Europeo a Bilbao. Storica Italia! Batte la Francia 77-66 e vola in finale

La gioia è indescrivibile. L’Italia batte la Francia 77-66 ed è in finale al Campionato Europeo Under 20. Non accadeva dal 1994; accadrà domani e sarà sicuramente medaglia.
La squadra di Sacripanti gioca una partita perfetta contro la miglior difesa della manifestazione. La Francia, fin qui imbattuta, è costretta ad inchinarsi e cedere il campo ad un’Italia strepitosa in avanti e sotto il proprio tabellone, che parte contratta e poi si distende con autorità domando i ritorni avversari e chiudendo con personalità.
E’ la vittoria di un gruppo che ha esordito all’Europeo perdendo contro la Lituania ma che è cresciuto strada facendo trovando continuità in tutti i suoi effettivi. Fino al capolavoro contro i cugini.
E’ la terza finale nella storia del Campionato Europeo Under 20 per l’Italia dopo quelle del 1992 (oro in Grecia contro i padroni di casa) e del 1994 (argento in Slovenia contro la Bielorussia).
Nel 2009 a Rodi furono proprio i galletti ad estromettere la squadra di Sacripanti dall’Europeo e allora fu una batosta (94-68). Oggi la rivincita, arrivata si nel punteggio, ma anche e soprattutto nel gioco, nell’atteggiamento e nella gestione dei momenti difficili. Una vittoria a tutto tondo che riporta l’Italia a medaglia dopo il bronzo del 2007 targato ancora Sacripanti
Era il Campionato Europeo di Nova Gorica e Gorizia e in campo c’erano Datome, Aradori, Hackett e Filloy.

La partenza è della Francia ma l’Italia non ci mette molto a carburare, mandando a regime i meccanismi perfetti visti fin qui a Bilbao. Dal –6 (10-4) di metà frazione l’Italia macina gioco a meraviglia infliggendo, alla prima pausa, ben 23 punti alla Francia. I transalpini, alla fine del primo periodo, non avevano mai subito così tanto.
Nella seconda frazione gli Azzurri sono altrettanto convincenti e lasciano pochi spazi e pochi tiri puliti ai galletti, che sono costretti a forzare numerose conclusioni sbagliando in più di un’occasione. Terreno fertile per l’Italia che vola sul +8, massimo vantaggio (35-27).
Da dentro la campana i francesi fanno fatica (7/19 a metà secondo quarto) ma la grande atleticità dei ragazzi di coach Toupane permette loro di non perdere troppo contatto. Il primo tempo va in archivio sul 42-37 a favore di un’Italia autoritaria e senza nessun timore reverenziale nei confronti di una squadra fin qui imbattuta. Gentile e Moraschini sono i migliori realizzatori dei primi 20 minuti con 8 punti; Fournier è il miglior galletto con 13. 18 rimbalzi a 15 per la Francia, che tira giù ben 12 palloni in attacco contro i 4 italiani.
Il secondo tempo ricomincia in ascensore: prima il 5-0 Bleus per il pareggio (42-42), break di Polonara (4-0) e nuovo 5-0 Francia con tripla di Hillotte e schiacciata di Lebrun. A metà frazione i transalpini passano ancora con Lebrun (50-48). Nel momento forse peggiore del match Gentile ritrova il pareggio con una gran giocata e Polonara firma il vantaggio (51-50): la contesa sale di intensità. Il figlio di Nando costringe il suo arcigno marcatore Lebrun al quarto fallo e l’Italia ribalta l’inerzia con una combinazione geniale De Nicolao-Polonara (55-52). Proprio il play numero 4 è grande protagonista prima dell’ultima mini pausa: il suo possesso si traduce in una penetrazione con canestro e fallo. Non entra il libero ma l’Italia chiude ugualmente avanti 57-56.
Lauvergne inaugura gli ultimi 10 minuti ma Gentile sfida le leggi di gravità per il controsorpasso e De Nicolao estrae dal cilindro la tripla del +4 (62-58). Poi ancora lo show di Gentile: prima costringe la Francia all’infrazione di campo e poi piazza una bomba da distanza siderale per il 65-58, dando all’Italia un vantaggio considerevole a 6 minuti dalla fine. Ci prova la Francia ma Baldi Rossi trova ancora la soluzione lontana. E’ una grandissima Italia: +8 a metà periodo (68-60).
Al 38esimo Moraschini sbaglia l’impossibile da solo sotto canestro ma si rifà neanche 60 secondi dopo con una tripla dall’angolo che ha del fantascientifico (72-63). E’ un piacere veder giocare i ragazzi di Sacripanti, che fanno sembrare la Francia una squadra normale. Gentile infila due liberi su due, Polonara schiaccia e Moraschini incrementa ancora dalla lunetta. Per i transalpini è buio pesto. Per l’Italia, che ha giocato una partita perfetta, sarà sicuramente medaglia.
A livello giovanile maschile si tratta della tredicesima finale raggiunta dagli Azzurri in tutte le categorie (3 Under 20, 5 Under 18 e 5 Under 16).
Appuntamento con la storia domenica ore 19.00. (com stampa)

Il tabellino

Italia – Francia 77-66 (23-20, 19-17, 15-19, 20-10)
Italia: De Nicolao 12 (3/4, 2/3), Traini 2 (1/1, 0/1), Melli 6 (2/4), Fontecchio ne, Santiangeli, Moraschini 11 (3/9, 0/1), Ceron ne, Baldi Rossi 5 (1/1, 0/2), Polonara 15 (6/7), Vitali 3 (0/1), Cervi 2 (1/1), Gentile 21 (4/12, 2/6). All: Sacripanti
Francia: Leon (0/1 da tre), Mendy 4 (1/1, 0/2), Toupane, Hillotte 2 (1/1), Lebrun 6 (3/4), Westermann 11 (2/8, 2/7), Fournier 19 (6/16, 1/6), Gobert 2 (1/1), Yeguete 10 (3/6, 1/1), Kahudi (0/4), Prenom 2 (1/1), Lauvergne 10 (3/6, 0/1).
Italia: T2: 21/40, T3: 5/13, Tl: 20/27. Rimbalzi: 33 (6 Polonara), Assist: 15; Francia: T2: 21/48, T3: 4/18, Tl: 12/16. Rimbalzi: 41 (9 Yeguete), Assist: 9.

Questi i 12 a disposizione di Sacripanti

1. Baldi Rossi Filippo (’91, 208, A, Canadian Solar Virtus Bologna)
2. Ceron Marco (’92, 193, G, Umana Reyer Venezia)
3. Cervi Riccardo (’91, 215, C, Trenkwalder Reggio Emilia)
4. De Nicolao Andrea (’91, 186, P, Benetton Treviso)
5. Fontecchio Luca (’91, 202, A, Canadian Solar Virtus Bologna)
6. Gentile Alessandro (’92, 197, G, Benetton Treviso)
7. Melli Nicolo’ (’91, 205, A, Armani Jeans Milano)
8. Moraschini Riccardo (’91, 193, G, Canadian Solar Virtus Bologna)
9. Polonara Achille (’91, 203, A/C, Bancatercas Teramo)
10. Santiangeli Marco (’91, 193, G, Fileni Basket Jesi)
11. Traini Andrea (’92, 185, P, Scavolini Siviglia Pesaro)
12. Vitali Michele (’91, 195, G, Canadian Solar Virtus Bologna)

Lo staff

Allenatore: Stefano Sacripanti
Assistente: Furio Steffe’
Assistente: Fabio Corbani
Capo Delegazione: Walter Magnifico
Preparatore Fisico: Silvio Donato Barnabà
Medico: Alberto Berardi
Massofisioterapisti: Davide Becchio, Roberto Martinelli
Funzionario Fip: Emanuele Cecconi

Il programma

14 luglio – Campionato Europeo
Italia-Lituania 77-82
Germania-Ucraina 72-68

15 luglio
Germania-Italia 62-75
Lituania-Ucraina 63-73

16 luglio
Ucraina-Italia 54-70
Lituania-Germania 73-88

La classifica del gruppo D
Italia 5 (2/1)
Germania 5 (2/1)
Ucraina 4 (1/2)
Lituania 4 (1/2)
Qualifying Round (Girone F)

18 luglio
Italia-Turchia 69-59
Germania-Grecia 70-51
Spagna-Ucraina 72-67

19 luglio
Grecia-Italia 59-64
Ucraina-Turchia 61-64
Spagna-Germania 73-58

20 luglio
Spagna-Italia 90-85
Ucraina-Grecia 79-73
Germania-Turchia 49-71

Classifica del gruppo F

Spagna 10 (5/0)
Italia 9 (4/1)
Germania 7 (2/3)
Turchia 7 (2/3)
Ucraina 6 (1/4)
Grecia 6 (1/4)

Quarti di finale

Italia-Montenegro 78-67
Francia-Germania 68-59
Spagna-Lettonia 77-70
Russia-Turchia 64-57

Semifinali

Italia-Francia 77-66
Spagna-Russia
Finale 1°-2° posto (Domenica 24 luglio)

Ore 19.00 Italia-vincente Spagna-Russia
Ore 16.45 Francia-perdente Spagna-Russia

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.