a Irvine Martyn, irlandese, distaccato di molto dalla testa della classifica: per lui 40 punti.
Nelle prove veloci Francesco Ceci, che ieri ha disputato lo sprint fermandosi ai sedicesimi, vista la lotta impari con Fostermann, l’unico a scendere sotto la barriera dei 10” nei 200 metri, oggi ha corso il Keirin non superando la manche dei ripescaggi. Il Titolo al tedesco Levy.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.