Federazione Ginnastica d’Italia e Freddy ancora 4 anni insieme

Una collaborazione, sempre più importante, che oggi diventa ventennale.

Federazione Ginnastica d’Italia e Freddy ancora 4 anni insieme

Quattro anni, è il periodo di rinnovo della sponsorship tecnica tra la Federazione Ginnastica d’Italia e Freddy, che sancisce una scelta ben chiara e reciproca: una collaborazione, sempre più importante, che oggi diventa ventennale, includendo i Giochi Olimpici estivi che nel 2020 saranno ospitati nella città di Tokyo, in Giappone.
Un rinnovo che per il Presidente della FGI Gherardo Tecchi e il Fondatore e Presidente di Freddy S.p.A. Carlo Freddi, rappresenta non solo – anche se fondamentale – una fornitura tecnica istituzionale, di allenamento e agonistica per tutti gli atleti e preparatori tecnici, ma anche una vera e propria stretta partnership che include un nuovo progetto chiamato “Salute e Fitness” che si esprime attraverso un logo congiunto.

Il settore “Salute e Fitness”, infatti, ha l’obiettivo di promuovere nel Paese attività fisiche qualificate per aumentare lo stato di benessere, di salute e di fitness della popolazione italiana, di promuovere culturalmente e attivamente un corretto e sano stile di vita, di promuovere nei Centri Fitness e nei Centri Affiliati FGI una nuova area per attività qualificate denominata “FGI GYMNASTICS CORNER”, dove perseguire gli obiettivi prefissati e potenziare l’area di intervento delle società sportive, offrendo attività motorie anche a genitori, nonni , fratelli, sorelle, in un progetto famiglia non solo di valore sportivo, ma anche di salute e di riferimento aggregativo sociale, proprio dei valori della Federazione. Inoltre vuole aumentare il numero delle Associazioni affiliate per essere più capillare sul territorio e raggiungere un maggior numero di utenti, garantendo un’alta qualità delle attività proposte, attraverso una formazione specifica e degli aggiornamenti periodici destinati ai tecnici.

La FGI, grazie al suo background storico, tecnico ed educativo, non può che apportare un valore aggiunto al mondo del fitness, attraverso il progetto “Salute e Fitness”, sviluppato su 6 attività divise in due aree: quella fitness, di cui fanno parte il Parkour Gym (parkour), l’Energy Fitness Gym (step, aerobica e total body) e il Functional Training (allenamento funzionale globale) e quella benessere, di cui fanno parte Aequilibrium, (ginnastica di riequilibrio posturale con tecniche miste e pilates), il Kid’s Play Moving, (psicomotricità e attività ludico motoria) e Life Long Trainig (allenamento permanente per adulti e anziani).

Una vera e propria dichiarazione d’intenti per le due realtà sportive d’eccezione: la FGI, che coinvolge le proprie risorse altamente professionali dedicandole anche ad iniziative rivolte ad un target di fascia d’età più adulta e Freddy, che mira ad una maggiore fidelizzazione del cliente in un processo di sviluppo non solo di fornitura tecnica, ma anche di stile di vita: all’interno di questo processo, infatti, la FGI, nell’ottica di una collaborazione tecnica per promuovere lo stato di benessere e di fitness nel Paese, attraverso la promozione di attività fisiche qualificate, affiancherà alle sue attività di aerobica e di sport di gruppo, i corsi di DANSYNG®, la disciplina sportiva che unisce Movimento e Canto (Dance + Sing) ideata 4 anni fa da Carlo Freddi e sviluppata con la preziosa collaborazione del presenter internazionale e guru del Fitness Paolo Evangelista.

La Federazione Ginnastica d’Italia, la decana della Federazioni Sportive riconosciute dal CONI – nel 2019 celebrerà i 150 di fondazione – dopo i Giochi di Rio de Janeiro riprende il suo cammino, Road to Tokyo 2020, questa volta sulla via della seta fino al Sol Levante insieme a Freddy, il suo partner storico, che nella precedente spedizione orientale, a Pechino nel 2008, vestì l’intera missione CONI.

Le ambizioni olimpiche della Ginnastica si rinnovano grazie alle generazioni emergenti e ai nuovi giovani protagonisti che si stanno mettendo in luce nelle prime rassegne del nuovo ciclo.

Alexandra AGIURGIUCULESE, nata a Iași in Romania nel 2001, cresciuta agonisticamente all’ASU di Udine con Spela Dragas e Magda Pigano, dopo l’exploit ai Campionati Continentali di Categoria, lo scorso anno ad Holon, in Israele, ha iniziato il 2017, tra le senior, con un bronzo al nastro nella World Cup di Pesaro e un argento alla palla in quella di Sofia. In quest’ultimo attrezzo ha ottenuto poi la finale ai recenti Europei di Budapest. Tutti risultati storici per la Sezione dei piccoli attrezzi italiani.

Le Farfalle della Squadra Nazionale di Ginnastica Ritmica dopo il quarto posto in Brasile hanno cambiato molto, conservando due elementi di continuità, esperti ma comunque anagraficamente molto giovani: Alessia MAURELLI, torinese classe 1996, che ha ricevuto in eredità la fascia di capitano indossata, prima di lei, da Marta Pagnini ed Elisa Santoni; Martina CENTOFANTI, la 18enne romana, figlia dell’ex calciatore dell’Inter Felice Centofanti. Alle due rappresentanti del Gruppo Sportivo dell’Aeronautica Militare si sono poi aggiunte: Agnese DURANTI, sedicenne della Fenice di Spoleto, Beatrice TORNATORE, diciasettenne dell’Ardor Padova, Anna BASTA, nata nel 2001 a Bologna e cresciuta nella Polisportiva Pontevecchio, e Martina SANTANDREA, diciassettenne di Bentivoglio (BO) e tesserata per l’Estense Putinati di Ferrara. La Squadra guidata da Emanuela Maccarani con l’assistente Valentina Rovetta ha già ottenuto dall’inizio della stagione sei ori e due argenti nelle tappe di Coppa del Mondo di Pesaro, Baku e Portimao.

Marco LODADIO, ginnasta venticinquenne di Frascati, seguito da Luigi Rocchini alla Ginnastica Civitavecchia, dopo il bronzo europeo juniores al volteggio a Birnmingham nel 2014 e il 7° posto a squadre agli Europei di Berna, ha iniziato il nuovo quadriennio prendendo parte alla rassegna continentale di Cluj Napoca ma soprattutto conquistando l’argento in Coppa del Mondo a Koper in Slovenia nella specialità degli anelli, sulla scia della grande tradizione azzurra dei suoi illustri predecessori, da Jury Chechi a Matteo Morandi ed Andrea Coppolino.

La Federazione Ginnastica d’Italia e Freddy potranno poi contare sull’esperienza dei grandi interpreti del recente passato che ancora hanno l’età e i contenuti tecnici per competere con le new entry degli altri Paesi. Tra loro ci sono:

Vanessa FERRARI, la campionessa del mondo di Aarhus 2006, oro europeo ad Amsterdam 2007 e Sofia 2014, dopo tre partecipazioni olimpiche e due quarti posti al corpo libero, a Londra e Rio de Janeiro, ha di recente annunciato la sua intenzione di arrivare fino ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, tentando di superare il record di presenze a cinque cerchi che adesso condivide con Monica Bergamelli e Miranda Cicognani.

Veronica BERTOLINI, quattro volte campionessa italiana assoluta, ha preso parte all’ultima spedizione olimpica in Brasile rappresentando la sezione italiana dei piccoli attrezzi individuali. Finalista mondiale all-around a Izmir e Stoccarda, la stella della San Giorgio Desio, squadra campione d’Italia in carica, si candida per rappresentare la FGI anche ai prossimi Mondiali di Ritmica, in programma a Pesaro dal 28 agosto al 3 settembre 2017.

Michela CASTOLDI, classe 1995, si allena all’AmicoSport di Legnano agli ordini di Alessandra Gariboldi. Campionessa italiana assoluta per quattro volte di fila, nel 2016 in Corea del Sud ha conquistato – insieme al compagno in azzurro Davide Donati – il primo oro mondiale senior della sezione di Aerobica nell’esercizio di Coppia Mista. Attualmente è la numero uno a livello individuale del circuito World Cup della FIG.

Davide DONATI, Delfino di Milano, specialista nell’esercizio di Coppia Mista insieme alla Castoldi, con la quale ha vinto un oro iridato a Incheon e un argento ai Giochi Europei di Baku, è il capitano in pectore del Gruppo azzurro, vice campione del mondo. Nel palmares vanta due partecipazioni continentali e tre mondiali. Quest’anno, oltre agli Europei in casa ad Ancona, si sta preparando con i compagni della sezione per i World Games di Breslavia.

Tra le novità della nuova Linea di abbigliamento e accessori creata da Freddy per gli atleti della Federazione Ginnastica d’Italia, spicca il design, protagonista assoluto con il suo piglio innovativo: ecco allora il motivo bicolor accentuato dal taglio che percorre tutto il capo – dalle spalle alla manica o dalla vita fino ai piedi – elemento perfetto per conferire un’indispensabile dinamicità al prodotto. Al centro una ben visibile asimmetria che determina un particolare effetto: ogni modello, infatti, propone un aspetto diverso a seconda dell’angolazione da cui viene osservato. Il taglio dei capi è stato ripensato seguendo una linea morbida che abbraccia tutte le vestibilità e risulta armonioso ma al tempo stesso deciso, studiato per gli atleti, per lui e per lei.

Freddy ha rielaborato anche le stampe presenti sui modelli della nuova collezione: oltre al logo lineare bianco del brand e a quello istituzionale della FGI, l’azienda ha progettato un restyling della bandiera italiana che viene proposta con tre bollini nel verde, bianco e rosso. Le forme rotonde si ispirano alla forma di uno degli attrezzi più iconici con cui gli atleti della disciplina si confrontano giornalmente: gli anelli. La bandiera è stampata in versione catarifrangente, colorata sul fondo manica, oppure sulla schiena in plastisol colorato, combinata alla nuova scritta “Italia” color argento. I colori che dominano la collezione sono il nero, il grigio scuro e l’immancabile azzurro Italia per i body, pantaloncini e leggings con ghette.

A completare la collezione, due modelli innovativi di scarpe: Feline per le donne e Hyperfeet per gli uomini. Due modelli che uniscono stile e tecnicità con tomaia nell’ esclusivo materiale D.I.W.O.® (Dry In, Wet Out), traspirante, termoregolante e senza cuciture interne, per un comfort estremo.

Una fornitura tecnica volta a supportare tutti gli atleti delle squadre nazionali FGI in ogni momento istituzionale, di allenamento e agonistico.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.