Europeo Basket U16 M: l’Italia perde con la Grecia ed è quarta

Europeo Basket U16 M: l’Italia perde con la Grecia ed è quarta
La Spagna festeggia la conquista dell'Europeo Basket U16 Maschile

La Spagna festeggia la conquista dell’Europeo Basket U16 Maschile

Condividiamo solo in parte la soddisfazione di Antonio Bocchino per un quarto posto all’Europeo Basket U16 Maschile che alla vigilia non sembrava così difficile da raggiungere. Se il piazzamento delle ragazze di pari età, neanche 10 giorni fa, infatti, è stato sicuramente un passo più lungo delle aspettative, La Torre, Moretti e Co. potevano sicuramente fare meglio, soprattutto nella semifinale con la Spagna, apparsa alla nostra portata. Il gruppo diretto da Bocchino, infatti, è di quelli di talento. A nostro avviso ci ha frenato l’attitudine alla sconfitta che l’Italia del basket ha ormai metabolizzato come in virus endemico. La stessa attitudine, ma di segno opposto (ovvero per la vittoria), che ha permesso ad una Spagna di vincere il torneo nonostante le tre sconfitte. E’ vero, però, che il basket giovanile italiano, come ha sottolineato lo stesso coach azzurro a caldo, sta crescendo, fornendo piazzamenti che, speriamo, prima o poi si potranno trasformare in medaglie, anche se è difficile credere che un quarto posto oggi possa diventare un primo domani, visto che gli avversari anche crescono e possono godere, in molti casi, di campionati in cui lo spirito nazionale non è mortificato come il nostro.
Per quanto riguarda la classifica finale, la Spagna ha superato in una finale tirata la Serbia 65 a 63 (all’over time) grazie ad un Samuel Rodriguez stratosferico, in grado di trascinare gli iberici al successo con punti (15), rimbalzi (14), assists (4).
Il movimento cresce – commenta a caldo coach Antonio Bocchino – e il Progetto Azzurri, il cui responsabile è Andrea Capobianco, sta tracciando la strada giusta da percorrere. Ora bisogna avere la forza di credere nel percorso intrapreso e andare sempre più avanti senza fermarsi. Il nostro quarto posto certifica la forza mentale di un gruppo che ha lavorato tantissimo con sacrificio, abnegazione e spirito giusto. Ognuno ha portato il suo mattoncino e senza il contributo di tutti non saremmo mai arrivati fin qui. Come si sa le semifinali sono partite particolari e noi siamo stati bravissimi a rimanere in partita fino alla fine. Oggi poi la Grecia è stata più forte di noi. E’ stato un Europeo strano, se pensiamo che gli ellenici sono finiti terzi con una sola sconfitta e la Spagna è arrivata alla finale avendo subito invece ben tre stop. Il Mondiale conquistato è la ciliegina sulla torta che da forza e vigore al gran lavoro del Settore Squadre Nazionali”.
Dopo gli sforzi fatti contro la Turchia nei quarti e soprattutto contro la Spagna nella tiratissima semifinale, gli Azzurri pagano dazio alla stanchezza e cominciano col piede sbagliato contro gli ellenici (22-9 il primo quarto). La reazione non tarda ad arrivare ma il parziale della terza frazione (20-8 per la Grecia) chiude praticamente i conti. Andrea La Torre è ancora una volta il miglior marcatore Azzurro con una doppia doppia da 22 punti e 10 rimbalzi. Davide Moretti termina invece con 12 punti.
Si chiude così un Europeo giocato ad altissimi livelli, che i giocatori Azzurri hanno interpretato nel migliore dei modi. Le prime due sconfitte, la prima pesantissima contro la Croazia e la seconda bruciante sul filo di lana contro la Lettonia, potevano tagliare le gambe ad un gruppo giovanissimo. Così non è stato perché di fronte al pubblico di Kiev i ragazzi di Bocchino hanno battuto i padroni di casa dell’Ucraina rimettendosi in carreggiata. Nella seconda fase è arrivata subito la vittoria contro la Francia che ha permesso, il giorno seguente, di accedere ai quarti già prima di scendere in campo grazie alla sconfitta dei transalpini contro i croati. Il capolavoro ai quarti contro la Turchia.

Italia-Grecia 50-78 (9-22, 15-12, 8-20, 18-24)
Italia: Costa, Savoldelli, Rattalino, Pecchia, Testa, La Torre 22, Bolpin 4, Moretti 12, Bucarelli 6, Cesana 2, Guariglia 4, Cattapan. All: Bocchino
Grecia: Koniaris 8, Ntouzidis 2, Kamaras 2, Flionis 2, Michaloutsos 2, Pefanis 2, Skoulidas 20, Psychidis 2, Fragkiadakis 1, Mouratos 6, Papagiannis 22, Charalampopoulos 9.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.