Giochi del Mediterraneo: Jessica Rossi portabandiera

Giochi del Mediterraneo: Jessica Rossi portabandiera
Jessica Rossi in occasione della medaglia olimpica

Jessica Rossi in occasione della medaglia olimpica

Sono sorpresa, non mi aspettavo un onore del genere”. E’ stato questo il commento a caldo di Jessica Rossi non appena ricevuta la notizia di essere stata scelta come portabandiera della delegazione italiana che parteciperà ai Giochi del Mediterraneo che si svolgeranno a Mersin (TUR) dal 18 al 30 giugno.
La poliziotta di Crevalcore ha già vinto praticamente tutto. Campionessa Europea e Mondiale nel 2009 a soli diciassette anni, ai Giochi Olimpici di Londra ha conquistato l’oro nella Fossa Olimpica Femminile siglando il nuovo record del mondo e fissando il limite a 99/100. Proprio in virtù di questi successi sportivi è stata insignita dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano dell’onorificenza di Commendatore della Repubblica Italiana.
Il ruolo di portabandiera la consacra, a soli ventuno anni, come uno dei simboli dello sport italiano e lei è pienamente consapevole della responsabilità che questo comporta. “Spero di essere all’altezza e di saper rappresentare al meglio, non solo il mondo sportivo, ma l’Italia intera e le sue donne, grande forza motrice della nostra nazione”.
Soddisfazione espressa anche dal Presidente Federale Luciano Rossi “Ringrazio il Presidente Malagò e la Giunta Esecutiva del CONI per questa decisione. E’ un riconoscimento importante per la nostra federazione e per l’intero movimento tiravolistico che tanto ha dato e ancora darà allo sport italiano”.

COPPA DEL MONDO – Per quanto riguarda la Coppa del Mondo in svolgimento a Cipro, nella Fossa Olimpica maschile oro per lo slovacco Erik Varga. Il migliore degli azzurri è stato Valerio Grazini. Il viterbese, in forza al Gruppo Sportivo della Forestale, è stato in lizza per la semifinale fino all’ultima serie, poi un 22 ha rovinato tutto e si è fermato in 14ª posizione a quota 119/125. Molto più distanti dai giochi al vertice gli altri due azzurri. Erminio Frasca (Fiamme Oro) di Priverno non ha centrato l’obiettivo recupero, obbligatorio dopo i quattro zeri della prima giornata, e con 116 si è attestato in 32ª posizione. Ancora più indietro Rodolfo Viganò (Forestale) di Castello d’Agogna (PV) che con 112 è rimasto al 56° posto.

RISULTATI
Finale Trap Maschile: 1° Erik VARGA (SVK) 122/125 – 14/15 – 14/15 (+13); 2° Anton GLASNOVIC (CRO) 121– 15 – 14 (+12); 3° Alexey ALIPOV (RUS) 123 – 13 – 15; 4° Jiri LIPTAK (CZE) 121 – 13 – 13;5° Michael DIAMOND (AUS) 122 – 12;6° Giovanni CERNOGORAZ (CRO) 120 (+4) – 10;14° Valerio GRAZINI (ITA) 119/125;32° Erminio FRASCA (ITA) 116; 56° Rodolfo VIGANO’ (ITA) 112.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.