Europei Under 20 basket femminile: vince la Francia, Italia 3^

Europei Under 20 basket femminile: vince la Francia, Italia 3^
Europeo Under 20 basket femminile

Francesca Gambarini in azione contro la Serbia all’Europeo di Udine

La Nazionale di Nino Molino ha battuto la Serbia 68-63 aggiudicandosi così la medaglia di bronzo agli Europei Under 20 basket femminile si concluso domenica sera con il successo della Francia sulle campionesse uscenti della Spagna per 47 a 42. Splendida l’impresa delle Azzurre e dello staff di coach Nino Molino, che quindi tornano sul podio a distanza di un anno dall’Argento riportato a casa da Samsun (Turchia). Per il Settore Femminile si tratta della quinta medaglia consecutiva (1 Oro, 2 Argenti, 2 Bronzi) e l’eccellente risultato ottenuto a Udine può costituire il primo passo verso la conferma del secondo posto ottenuto nel 2013 nel ranking giovanile continentale stilato ogni anno da FibaEurope.
L’Italia è riuscita a battere la seconda volta la Serbia nel giro di una settimana a questi Europei Under 20 basket femminile grazie a una partita intelligente e coraggiosa, nel corso della quale le Azzurre non si sono fatte intimorire dalla fuga delle loro avversarie (37-46 a metà terzo quarto) e poi hanno saputo resistere al black-out offensivo che negli ultimi sei minuti ha lasciato la squadra di Molino a secco in attacco. Decisivi i due tiri liberi di Elisa Ercoli a 5 secondi dalla fine e poi la difesa perfetta di Milazzo che ha costretto Stanacev alla sbracciata e al relativo fallo in attacco. Sulle proteste vibrate della panchina serba, il fallo tecnico e poi l’espulsione di coach Polenek che hanno permesso all’Italia di fissare il risultato sul 68-63.
La migliore marcatrice dell’Italia è stata Francesca Gambarini con 16 punti, in doppia cifra anche Sara Crudo (14), Elisa Ercoli (12 più 10 rimbalzi) e Ilaria Milazzo (11).
Il primo tempo è vissuto in equilibrio, con le due squadre a rincorrersi: l’ottimo avvio di Crvendakic ha spinto la Serbia sul 10-5, immediata la risposta di Gambarini e poi il sorpasso di Ercoli (12-11): la tripla di Vuckovic ha fatto segnare il massimo vantaggio serbo (13-18) ma a cavallo dei primi due periodi l’Italia ha prodotto la sua migliore pallacanestro e trovato il +5 (23-18) grazie alla tripla di Bonasia. Stankovic e Topuzovic hanno riportato la Serbia a contatto e all’intervallo lungo si è andati sul 32-31.
Nei primi quattro minuti del terzo periodo la Serbia ha realizzato 16 punti in 4 minuti e provato a dare un’impronta decisa alla partite: le triple in serie di Topuzovic e Mandic non hanno però spaventato le Azzurre, che sul 37-46 hanno trovato i canestri dall’arco di Milazzo e Penna e poi il sorpasso con la stessa Penna (12-0, 49-46).
Nel quarto periodo tre minuti di onnipotenza cestistica di Francesca Gambarini hanno fatto volare l’Italia sul 62-51 ma proprio in quel momento si è spenta la luce offensiva delle Azzurre e la Serbia, con Mandic e Crvendakic, è tornata lentamente a contatto fino al sorpasso messo a segno da Stankovic a 40 secondi dalla fine. Poi i liberi di Ercoli, la difesa perfetta di Milazzo e il tripudio giustificato di un Palaindoor vestito a festa che non ha smesso un secondo di credere nell’impresa delle Azzurre.
“Una bellissima esperienza e una grande gioia – ha detto il ct Nino Molino, subito dopo la premiazione -. Ci tenevamo particolarmente a fare bene perché questo Europeo lo giocavamo in casa e infatti Udine ci ha sempre sostenuto, quando abbiamo attraversato qualche difficoltà e dopo l’esordio negativo con l’Olanda. Abbiamo vinto sei partite, battuto la Russia e due volte la Serbia, quindi credo che sulla legittimità di questa medaglia non possano esserci dubbi: sono contento soprattutto per le ragazze, hanno lottato su ogni pallone e meritano questa grande gioia perché in campo hanno messo davvero tutto. Un grazie di cuore lo rivolgo al mio staff, ormai consolidato da anni, che mi è stato sempre vicino e ha supportato le ragazze in ogni momento”.

Italia-Serbia 68-63 (15-18; 32-31; 51-50)
Italia: Milazzo 11, Bonasia 3, Gambarini 16, Orazzo, Reggiani, Crudo 14, Peresson 3, Ramò ne, Penna 5, Nicolodi, Barberis 4, Ercoli 12.
Serbia: Corda, Crvendakic 12, Vidakovic, Nikolic ne, Stepanovic ne, Topuzovic 16, Stanacev 9, Vuckovic 3, Jankovic ne, Mandic 15, Stankovic 8, Boskovic ne.

Le finali
Terzo e quarto posto: Serbia-Italia 63-68
Primo e secondo posto: Spagna-Francia 42-47

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.