Firmato il Protocollo d’Intesa tra FIN e FINP

Si rinnova l'accordo tra le due federazioni per la preparazione in previsione delle paralimpiadi di Tokyo.

Firmato il Protocollo d’Intesa tra FIN e FINP

E’ stato rinnovato il Protocollo d’Intesa per il nuovo quadriennio Olimpico – Paralimpico (2017-2020) tra la Federazione Italiana Nuoto e la Federazione Italiana Nuoto Paralimpico. L’accordo è stato firmato dai rispettivi presidenti Paolo Barelli e Roberto Valori, entrambi concordi nello sviluppo di una attiva collaborazione e condivisione.

“È stato siglato il nuovo protocollo d’intesa per una nuova e più agile collaborazione fra le due realtà nazionali – ha detto Valori –  con  l’intento che il  nuoto possa diventare negli anni a venire davvero uno solo. Siamo molto lieti e contenti di questa scelta condivisa e sono certo che essa porterà dei risultati importanti. Oltre a ciò, abbiamo deciso con la FIN di siglare a parte un accordo di intenti che possa riguardare solo il Settore della Formazione.  Questo è un capitolo molto importante della nostra collaborazione pertanto avrà bisogno di un Protocollo a sè. Sicuro che non si riempirà di polvere questo documento, ma che diverrà qualcosa di operativo da condividere assieme, con la ferma certezza che possa portare importanti frutti a livello paralimpico, dando anche la possibilità a tanti ragazzi di intraprendere l’attività del nuoto. I ringraziamenti – conclude il Presidente Valori – vanno anche al Presidente Paolo Barelli e a tutto il movimento della Federnuoto, che si è reso disponibile nei confronti di questo nuovo percorso! “.

”Con particolare entusiasmo mi rivolgo a tutti i tecnici e dirigenti, atleti e praticanti, per  annunciare che la Federazione Italiana Nuoto e la Federazione Italiana Nuoto Paralimpico, presieduta dall’amico Roberto Valori, hanno siglato un protocollo d’intesa valido fino alla stagione sportiva 2019/2020 – ha risposto da parte sua il presidente Barelli –. Il protocollo è notizia di questi giorni, ma la stima, la passione per lo sport e l’amore per il nuoto e l’elemento acqua ci uniscono da sempre. Tanto la FIN, quanto la FINP sono attive e propositive per diffondere le discipline acquatiche sul territorio e declinare i benefici sociali, civili e culturali. Come avete potuto constatare, alcune gare di nuoto paralimpico sono state inserite già da diversi anni nei programmi del Trofeo Settecolli, del Trofeo Città di Milano e di altre importanti manifestazioni organizzate dalla Federazione Italiana Nuoto e dalle sue Società affiliate.  Insieme desideriamo proseguire il cammino intrapreso: portare il nuoto verso una dimensione agonistica sempre più estesa, abbattendo limiti e confini che ciecamente condizionano le relazioni tra persone senza e con disabilità. Un cammino che, ci auguriamo, potrà condurci alla Olimpiade e Paralimpiade di Tokio 2020 con tanti atleti e grandi ambizioni”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.