Europei Trap, oro a squadra, Fabbrizi d’argento

Europei Trap, oro a squadra, Fabbrizi d’argento

Sarlosposzta (HUN) – Dopo quello conquistato ai Giochi Olimpici di Londra 2012, l’argento sembra essere diventato il metallo preferito di Massimo Fabbrizi. D’argento, infatti, il trentaseienne carabiniere di Monteprandone (AP), è stato ai Giochi del Mediterraneo di Mersin 2013, all’Europeo 2013 di Suhl e alla Coppa del Mondo di Monaco di quindici gironi fa. E’ arrivato in Ungheria, agli Europei Trap come Vice Campione continentale e come tale torna in Italia. Una dolce condanna la sua, che oggi gli lascia un po’ di amaro in bocca. “E’ un bel risultato, ma non riesco ancora ad apprezzarlo pienamente – confessa al termine del medal match perso contro l’austriaco Andreass Sherhaufer –. Questo tipo di scontri diretti non sempre premia il più forte. Non voglio dire che io lo sia rispetto all’austriaco, ma 15 piattelli sono pochi per valutare il valore di un tiratore. Le nuove regole hanno trasformato la disciplina, rendendola completamente diversa da quella per la quale abbiamo lavorato per una vita e lasciando alla fortuna un po’ troppo peso”.
In ogni caso, seppur ancora preso dalle emozioni della gara, l’azzurro deve essere soddisfatto della sua prestazione. Entrato in semifinale con 123/125, ha ottenuto il pass per il medal match più importante con un quasi perfetto 14/15. Poi, nel duello con Sherhaufer, non ha tenuto il ritmo e gli si è arreso con lo score di 13 a 11.
A giocarsi una medaglia ci ha provato anche Mauro De Filippis, poliziotto tarantino, che è approdato ai 15 piattelli di qualifica per i medal matches con 121/125 in gara, ma con 5 errori, due dei quali nei primi due piattelli, ha lasciato campo libero agli altri e si è dovuto accontentare del 6° posto.
In 7ª posizione si è fermato Giovanni Pellielo. Il vercellese della Polizia Penitenziaria, quattro volte Campione del Mondo e tre volte medagliato olimpico, ha pagato carissimo il 22/25 della terza serie e, arrivato a quota 120, si è trovato a dover spareggiare con altri quattro tiratori per un solo posto in semifinale. Purtroppo lo shoot-in non gli è stato favorevole e non è risuscito a rientrare tra i migliori sei. A consolarlo ci ha pensato, però, l’oro a squadre che lui, Fabbrizi e De Filippis si sono messi al collo con lo score di 364/375, sette punti in più rispetto ai polacchi, secondi con 357, e undici in più dei croati, terzi con 353.
Al bottino azzurro hanno contribuito anche gli Junior. Nell’individuale Luca Miotto (Fiamme Oro), dopo essersi arreso solo al portoghese Filipe Andre Da Silva Teixeira, si mette al collo l’argento e poi torna sul podio con i compagni di squadra Leonid Adrea Pattarello (Carabinieri) e Diego Valeri (Fiamme Oro), rispettivamente 16° con 111 e 25° con 108, per il bronzo a squadre, alle spalle di cechi e slovacchi.
Sono contento, ma non soddisfattissimo – dice il Direttore Tecnico Albano Pera facendo un bilancio della giornata –. Ho lo stesso amaro in bocca di Massimo (Fabbrizi, ndr). Questi medal match sono una roulette. A volte ti dice bene, altre meno bene ed altre male. E’ il caso che decide, togliendo un po’ di valore al risultato finale. Speriamo cambi qualcosa”.

RISULTATI
Finale Trap Maschile: 1° Andreass Sherhaufer (AUT) 121/125 – 14/15 – 13/15; 2° Massimo Fabbrizi (ITA) 123 – 14 – 11; 3° David Kostelecky (CZE) 121 – 13 – 14; 4° Anton Glasnovic (CRO) 124 – 12 – 12; 5° Jose Manuel Bruno Faria (POR) 120 (+4) – 10; 6° Mauro De Filippis (ITA) 121 – 10; 7° Giovanni Pellielo (ITA) 120 (+3).
Finale Trap Junior Maschile: 1° Filipe Andre Da Silva Teixeira (POR) 116/125 – 14/15 – 12/15; 2° Luca Miotto (ITA) 119 – 12 (+1) – 8; 3° Pavel Vanek (CZE) 115 (+1) – 11 (+5) – 14; 4° Michal Slamka (SVK) 116 – 12 (+0) – 9; David Barquero (ESP) 121 – 11 (+4); Josef Navrate (CZE) 115 (+1) – 8; 16°  Leonid Adrea Pattarello (ITA) 111; 25° Diego Valeri (ITA) 108.
Squadre Trap Maschile: 1ª ITALIA 364/375; 2ª POLONIA 357; 3ª CROAZIA 353.
Squadre Trap Junior Maschile: 1ª REP. CECA 342/375; 2ª SLOVACCHIA 340; 3ª ITALIA 338.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.