Ginnastica artistica – Italia alle spalle degli Usa nel Trofeo di Jesolo

E’ finita come lo scorso anno di questi tempi. L’Internazionale Trofeo di Jesolo è stato vinto, anche nella sua sesta edizione, dagli Stati Uniti davanti alle nostre azzurre. Lo stesso ordine di arrivo del 2012 a conferma della qualità della manifestazione veneta e, soprattutto, del livello delle nostre ragazze della ginnastica artistica. Quest’anno, a differenza della stagione scorsa, ad impreziosire la partecipazione delle azzurre la partecipazione, più folta e qualificata del 2012, quando la manifestazione jesina era un triangolare. L’Italia termina il concorso a squadre alle spalle degli USA ma sopravanza Giappone, Italia B e Svizzera. Soddisfatto il DTN Enrico Casella: “La Nazionale A ha tirato fuori un’ottima prestazione, dimostrando di non dipendere da Vanessa e Carlotta, che comunque è sempre meglio averle in squadra. Della Ferrari ci sono mancati i due attrezzi migliori, trave e corpo libero, con i quali probabilmente avremmo rosicchiato qualche altro punto agli Stati Uniti…“. In effetti la nostra Nazionale maggiore ha terminato a ridosso degli USA malgrado l’infortunio di Vanessa Ferrari alla trave e l’assenza di Carlotta Ferlito. Il caporal maggiore dell’esercito italiano ha fatto in tempo a tornare dall’Ospedale di Jesolo per riuscire a partecipare alle premiazioni finali, con il sorriso in volto e pensare positivamente per le finali di specialità di oggi.
A livello individuale tripletta USA con la venere nera Simone Biles dominatrice dall’alto del suo 60.400, davanti alle compagne Kyla Ross (58.650) e Dowell  Brenna (56.650). Elisa Meneghini è la migliore delle italiane, settima con 55.600.
LA COMPETIZIONE JUNIORES – In mattinata si era svolta la competizione juniores con l’Italdonne giovanile che ha vestito i panni della formazione mattatrice, chiudendo in testa, con un distacco di 10 punti dal Giappone. “E’ stata una splendida prestazione collettiva – ha dichiarato il DTN Enrico Casella – Abbiamo visto all’opera 12 juniores azzurre che si sono egregiamente comportate in una gara vera, con avversarie di pari livello. L’esperimento delle due squadre è riuscito, avevamo in campo atlete dal 1998 al 2000 che hanno dato spettacolo, galvanizzando l’ambiente per il prosieguo della stagione”.
Enus Mariani e compagne ottengono 219.450 punti e chiudono davanti alla squadra nipponica, argento con 209.400. Terza a quota 206.400 la squadra sperimentale azzurra, guidata dall’idolo di casa Joana Favaretto. Ai piedi del podio la Svizzera con il punteggio di 192.500. A livello individuale si impone la statunitense Bailie Key con 58.100 punti. Argento per la reginetta continentale di Bruxelles 2012. La Mariani con 55.200 riesce a tenersi alle spalle l’altra ginnasta sette e strisce, Amelia Hundley, bronzo con 55.050.
RISULTATI
Team seniores ginnastica Jesolo

Individuale seniores ginnastica Jesolo

Team juniores ginnastica jesolo

Individuale Juniores Ginnastica Jesolo

Comments are closed.