Europeo di canoa velocità a Brandeburgo: 2 ori dalla Paracanoa

Europeo di canoa velocità a Brandeburgo: 2 ori dalla Paracanoa
Bruccoliero Plebani oro

Bruccoliero e Plebani all’Europeo di Brandeburgo

Seconda giornata quella di sabato 12 luglio per gli azzurri della velocità impegnati sul bacino tedesco di Brandeburgo per l’Europeo di canoa e paracanoa con l’Italia paracanoa che conquista i titoli continentali con Veronica Yoko Plebani nella finale del K1 TA 200mt femminile e con Pier Albero Buccoliero nella finale del V1 TA 200mt, medaglia di bronzo anche per il bolognese Federico Mancarella nel K1 TA 200mt. I paracanoisti di Stefano Porcu fanno cantare l’inno nel cielo tedesco per ben due volte.
Dopo l’oro conquistato in Coppa del Mondo ed il podio sfiorato al mondiale dello scorso anno a Duisburg, Veronica Yoko Plebani, reduce dall’avventura olimpica di Sochi, con forza, passione ed il sogno delle spiagge olimpiche di Rio 2016 è scesa in acqua già immaginando l’oro al collo. E così è stato nella gara del K1 TA 200mt dove con il tempo di 54.000 si lascia alle spalle l’inglese Emma Wiggs (55.088) e l’ucraina Natalia Lagutenko (57.627).
Quasi non ci credo – commenta l’azzurra – stamattina prima di gareggiare ero molto nervosa perchè sapevo che al mio fianco avevo l’inglese che è forte e non a caso è la campionessa del mondo in carica. Anche per questo forse non sono riuscita a partire fortissimo. Una volta in gara però ho visto che pagaiata dopo pagaiata riuscivo a recuperarle qualcosa, vedevo la sua punta e quindi avevo un punto di riferimento importante. Alla fine sono arrivata stremata ma felicissima”.
Al Maschile è Pier Alberto Buccoliero nel V1 200mt TA che riscatta il bronzo mondiale di Duisburg ottenuto lo scorso anno e questa volta scala il podio salendo in cima per l’oro con il tempo di 49.391, lasciandosi alle spalle l’inglese Jonathan Young (51.452) e lo spagnolo Javier Reja (52.242). Federico Mancarella non fa mancare il metallo prezioso al collo, con il tempo di 45.194, a solo 02.322 dall’oro austriaco Swoboda Markus Mandy, argento al russo Potanin Viktor. Il paracanoista bolognese con un passato da canoapolista e slalomista, alla prima esperienza europea, conquista quindi il bronzo continentale dopo una splendida performance che premia l’intenso lavoro effettuato nella stagione 2014.
Finale chiusa in quinta posizione per il C1 1000 di Sergiu Craciun che taglia il traguardo con il tempo di 03:58.451; la medaglia d’oro va all’iridato tedesco Sebastian Brendel con il tempo di 03:54.822, argento alla leggenda ungherese Attila Vajda in 03:55.577, bronzo al russo Viktor Melantyev che termina in 03:57.676 a poco meno di un secondo dall’azzurro Craciun. Matteo Galligani, con il tempo di 3:39.354 termina la finale C del K1 1000mt in quinta posizione mentre sulla distanza dei 500mt taglia in traguardo della finale B come sesto in 1:42.128. Al femminile Cristina Petracca in 1:59.912 conclude la finale B del K1 500mt.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.