Europei Trap Maschile, Fabbrizi finalmente re!!

Giornata trionfale per l'Italia agli Europei di Lonato del Garda: tre volte sul podio. Tra gli Junior oro a squadre, titolo per D’Ambrosio e argento per Marongiu.

Europei Trap Maschile, Fabbrizi finalmente re!!

Europei Tiro a volo, squadra junioresLonato del Garda (BS) – Giovedì sulle pedane gardesane del Trap Concaverde è stata grande Italia. La gara di Trap Maschile del Campionato Europeo premia i nostri tiratori con ben tre titoli sui quattro in palio, a cui si sono accompagnati anche un argento ed un bronzo.

Il risultato più prestigioso è arrivato per mano di Massimo Fabbrizi, argento olimpico a Londra 2012 e bicampione del Mondo, mai fino ad ora sulla vetta del podio maschile. In realtà, il carabiniere di Monteprandone aveva conquistato due titoli continentali da Junior, nel 1996 a Tallin (EST) e nel 1997 a Sipoo (FIN), ma de senior era arrivato solo all’argento a Suhl (GER) nel 2013 ed a Sarlospustza (HUN) nel 2014. Entrato in semifinale con il punteggio di 121 su 125, secondo migliore di giornata dopo il 123 del ceco Liptak, Massimo si è guadagnato il pass per il gold match con un quasi perfetto 14 su 15, eguagliato solo dal croato Josip Glasnovic. Un duello Italia contro Croazia che ha riportato subito alla mente lo spareggio per l’oro e l’argento olimpici di Londra 2012, in cui l’azzurro fu battuto da Giovanni Cerngoraz.

Esattamente come allora, anche stavolta le sorti delle due medaglie più importanti e del titolo sono state decise da uno spareggio. Dopo aver terminato i piattelli regolamentari con 14 punti ciascuno, i due si sono affrontati nello shoot-off, ma stavolta, grazie alla grinta da leone dimostrata da Fabbrizi, l’epilogo è stato favorevole ai nostri colori con +3 a +2.

“Finalmente ho sfatato questo diceria che mi dava per troppo generoso con gli slavi – ha commentato il neo Campione Europeo al termine della gara – Sono davvero contento di aver conquistato il titolo, anche perché fino ad una settimana fa non prendevo nemmeno un portone. Invece, questa gara mi dice che sono sulla strada giusta per arrivare a Rio nel migliore dei modi. Poi, vincere in casa è davvero una gran cosa. Sentire l’esplosione di gioia del pubblico mi ha dato una grande emozione, che voglio condividere con tutti quelli che, quotidianamente, mi aiutano e supportano. Questo titolo è anche loro”.

La festa italiana è proseguita con il bronzo a squadre conquistato da Fabbrizi insieme a Daniele Resca (Carabinieri) di Pieve di Cento (BO), 16° nell’individuale con 118, e da Giovanni Pellielo (Fiamme Azzurre) di Vercelli, 23° con 117. Alla fine il totale per gli azzurri è stato di 356, che gli è valso il terzo gradino del podio alle spalle Croazia e Repubblica Ceca.

“Massimo (Fabbrizi, ndr) ha dimostrato che in una settimana si può fare un grande salto – ha detto il Direttore Tecnico Nazionale Albano Pera – Questo vale per tutti quelli che lavorano bene così come stanno facendo tutti i miei ragazzi. Tutto procede come programmato e continueremo a lavorare, ma oggi festeggio con i miei ragazzi queste medaglie. Bravi tutti”.

Pera ne ha ben donde di essere soddisfatto, perché ai risultati dei Senior ci sono stati quelli degli Junior, protagonisti assoluti della gara a loro riservata.

Nell’individuale le due medaglie più importanti se le sono messe al collo Simone D’Ambrosio (Fiamme Oro) di Crispano (NA) e Matteo Marongiu (Forestale) di Sassari. Dopo le qualificazioni e la semifinale i due compagni di squadra si sono trovati uno contro l’altro nel gold match, dominato dal campano con impressionante 14 a 8. I risultati del neo Campione Europeo e del suo vice, sommati a quelli di Riccardo Faccani (Fiamme Oro) di Alfonsine (RA), 9° con 113, hanno portato la squadra italiana anche sulla vetta del podio a squadre.

Grande emozione per loro, amplificata anche dal fatto di essere stati premiati dal pluricampione olimpico Antonio Rossi, Assessore allo Sport della Regione Lombardia, e dalla Campionessa del Mondo di Sci Lara Magoni, Consigliere Regionale lombardo.

Domani la gara proseguirà con il Mixed Team della Fossa Olimpica, in l’Italia schiererà Daniele Resca e Jessica Rossi (Fiamme Oro) di Crevalcore (BO), e con gli allenamenti ufficiali di Skeet.

La semifinale della Coppia mista è programmata per le ore 16.00

RISULTATI

Trap Men: 1° Massimo FABBRIZI 121/125 – 14/15 – !4/15 (+3); 2° Josip GLASNOVIC (CRO) 121 – 14 – 14 – (+2); Joao AZEVEDO (POR) 120 (+3) – 12 – 14; 4° Bruno FARIA (POR) 120 (+3) – 12 – 13; 5° Oguzhan TUZUN (TUR) 120 (+2+2) – 11; 6° Jiri LIPTAK (CZE) 123 – 11; 16° Daniele RESCA (ITA) 118; 23° Giovanni PELLIELO (ITA) 117.

Trap Men Junior: 1° Simone D?AMBROSIO (ITA) 117/125 – 14/15 – 14/15; 2° Matteo MARONGIU (ITA) 116 (+1) – 13 – 8; 3° Theo Andrew LING (GBR) 120 – 11 – 13; 4° Maxim KABATSKIY (RUS) 116 (+1) – 12 – 12; 5° Ivan GEORGIEV (BUL) 119 – 10; 6° Marin KIRILOV (BUL) 118 – 10; 9° Riccardo FACCANI (ITA) 113.

Trap Men Team: 1^ CROAZIA 360/375; 2^ REPUBBLICA CECA 358; 3^ ITALIA 356.

Trap Men Junior Team: 1^ ITALIA 346/375; 2^ BULGARIA 339; 3^ FINLANDIA 339.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.